Il costo della “ammiraglia nazionale” britannica è aumentato di ben 100 milioni di sterline in una settimana

[ad_1]

Politica del Regno Unito e aggiornamenti politici

Il ministro della Difesa britannico ha ammesso mercoledì che il prezzo del controverso “yacht commerciale” di Boris Johnson era aumentato di 100 milioni di sterline prima della firma del contratto di costruzione.

Nel suo discorso per lanciare il progetto, Ben Wallace ha affermato che il prezzo della nave potrebbe essere “tra 200 milioni e 250 milioni di sterline”. I suoi commenti sono stati fatti una settimana dopo la pubblicazione del rapporto ufficiale da parte del Ministero della Difesa. Invito all’offerta Ciò dimostra che il “budget totale disponibile” è di 150 milioni di sterline.

primo ministro Annunciare È prevista la costruzione di una nuova “ammiraglia nazionale” a maggio per promuovere il business britannico a livello globale e l’obiettivo è metterla in funzione entro la fine del 2025.

Nick Thomas-Symonds, il ministro ombra degli Interni del partito laburista, ha affermato che Johnson ha perso il controllo del suo “vanity yacht” e che se il partito laburista sarà al potere, annullerà il progetto. “Il costo è aumentato di 100 milioni di sterline in una settimana, il che è assolutamente scioccante”, ha detto.

Un funzionario ha affermato che le due cifre sono diverse perché il budget di 150 milioni di sterline è la “cifra target industriale”, mentre la cifra di 250 milioni di sterline è “per garantire che non ci siano spese eccessive”.

Il numero più alto è più del doppio della corrente Stimato in 120 milioni di sterline Prodotto da 50 parlamentari conservatori che tre anni fa hanno promosso il piano. Il progetto è stato criticato dall’ex primo ministro conservatore Ken Clark come “stupida assurdità populista”.

Nel suo discorso a Greenwich, nell’East London, Wallace ha detto: “Chiedo a voi, i migliori costruttori navali del nostro paese, di farsi avanti, o dovrei dire ‘convocare’, e aiutarci a progettare e costruire una nuova nave. L’ammiraglia nazionale .” Il concorso durerà fino alla fine di ottobre e il vincitore sarà annunciato a dicembre.

Wallace ha citato il Cutty Sark (il Clipper vittoriano ora a Greenwich) come esempio della grande storia marittima della Gran Bretagna.

“La nostra nuova ammiraglia nazionale diventerà il ‘gioiello della corona’ della nostra prossima strategia di costruzione navale nazionale”, ha affermato. “Spero che questa nave diventi la pioniera della tecnologia di navigazione nel 21° secolo”.

In teoria, i ministri sperano di costruire questa nave nel Regno Unito ripugnante Gli esperti hanno avvertito che i ministri hanno raggiunto un accordo dell’Organizzazione mondiale del commercio solo l’anno scorso.

Nell’ottobre dello scorso anno, al momento della firma del “Government Procurement Agreement” (GPA) dell’OMC che copre 48 paesi, i ministri non sono riusciti a escludere la costruzione di navi mercantili dall’elenco dei contratti che devono essere aperti alla concorrenza globale.

Tuttavia, il governo spera di aggirare questa regola affermando che lo yacht commerciale è una nave da guerra, consentendo al Ministero della Difesa di essere responsabile del progetto e con 80 marinai della Royal Navy che saranno addestrati alle armi da fuoco.

Nonostante l’aumento dello scorso autunno, il Ministero della Difesa ha ancora faticato a far quadrare i conti del bilancio della difesa, quindi prevede di consentire al Ministero della Difesa di eseguire questo progetto da 250 milioni di sterline.

La Royal Navy ha solo 18 grandi navi da guerra ed era divulgare La metà di loro ha cessato l’attività e sono in manutenzione. La carenza di cacciatorpediniere e fregate ha costretto il Regno Unito a chiedere alle marine statunitensi e olandesi di fornire navi per supportare la task force che protegge la nuova portaerei della Royal Navy. Primo schieramento operativo.

Secondo i rapporti, alcuni ministri vorrebbero chiamare la nuova nave “Prince Philip” con il nome del defunto Duca di Edimburgo. Gli appassionati del progetto vedono questa nave come un sostituto del Royal Yacht Britannia, che era la nave privata della Regina dal 1954 al 1997 fino alla sua pensione.

Ma il Sunday Times Rapporto Il principe Carlo e il principe William hanno mantenuto le distanze dal progetto e le persone nel palazzo hanno affermato che nessuna famiglia reale è disposta a utilizzare la nave.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *