Il Credit Suisse è stato colpito dagli scandali Archegos e Greensill

[ad_1]

Aggiornamento del Credit Suisse Group

Il crollo del family office Archegos Capital continua a mettere sotto pressione le prestazioni del Credit Suisse, poiché la banca svizzera ha registrato un calo degli utili del 78% nel secondo trimestre.

La banca d’affari del gruppo è stata la prima a sostenere il peso maggiore, con un calo del 41% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso a 1,7 miliardi di dollari a causa della diminuzione della sua propensione al rischio dopo una serie di scandali.

Gli ultimi sei mesi sono stati uno dei periodi più turbolenti nei 165 anni di storia della banca.

La doppia crisi che circonda il crollo delle società finanziarie di nicchia Greensill Capital e Archegos ha portato alla liquidazione di 10 miliardi di dollari in fondi di investimento, perdite di 5,5 miliardi di dollari, alla partenza di un gran numero di dirigenti e alla minaccia di azioni legali da parte dei clienti.

“Prendiamo molto sul serio questi due incidenti e siamo determinati a imparare tutte le lezioni giuste”, ha affermato Thomas Gottstein, amministratore delegato di Credit Suisse.

“Abbiamo ridotto significativamente le attività ponderate per il rischio e l’esposizione alla leva finanziaria, migliorato il profilo di rischio delle principali attività di servizi di investment banking e migliorato la capacità di rischio complessiva dell’intera banca”.

L’utile netto nel secondo trimestre è passato da 1,2 miliardi di franchi svizzeri a 253 milioni di franchi svizzeri.

Giovedì, la banca ha anche pubblicato un severo rapporto basato su oltre 80 interviste e 10 milioni di documenti, sottolineando il fallimento del suo studio legale Paul Weiss sulle perdite di Archegos. Il rapporto ha evidenziato l’incapacità del principale dipartimento di servizi della banca di gestire efficacemente il rischio, principalmente i prime broker e i gestori del rischio, anche se non ha riscontrato atti fraudolenti commessi da individui o dalla banca stessa.

In risposta, Credit Suisse ha dichiarato che sta adottando una serie di misure per migliorare la propria gestione del rischio. Ha aggiunto che dopo aver esaminato i ruoli svolti da 23 persone, ha licenziato nove dipendenti, inclusi i due responsabili della sua principale attività di servizi, e ha imposto una multa di 70 milioni di dollari ai dipendenti, compreso il recupero del bonus precedentemente pagato.

Gli analisti si aspettavano in precedenza che la crescita dei ricavi della banca sarebbe rallentata a causa del calo della propensione al rischio causato dallo scandalo. Prevedono anche che dopo una serie di partenze dei dirigenti e un colpo alla fiducia dei clienti, le entrate diminuiranno a lungo termine.

Le spese operative di Credit Suisse sono diminuite dell’1% su base annua, secondo la banca, principalmente a causa dell’impatto di Archegos e Greensill, che hanno ridotto i bonus dei dipendenti.

La perdita di $ 5,5 miliardi causata dal crollo dell’ex gestore di hedge fund Archegos di Bill Hwang ha reso il Credit Suisse particolarmente imbarazzante perché Riportato dal Financial Times Nonostante abbia concesso miliardi di dollari di credito al family office, l’anno scorso la banca ha guadagnato solo 17,5 milioni di dollari da questa relazione.

Da quando l’ex CEO del Lloyd Bank Group Antonio Horta-Osorio ha assunto la presidenza tre mesi fa e si è impegnato a condurre una revisione completa della gestione del rischio, della strategia e della cultura della banca, Credit Suisse ha iniziato a rafforzare il suo programma di gestione del rischio.

prestatore svizzero in camicia Due dirigenti di Goldman Sachs erano responsabili della supervisione della gestione del rischio e della tecnologia e hanno anche formato un Nuovo gruppo Monitorare i rischi di transazione delle sue banche di investimento.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *