Il Festival di giugno è designato come festa federale per commemorare la fine della schiavitù negli Stati Uniti

[ad_1]

Il presidente Joe Biden ha firmato un atto legislativo che ha reso il 19 giugno, che ha segnato la fine della schiavitù negli Stati Uniti, una festa federale.

Giovedì pomeriggio Biden ha tenuto una cerimonia per la firma alla Casa Bianca, prima che alla Camera dei Rappresentanti e al Senato fosse approvato un disegno di legge che designa il 19 giugno come nuova festa federale, ottenendo un sostegno schiacciante da entrambe le parti.

“Le grandi nazioni non ignoreranno i loro momenti più dolorosi. Li abbracciano”, ha detto Biden in un discorso prima di firmare.

“Le grandi nazioni non se ne andranno”, ha aggiunto. “Abbiamo accettato gli errori che abbiamo fatto, ricordiamo quei momenti e abbiamo iniziato a guarire”.

Il Festival di giugno è la prima nuova festività federale da quando Martin Luther King Jr. Day è stato designato nel 1983 e il totale raggiungerà 11.Gli uffici governativi non essenziali sono chiusi e i dipendenti federali sono in Festa federale, Che è spesso riconosciuto dai datori di lavoro privati.

Juneteenth è una parola mista il 19 giugno per commemorare il messaggio di libertà dall’esercito federale agli schiavi in ​​Texas più di due mesi dopo la fine della guerra civile americana nel 1865. Più di due anni fa, il presidente Abraham Lincoln ha emesso il suo proclama di emancipazione, dichiarando ufficialmente liberi gli schiavi.

La commemorazione ha avuto origine in Texas, ma alla fine si è diffusa in tutti gli stati degli Stati Uniti.Dopo l’omicidio, l’azienda americana ha accettato la data George Freud, Un uomo di colore, è stato avvistato da un ufficiale di polizia a Minneapolis l’anno scorso.

“Attraverso questo passaggio, il Congresso sta assicurando che uno degli eventi più importanti della nostra storia, in particolare i neri americani, sia ufficialmente riconosciuto da 150 anni, incluso nei nostri libri di storia e che occupi una posizione onoraria nel nostro paese”, Nancy Speaker del Lo ha detto mercoledì la Camera dei Rappresentanti Pelosi prima del voto alla Camera dei Comuni.

Dopo che il Senato ha utilizzato la procedura di consenso unanime per approvare, mercoledì sera il disegno di legge del 1 giugno è passato alla Camera dei rappresentanti controllata dai democratici con un voto di 415-14, il che significa che nessun senatore si è opposto. Dopo che il presidente lo firmerà, diventerà legge.

I 14 membri della Camera dei rappresentanti che si sono opposti alla legislazione erano tutti repubblicani, inclusi Mo Brooks, Alabama, Chip Roy, Texas, e Thomas Massey, Kentucky.

Quando la legislazione è stata introdotta, i legislatori stavano ancora discutendo su questioni federali. riforma della polizia Il disegno di legge è stato redatto poco dopo l’omicidio di Freud nel maggio 2020.

Biden una volta ha chiesto al Congresso di approvare il “George Freud Justice Act” prima del primo anniversario della morte di Freud. Ma i legislatori hanno mancato la scadenza a causa di disaccordi di lunga data sulla qualificazione dell’immunità, un principio legale che protegge la polizia dalla responsabilità per le azioni che intraprende sul lavoro.

Il senatore repubblicano Tim Scott della Carolina del Sud e il senatore democratico Cory Booker del New Jersey, gli unici due senatori neri dei loro 100 membri, hanno condotto i negoziati e hanno continuato a insistere affinché si possa raggiungere un accordo.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *