Il disegno di legge brasiliano sulla riforma fiscale della seconda fase propone tagli alle tasse per privati ​​e aziende Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: Paulo Guedes, ministro dell’Economia del Brasile, parla a una cerimonia per lanciare un piano di accesso al credito ampliato al Palazzo Palanalto di Brasilia, Brasile, il 19 agosto 2020. REUTERS/Adriano Machado

Jamie McGiff

Brasilia (Reuters)-Il governo brasiliano ha annunciato venerdì la seconda fase del suo più ampio disegno di legge di riforma fiscale, che mira a ridurre l’imposta sul reddito fino a 30 milioni di lavoratori, esentare 16 milioni di tasse e aumentare i mercati finanziari. Guadagni.

Il sistema fiscale brasiliano è ampiamente considerato come uno dei più complessi al mondo e il governo insiste sul fatto che la semplificazione del sistema fiscale e la riduzione del carico fiscale complessivo sono essenziali per promuovere investimenti sostenibili a lungo termine e crescita economica.

“I 30 milioni di lavoratori dipendenti brasiliani pagheranno meno tasse sul reddito perché stiamo tassando per la prima volta le plusvalenze”, ha detto ai giornalisti il ​​ministro dell’Economia brasiliano, Paul Guedes, dopo aver presentato una proposta al leader della Camera dei Comuni, Arthur Lira.

“Questo è solo l’inizio. Mostra una nuova direzione. Se le tasse sono aumentate negli ultimi 40 anni, ora inizieranno a diminuire”, ha detto.

Lira ha anche sottolineato che il carico fiscale complessivo non aumenterà ed ha espresso la sua fiducia che il Congresso approverà il disegno di legge di riforma fiscale quest’anno.

Guedes ha affermato che gli sgravi fiscali sul reddito delle persone fisiche saranno finanziati dall’aumento dell’imposta sulle plusvalenze. In un rapporto pubblicato dal Ministero degli affari economici, il governo ha proposto un’imposta del 20% sui dividendi e un’esenzione fiscale mensile di 20.000 reais (4.000 dollari USA).

La proposta prevede anche un’imposta del 15% su tutte le operazioni di borsa, calcolata su base trimestrale anziché mensile, come avviene attualmente.

Il disegno di legge prevede che l’imposta sulle società verrà ridotta dall’attuale 15% al ​​12,5% l’anno prossimo, e quindi al 10% dal 2023.

Circa un anno fa, il governo ha presentato al Congresso la prima fase della tanto attesa proposta di riforma fiscale. Si tratta di PIS e Cofins Imposta sul Contributo Sociale e Imposta sul Valore Aggiunto (IVA).

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *