Il fondo “Clean Hydrogen” riceve il sostegno di Ineos

[ad_1]

Un nuovo fondo che cerca di diventare la prima società quotata nel Regno Unito dedicata all’investimento in “idrogeno pulito” ha attratto Ineos come investitore fondamentale in quanto cerca di raccogliere 250 milioni di sterline in un’offerta pubblica iniziale.

Il gruppo chimico controllato dal miliardario Jim Ratcliffe ha dichiarato lunedì che investirà almeno 25 milioni di sterline in HydrogenOne Capital Growth.

L’idrogeno pulito è visto dai sostenitori come un modo chiave per decarbonizzare le industrie pesantemente inquinanti dall’acciaio al trasporto a lunga distanza ed è stato inserito nell’agenda politica e aziendale negli ultimi anni.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha fissato l’obiettivo di raggiungere 5 GW di produzione di idrogeno a basse emissioni di carbonio entro il 2030 e si è impegnato a fornire 240 milioni di sterline per aiutare l’industria a crescere come parte del piano. Piano delle 10 Per la “Rivoluzione Industriale Verde”. Secondo la Hydrogen Energy Commission, un gruppo di pressione industriale, l’Unione Europea e almeno altri 15 paesi hanno annunciato piani per l’energia a idrogeno lo scorso anno.

Tuttavia, in considerazione delle restrizioni alla produzione, le organizzazioni ambientaliste e alcuni studiosi si sono chiesti quanto possa giocare l’idrogeno pulito nel processo di eliminazione dei combustibili fossili.Si preoccupano anche che in alcuni casi Essere promosso I produttori di gas naturale allungano la vita utile dei loro asset.

Brian Gilvary, presidente esecutivo dell’attività energetica di Ineos, ha affermato che l’investimento in HydrogenOne aiuterà ad accelerare e diversificare l’attuale strategia dell’azienda sull’idrogeno pulito.

“Questo segna l’inizio di un’altra partnership sostanziale e a lungo termine, aprendo una nuova finestra per Ineos per entrare nel mondo dell’idrogeno pulito”, Lo ha detto l’ex direttore finanziario della Bp.

Poiché gli investitori sono preoccupati per la “bolla verde”, i titoli dell’energia pulita hanno subito pesanti perdite negli ultimi mesi dopo aver toccato i massimi all’inizio dell’anno. Tuttavia, il conglomerato spagnolo Acciona ha lanciato con successo la sua divisione di energia rinnovabile il mese scorso.

Il team di investimento di HydrogenOne comprende l’ex analista di petrolio e gas di Deutsche Bank JJ Traynor, che ha anche lavorato in Relazioni con gli investitori Dopo aver lavorato per Royal Dutch Shell per 12 anni, Richard Hulf è un gestore di fondi con un background in finanza e ingegneria.

Quando Hulf ha annunciato la sua intenzione di quotare HydrogenOne a Londra lunedì, ha affermato: “L’idrogeno pulito è un settore in rapida crescita e complesso che richiede metodi professionali per ottenere private equity e rilasciare valore per gli azionisti. Abbiamo creato HydrogenOne per colmare questa lacuna. “

Il fondo di investimento ha affermato che esiste un “campo investibile” di circa 90 miliardi di dollari in tutto il mondo e vede il potenziale dei progetti di energia “verde” e “blu” a idrogeno.

Il primo è prodotto da acqua utilizzando elettricità rinnovabile e ha Supportato dall’Unione Europea EuropeanAnche se causerà immediatamente una perdita di energia per rompere il 30% del legame chimico tra ossigeno e idrogeno, e alcuni scettici credono che la produzione di idrogeno verde non sia sufficiente per tutti i suoi usi propagandati.

L’idrogeno blu è più controverso tra le organizzazioni ambientaliste: è prodotto dal gas naturale, ma cattura e immagazzina le emissioni risultanti.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *