Il Chief Information Officer di Man Group ha affermato che i fondi basati su computer entreranno in nuovi mercati

[ad_1]

Il settore degli investimenti quantitativi penetrerà più a fondo in mercati precedentemente impopolari, come il debito societario e Proprietà privataSecondo Sandy Rattray del Man Group, ha cambiato il campo dominato dai finanzieri umani.

Chief Investment Officer di UK Hedge Fund, Andare in pensione entro la fine dell’anno Dopo aver lavorato in questo settore per tre anni, crede che, nonostante gli alti e bassi della sua carriera, “l’invasione quantitativa degli investitori nella gestione dei fondi sia inarrestabile”.

Latre ha affermato che nei prossimi dieci anni ci saranno analisti quantitativi che utilizzeranno modelli computerizzati di dati e sistemi per prendere decisioni di investimento e occupare più aree del settore finanziario che è stato considerato per molto tempo. Terreno infido Per la strategia degli algoritmi.

“Quasi tutti i settori del mercato sono diventati più quantitativi e questa situazione potrebbe continuare. C’è qualche persistenza, ma alla fine diminuiranno”, ha detto in un’intervista al Financial Times. “Le persone nel mondo finanziario sembrano pensare che sia speciale in una certa misura, ma è solo un altro settore e tutti i settori diventeranno più tecnologici e basati sui dati”.

Il fiore all’occhiello di Man Group è la sua divisione AHL sistematica e computerizzata, il cui patrimonio sotto Rattray è passato da 11,9 miliardi di dollari quando è diventato CEO alla fine del 2013 a 50,7 miliardi di dollari quest’anno. Nel 2017 è stato nominato chief investment officer di Man Group, aiutando il totale degli asset in gestione del gruppo a raggiungere la cifra record di 135 miliardi di dollari.

Rattray è entrato a far parte di Man nel 2007. In precedenza, è stato uno dei migliori strateghi dei derivati ​​azionari di Goldman Sachs. Lì, ha condotto una riforma completa del Vix Volatility Index per creare derivati ​​basati sull'”indicatore di paura”. Questo lo rende una delle figure più note del settore.

“Sandy è un analista quantitativo”, ha affermato Mark Anson, capo di Commonfund, un gruppo di investimento senza scopo di lucro che gestisce 26 miliardi di dollari di asset per conto di fondazioni e enti di beneficenza.

Uno dei più grandi cambiamenti nella carriera di Rattray è stata la velocità e il costo delle transazioni, così come il più ampio settore degli investimenti Adotta un approccio più quantitativo.

“Vent’anni fa, se parlavi con un gestore di un fondo di un fattore di rendimento, ti tratterebbero come se avessi due teste”, ha detto, riferendosi a uno dei tanti dati che i fondi quantitativi mettono nelle loro decisioni di investimento.

Latre prevede che i prossimi due settori finanziari a risentire dell’intrusione degli analisti quantitativi saranno il mercato delle obbligazioni societarie – stanno cominciando a diffondersi strategie sistematiche – e il private equity.

“Se ho tempo, penso che sarebbe una buona scelta diventare un analista quantitativo nel campo del private equity. Il private equity è sempre stato un forte sostenitore delle aziende tecnologiche, ma sono non tecniche come puoi immaginare nella loro proprie aziende. Competente “, ha detto.

Il grafico a linee della proporzione delle transazioni elettroniche obbligazionarie mostra l'alba dell'era digitale del mercato obbligazionario?

Rattray ha affermato che gli investimenti di private equity possono essere massicci ed è quasi impossibile sistematizzare il mercato non negoziato, ma l’industria delle acquisizioni può ancora imparare molto dal mondo quantitativo.

“Lasciando che gli algoritmi lo facciano, puoi liberare i gestori di private equity dalle molte cose manuali e noiose che fanno, come modellare le società, ottenere dati tra pari o analizzare le tendenze del settore”, ha affermato.

Un esempio è il grande database creato da Man Group, che mappa i rapporti business-to-business delle aziende di tutto il mondo, in modo da poter capire come le notizie si diffondono lungo tutta la filiera. “Questo è molto utile nel mercato aperto e molto utile nel mercato privato”, ha detto Latre.

Per quanto riguarda la stessa industria quantitativa, crede che la prossima grande frontiera sarà quanto è bello migliorare Testo di analisi della macchina, Invece dei soli numeri e utilizzando il potenziale potere dell’apprendimento automatico, questa è un’altra area dell’intelligenza artificiale.

Latre ha sottolineato, Volume dati di testo Con una crescita esplosiva, le macchine stanno gradualmente migliorando nello screening di modelli di trading redditizi. “Hanno fatto un ottimo lavoro oggi, ma la prossima frontiera è che diventano molto bravi”, ha detto. “Le macchine non possono leggere gli opuscoli delle obbligazioni come gli umani. Ma alla fine potrebbero arrivarci, e quando arriveranno, la buona notizia è che non si stancheranno mai di leggere”.

Download macchina dei file aziendali 10-K e 10-Q

Il machine learning è sempre stato uno dei settori più pubblicizzati nel mondo finanziario e Latre ammette che Man Group ha avuto successi e fallimenti in questo settore.La sua strategia di apprendimento automatico è Le turbolenze del mercato causate dal coronavirus L’anno scorso, ma ancora “crede assolutamente” che giocherà un ruolo importante negli investimenti futuri.

“Ciò che ci ha portato a questo punto è un modello lineare molto semplice e il mercato non è lineare”, ha affermato. “Penso che ci sia spazio per modelli migliori, ma di solito è un grande passo avanti e poi ci saranno problemi”.

Da quando Rattray ha iniziato la sua carriera, un’altra area che è cambiata radicalmente è il modo in cui le persone con un background scientifico e informatico vengono pagate rispetto ai ricchi banchieri e commercianti di investimenti. “Trent’anni fa, il reddito degli analisti quantitativi non era elevato, ma ora il loro reddito è molto alto”, ha sottolineato.

Tuttavia, Latre lasciò la sua posizione per conseguire una laurea in storia dell’architettura e coltivare la sua passione per il modernismo scandinavo. “Questo è un modo per estendere i miei pensieri in direzioni diverse”, ha detto. “Dopo, non so cosa farò. Se mi manca l’immaginazione, potrei eventualmente tornare nel settore finanziario, ma questo non è un piano”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *