Il conto bancario del Regno Unito e le frodi sui prestiti aumentano nella pandemia

[ad_1]

Aggiornamento sulle frodi finanziarie

Durante la pandemia, le frodi sui conti bancari e sui prestiti del Regno Unito sono aumentate quando i criminali hanno cercato di prendere di mira le imprese e i consumatori britannici durante il blocco e hanno utilizzato schemi di sostegno del governo.

Secondo i dati Experian, il tasso di frode sui prestiti è aumentato del 40% nel secondo trimestre, il livello più alto degli ultimi tre anni. Si tratta di quasi due terzi in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Le frodi di prima parte relative ai prestiti, ovvero il pagamento involontario o l’utilizzo di dati falsi per ottenere condizioni più favorevoli quando i clienti fanno richiesta, sono aumentate di quasi un quinto.

Experian ha anche utilizzato i dati del National Hunter Fraud Prevention Service, che monitora le richieste di frode bancaria, per indicare che il tasso di apertura fraudolenta dei conti di risparmio era tre volte quello del trimestre precedente e cinque volte quello dello stesso periodo dell’anno scorso.

Eduardo Castro, Head of Identity and Fraud di Experian UK&I, ha dichiarato che “l’attività di frode è aumentata in modo significativo”.

Ha detto: “Le truffe legate alla pandemia, come quelle in cui le persone sono indotte a trasferire denaro online, sono aumentate. I truffatori di solito cercano di aprire conti di risparmio per ricevere questi depositi”.

La Banca d’Inghilterra si sta anche preparando ad affrontare l’ondata di frodi sui prestiti nei prossimi 18 mesi, con i criminali che utilizzano il programma di sostegno al coronavirus “rimbalzo” del governo da 47,4 miliardi di sterline.

Prestiti garantiti dal governo fino a £ 50.000 possono essere ottenuti da High Street Banks con solo pochi controlli sui richiedenti.Molti banchieri si aspettano che questo costi ai contribuenti miliardi di dollari a causa di frodi e inadempienze.

Il banchiere ha dichiarato al Financial Times che finora dal 5% al ​​10% delle aziende che utilizzano lo schema hanno mancato i rimborsi, che potrebbero ammontare fino a 5 miliardi di sterline.

La maggior parte di questa perdita si è verificata in società fallite o in difficoltà durante la pandemia, piuttosto che in frode. I banchieri senior hanno dichiarato al Financial Times di essere preoccupati che verranno scoperte ulteriori frodi una volta che il piano di ferie e altre misure di sostegno del governo saranno terminate.

Experian ha affermato che i truffatori utilizzano conti bancari per facilitare attività criminali. La crescita è anche attribuita a una migliore tecnologia, che aiuta le aziende a identificare più frodi.

Castro ha affermato che i truffatori ritengono che i risparmi oi conti correnti siano un modo “relativamente semplice” per ricevere e distribuire rapidamente fondi ottenuti illegalmente e per ottenere altri servizi finanziari.

Ha aggiunto: “Le nuove tecnologie stanno aiutando le aziende a segnalare potenziali attività fraudolente all’inizio della domanda e del processo di apertura del conto”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *