Il dollaro USA è scosso dal tono accomodante della Fed, le prospettive economiche sono contrastanti Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: l’illustrazione mostra una banconota da 100 dollari scattata a Tokyo il 2 agosto 2011. REUTERS/Yuriko Nakao/File Photo

(Correggere l’ortografia di “wavers” nel titolo)

David Henry

NEW YORK (Reuters) – Dopo che i politici della Fed hanno rilasciato una dichiarazione accomodante la scorsa settimana e i dati economici sono stati contrastanti, il mercato ha valutato il grado di accettazione del rischio e il dollaro USA è sceso leggermente lunedì.

Dopo essere sceso di circa lo 0,2% nella giornata, la misura delle valute nei confronti delle sei principali valute è scesa di meno dello 0,1% a 92,058 nel primo pomeriggio a New York.

L’indice è sceso dello 0,9% la scorsa settimana, la peggiore settimana del dollaro USA dall’inizio di maggio, poiché il dollaro USA si è ritirato dal suo massimo di 3 mesi e mezzo della settimana precedente, quando gli operatori si stavano preparando a iniziare rapidamente la riduzione della Fed di sostegno all’economia.

Marc Chandler, chief market strategist di Bannockburn Global Forex, ha dichiarato in un rapporto ai clienti: “Con la ricostruzione della propensione al rischio, il dollaro ha un tono più pesante all’inizio di agosto”.

Tuttavia, l’ulteriore propensione al rischio del dollaro sembra essere stata soddisfatta dopo la caduta.Il mercato azionario è aumentato a causa delle prime notizie secondo cui l’attività manifatturiera statunitense è aumentata a luglio, ma il tasso di crescita è rallentato.

Lunedì pomeriggio, il rendimento dei titoli del Tesoro USA è sceso all’1,17% dall’1,226% di venerdì e il rendimento effettivo (corretto per l’inflazione) ha toccato un minimo record.

Il rapporto sulla produzione statunitense rafforza l’opinione che la crescita potrebbe aver raggiunto il picco.

L’euro era piatto a $ 1,1867 il giorno. Ha avuto una scarsa risposta alla lettura dell’indice dei responsabili degli acquisti (PMI) manifatturiero di luglio, che è stato visto come un possibile driver.

Prima della riunione della Banca d’Inghilterra di questa settimana, la sterlina era quasi invariata a $ 1,389.

Le osservazioni accomodanti dei funzionari della Fed indicano che i tagli dei tassi di interesse e il sostegno all’economia potrebbero non essere così rapidi come inizialmente previsto dal mercato, e la recente mossa di allontanarsi dal dollaro USA è diventata più difficile.

In seguito alla riunione dei politici della Fed, mercoledì scorso il presidente della Fed Jerome Powell ha dichiarato in un commento che c’è “una lunga strada da percorrere” per prendere in considerazione l’aumento dei tassi di interesse. Venerdì, il governatore della Fed Lael Brainard ha affermato che “l’occupazione è ancora a una certa distanza” deve essere migliorata abbastanza da consentire alla Fed di rinunciare al sostegno per l’economia. Questo tono è stato affermato.

Il mercato dei cambi sembra pronto a sospendere una maggiore volatilità prima del rapporto sull’occupazione non agricola di luglio pubblicato venerdì. Un altro possibile punto di svolta potrebbe arrivare alla fine di questo mese, quando i funzionari della banca centrale terranno un seminario annuale a Jackson Hole, nel Wyoming. I funzionari della Fed possono usare il forum per cambiare o affermare il loro tono.

Win Thin, capo della strategia valutaria globale di Brown Brothers Harriman, ha dichiarato in un rapporto che è “improbabile che il rally del dollaro venga ripristinato prima che la retorica più dura della Fed prenda piede”. Ha aggiunto di essere ottimista riguardo al dollaro USA e ha affermato di aspettarsi una forte crescita economica nel terzo trimestre.

Gli analisti di NatWest hanno affermato che la pianificata “strategia di uscita” supportata dal governo e dalla banca centrale e le nuove misure di blocco promuoveranno le tendenze valutarie a breve termine. Gli investitori presteranno attenzione agli incontri tenuti presso la Bank of England e la Reserve Bank of Australia questa settimana.

Sebbene la possibilità che la Banca d’Inghilterra interrompa anticipatamente il suo piano di stimolo abbia sostenuto la sterlina, è probabile che la Banca d’Australia abbandoni la sua precedente decisione di ridurre il suo piano di stimolo a causa della pressione sulla crescita economica a causa del COVID-19 a lungo termine. blocco.

È aumentato dello 0,2% a $ 0,7364.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *