Il divieto di sfratto residenziale negli Stati Uniti COVID-19 scade a mezzanotte Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: il 29 marzo 2021, a Chelsea, nel Massachusetts, i lavoratori lo hanno demolito 48 ore dopo che un inquilino è stato sfrattato per aver violato i termini del contratto di locazione. REUTERS/Brian Snyder

David Shepson

Washington (Reuters)-Il divieto del governo degli Stati Uniti sugli sfratti residenziali legati alla pandemia scadrà a mezzanotte di sabato, mettendo a rischio milioni di affittuari americani di essere costretti a lasciare le loro case.

Venerdì, dopo che i membri del Congresso repubblicano hanno deciso all’unanimità di bloccare la proposta di prorogarlo fino al 18 ottobre, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti si è aggiornata senza rivedere le misure di protezione degli inquilini. I leader democratici hanno affermato di non avere un sostegno sufficiente per mettere la proposta in votazione formale.

Il Senato degli Stati Uniti si è riunito sabato, ma i leader non hanno detto che avrebbero preso in considerazione l’estensione del divieto di espulsione. La Casa Bianca ha chiarito che non amplierà unilateralmente l’ambito della protezione, ritenendo di non avere il potere legale per farlo.

Secondo uno studio dell’Aspen Institute e del COVID-19 Eviction Defense Project, più di 15 milioni dei 6,5 milioni di famiglie americane attualmente non pagano l’affitto e devono più di 20 miliardi di dollari ai loro proprietari.

La senatrice democratica Elizabeth Warren ha dichiarato sabato: “In ogni stato di questo paese, le famiglie sono ora sedute intorno ai tavoli della cucina, cercando di capire come sopravvivere a una deportazione devastante, distruttiva e non necessaria. Scendi”.

Il rappresentante democratico Corey Bush e altri hanno trascorso venerdì sera fuori dal Campidoglio degli Stati Uniti https://www.reuters.com/world/us/us-lawmaker-spends-night-outside-capitol-protest-return -evictions-2021-07- 31 richiama l’attenzione su questo problema.

Ha chiesto come i genitori andrebbero a lavorare e si prenderebbero cura dei loro figli se i loro figli fossero stati espulsi. “In una mortale pandemia globale, non possiamo lasciare che le persone vivano per strada”, ha detto Bush sabato.

I gruppi di proprietari si sono opposti alla moratoria e alcuni proprietari hanno faticato a tenere il passo con i pagamenti di mutui, tasse e assicurazioni per le proprietà che non hanno reddito da locazione.

Dalla fine di marzo 2020, gli sfratti sono stati sostanzialmente sospesi in base a varie misure. L’attuale divieto dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) è entrato in vigore nel settembre 2020 per combattere la diffusione di COVID-19 e prevenire i senzatetto. Pandemia. È stato esteso più volte, la più recente è stata estesa a sabato.

Il CDC ha dichiarato a giugno che non rilascerà ulteriori proroghe. CDC ha rifiutato di commentare sabato.

Nello spiegare la necessità di estendere il divieto di sfratto, la presidente della Camera Nancy Pelosi ha sottolineato che dei 46,5 miliardi di dollari di riduzioni degli affitti precedentemente approvati dal Congresso, “solo 3 miliardi sono stati assegnati agli affittuari”.

Poiché il divieto sta per scadere, il presidente Joe Biden, che non è riuscito a sollecitare il Congresso ad agire venerdì, ha chiesto ai governi statali e locali di pagare immediatamente i soldi.

Alcuni Stati hanno scelto di estendere la moratoria sulle espulsioni oltre il 31 luglio. L’agenzia federale che venerdì ha finanziato gli alloggi in affitto ha esortato i proprietari di queste proprietà a sfruttare i programmi di assistenza ed evitare gli sfratti.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *