Il dollaro USA sale e Powell promette di non alzare “preventivamente” i tassi di interesse Investing.com

[ad_1]

© Reuters.

Gina Lee

Investing.com-Il dollaro USA è salito in Asia mercoledì mattina dopo essere sceso per due giorni consecutivi. Allo stesso tempo, la Fed, incluso il presidente Jerome Powell, ha cercato di assicurare al mercato che l’inasprimento della politica monetaria implicato nell’ultima decisione politica della Fed ha ancora molta strada da fare.

A partire dalle 13:10 Eastern Time (5:10 GMT), il monitoraggio del tasso di cambio del dollaro USA rispetto a un paniere di altre valute è aumentato leggermente dello 0,13% a 91,873.

La coppia di valute è aumentata leggermente dello 0,15% a 110,81. La Banca del Giappone ha pubblicato i verbali della riunione all’inizio della giornata e il Giappone ha anche pubblicato l’indice dei gestori degli acquisti e l’indice dei gestori degli acquisti per giugno. Il PMI manifatturiero è stato inferiore al previsto 51,5.

La coppia di valute è scesa leggermente dello 0,13% a 0,7544 e la coppia di valute è scesa dello 0,23% a 0,7006.

La coppia di valute è scesa dello 0,01% a 6,4806 e la coppia di valute è scesa dello 0,11% a 1,3931.

L’indice del dollaro è attualmente fuori dal massimo di due mesi raggiunto lo scorso fine settimana. Il dollaro USA ha ora rinunciato a circa un terzo dei suoi guadagni dalla posizione inaspettatamente dura della Fed nella sua ultima decisione politica.

Poiché ora si prevede che gli aumenti dei tassi di interesse e le riduzioni delle attività inizino prima del previsto, i funzionari della Fed hanno preso provvedimenti per sedare le preoccupazioni degli investitori.

Sia Powell che il presidente della Fed di New York John Williams hanno avvertito che un’ulteriore ripresa economica è un prerequisito per qualsiasi riduzione delle attività e aumenti dei tassi di interesse. “Non alzeremo preventivamente i tassi di interesse perché siamo preoccupati per la possibile inflazione… Aspetteremo prove dell’inflazione effettiva o di altri squilibri”, ha detto Powell davanti al sottocomitato per la selezione della Camera martedì.

Williams ha risposto che la Fed presterà molta attenzione ai dati economici per determinare il momento opportuno per iniziare a regolare la politica monetaria. “C’è ancora molta strada da fare”, ha aggiunto.

Alcuni investitori sono cautamente ottimisti sui commenti della Fed.

“Gli ultimi segnali di fumo della Fed… puntano tutti alla riunione di settembre. Secondo le tendenze attuali, è più probabile che la Fed annunci progressi significativi verso i suoi obiettivi, o siano stati raggiunti”, Ray Attrill, Direttore della Strategia dei cambi, National Australia Bank (OTC:) In un rapporto, il rapporto prevede anche che la riduzione potrebbe iniziare all’inizio del 2022.

Il rapporto ha aggiunto: “I loro commenti hanno riportato il mercato indietro dagli shock che sono stati principalmente guidati dalle posizioni della scorsa settimana”.

Gli investitori sono ora in attesa dell’annuncio dei risultati giovedì.

Il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni di riferimento asiatico è sceso leggermente all’1,4616%, inferiore al picco dell’1,5940% raggiunto la settimana precedente.

Tra le criptovalute, Bitcoin si aggira intorno ai 33.700 dollari. Quando la Cina ha intensificato la repressione del settore, è scesa a un minimo di 28.600 dollari per la prima volta dall’inizio di gennaio 2021.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *