Il farmaco per l’Alzheimer di Biogen incontra ostacoli in alcuni ospedali e compagnie assicurative Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Foto del file: Aduhelm, un controverso farmaco per la malattia di Alzheimer precoce recentemente approvato da Biogen, è stato visto al Butler Hospital, uno dei centri di ricerca clinica a Providence, Rhode Island, USA il 16 giugno 2021. Jessica Rinaldi/Piscina via REUTERS

2/2

Di Dina Beasley

(Reuters)-Il farmaco per il morbo di Alzheimer di Biogen è il primo nuovo trattamento per la privazione della memoria in quasi 20 anni. Giovedì ha incontrato nuovi ostacoli e alcuni importanti ospedali si sono rifiutati di usarlo. La compagnia di assicurazione sanitaria ha ritardato la sua decisione in attesa della clausola di sottoscrizione di l’assicurazione medica.

Un influente gruppo di esperti medici ha anche votato all’unanimità che non ci sono prove che i farmaci Aduhelm forniscano ai pazienti benefici netti per la salute.

In un incontro tenuto dall’Institute of Clinical and Economic Review (ICER), un voto di 15-0 è stato confermato dalla Cleveland Clinic (uno dei sistemi sanitari più famosi del Paese) e dal Mount Sinai Health System di New York. Non portare Aduhelm.

Il dottor Sam Gundy, direttore del Mount Sinai Center for Cognitive Health, ha dichiarato a Reuters: “Venerdì, quando l’ispettore generale ha annunciato l’indagine, la situazione è cambiata”.

La scorsa settimana la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha chiesto un’indagine federale indipendente sull’interazione dei suoi rappresentanti con Biogen (NASDAQ:).

Giovedì le azioni di Biogen sono scese di quasi il 7% per chiudere a 328,16$. L’analista del Guggenheim Yatin Suneja ha attribuito il declino alle decisioni di due sistemi ospedalieri di non usare il farmaco.

A metà giugno, il Center for Neurology di Washington, DC, ha dichiarato che non raccomanderebbe questo trattamento di infusione mensile a nessun paziente a causa di preoccupazioni sull’efficacia, la sicurezza e i costi.

Nonostante i risultati contrastanti degli studi clinici, la FDA ha approvato il farmaco, noto anche come aducanumab, all’inizio di giugno sulla base di prove convincenti che Aduhelm può eliminare le placche amiloidi cerebrali e apportare benefici ai pazienti con malattia di Alzheimer.

Ma altri si sono chiesti se ci siano prove che possa rallentare il declino cognitivo e combattere il suo alto costo.

Giovedì Biogen ha dichiarato in una dichiarazione che Aduhelm ha un prezzo di $ 56.000 all’anno e che i dati clinici supportano l’approvazione del farmaco.I pazienti a cui viene negato l’accesso devono contattare l’azienda per chiedere aiuto.

L’ICER ha dichiarato che il rapporto costo-efficacia del farmaco non supera $ 8.400 all’anno, ma a causa della mancanza di decisioni unanimi sui benefici per la salute, il voto di giovedì non ha risolto il problema del valore.

La revisione dell’ICER è seguita da vicino dalle compagnie assicurative che negoziano i prezzi dei farmaci con gli sviluppatori, sebbene il suo ruolo nel caso di Aduhelm non sia chiaro e si prevede che la revisione sarà principalmente pagata da Medicare.

Il vicepresidente senior per il valore e l’accesso di Biogen, Chris Leibman, ha affermato che un fattore chiave nel prezzo di Biogen è che si aspetta che solo “una piccola percentuale” degli 1-2 milioni di pazienti che alla fine potranno beneficiare del farmaco riceverà il trattamento.

“Non crediamo che ci sarà un gran numero di pazienti”, ha detto.

Compagnia di assicurazioni accantonata

La compagnia assicurativa che rappresenta milioni di americani che partecipano a piani di assicurazione sanitaria privata ha affermato che, secondo i dati, il farmaco non ha ancora raggiunto i suoi standard di copertura.

UnitedHealth Group (NYSE:), la più grande compagnia assicurativa privata che fornisce l’assicurazione Medicare Advantage agli anziani, ha dichiarato giovedì che sta ancora esaminando il farmaco e in attesa del parere di Medicare.

“C’è ancora molta strada da fare prima di capirlo davvero. Quindi non ti porterò ad aspettarti decisioni molto rapide su questo argomento”, ha affermato il CEO Andrew Witty.

Humana (NYSE:), il secondo più grande fornitore di Medicare Advantage, ha anche dichiarato di non aver finalizzato la copertura di Aduhelm a causa dell’attesa di una guida dai Centers for Medicare e Medicaid Services (CMS).

Diversi piani di assicurazione sanitaria Blue Cross Blue Shield, tra cui Michigan, North Carolina e Pennsylvania, hanno affermato che non ci sono prove sufficienti per dimostrare che Aduhelm è un bene per i pazienti e non forniranno un’assicurazione per questo farmaco.

Biogen ha dichiarato in una dichiarazione che diversi piani della Blue Army “descrivono Aduhelm come sperimentale e di ricerca, il che è impreciso e fuorviante”.

CMS ha iniziato lunedì un processo di revisione nazionale, che secondo quanto riferito ha richiesto nove mesi per essere completato. Prima di questo, l’agenzia ha dichiarato che la copertura di aducanumab veniva effettuata localmente da 12 appaltatori regionali.

SVB Leerink ha detto questa settimana che un sondaggio su 57 neurologi americani che trattano un gran numero di malati di Alzheimer ha scoperto che il 44% di loro userebbe Aduhelm nei pazienti di Alzheimer in fase iniziale, che hanno l’amiloide.

La società di Wall Street stima che le vendite del farmaco saranno di $ 65 milioni quest’anno, $ 1,1 miliardi l’anno prossimo e $ 5 miliardi entro il 2025.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *