Il Giappone dichiara che Tokyo è in stato di emergenza a causa del COVID-19 perché sta valutando di ospitare le Olimpiadi senza tifosi Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Foto del file: Il 13 giugno 2021, durante la pandemia del coronavirus (COVID-19), i passeggeri che indossano maschere protettive camminano all’aeroporto Haneda di Tokyo, in Giappone. REUTERS/Androniki Christodoulou

2/2

Autori: Antoni Slodkowski e Eimi Yamamitsu

Tokyo (Reuters)-Un importante ministro ha dichiarato giovedì che il Giappone dichiarerà Tokyo uno stato di emergenza, che attraverserà l’intero processo di accoglienza delle Olimpiadi nel tentativo di contenere una nuova ondata di infezioni da coronavirus, mentre gli organizzatori stanno valutando un divieto Tutti gli spettatori entrano in gioco.

Questa mossa è l’ultimo colpo alle travagliate Olimpiadi, che sono state rinviate a causa della pandemia e sono state afflitte da una serie di battute d’arresto, tra cui enormi superamenti di budget.

Per settimane, gli esperti medici hanno affermato che poiché il pubblico è generalmente preoccupato che l’afflusso di migliaia di atleti e funzionari possa innescare una nuova ondata di infezioni, nessuno spettatore alle Olimpiadi sarà l’opzione meno rischiosa.

Gli organizzatori hanno vietato il pubblico all’estero e attualmente limitano il numero di spettatori nazionali al 50% della capacità, con un massimo di 10.000 persone. Si prevede che i negoziati si terranno giovedì o venerdì per finalizzare le restrizioni al pubblico.

I cosiddetti colloqui a cinque saranno presieduti da Thomas Bach, il presidente del Comitato olimpico internazionale (CIO) che arriverà a Tokyo giovedì. Altri partecipanti includono Tokyo e vari governi e funzionari paralimpici.

Indipendentemente dal risultato, coloro che partecipano alle Olimpiadi sono tenuti a esprimere il proprio sostegno applaudendo piuttosto che esultando o cantando. I siti di visualizzazione pubblica sono stati cancellati e le aziende preoccupate per l’opposizione del pubblico alla pubblicità legata alle Olimpiadi esitano, aggiungendosi alla recessione nella capitale giapponese.

Infezioni a Tokyo in aumento

Il ministro degli affari economici giapponese, Yasutoshi Nishimura, ha dichiarato che Tokyo entrerà in stato di emergenza a partire dal 12 luglio e durerà fino al 22 agosto.

I Giochi Olimpici si terranno dal 23 luglio all’8 agosto.

Il Giappone non ha sperimentato l’epidemia esplosiva di COVID-19 vista in molti altri paesi, ma ci sono stati più di 810.000 casi e 14.900 morti.

Prima dell’attuazione dello stato di emergenza, mercoledì il numero giornaliero di nuove infezioni a Tokyo è salito a 920, il livello più alto da metà maggio.Attualmente, le misure di controllo di “quasi emergenza” di Tokyo sono leggermente allentate.

Il lento lancio del vaccino significa che solo un quarto della popolazione giapponese è stata vaccinata contro il COVID-19 almeno una volta.

Nishimura ha affermato che, in base a rigide restrizioni, i ristoranti dovranno smettere di servire bevande alcoliche.

La mossa dovrebbe essere annunciata ufficialmente più tardi giovedì, e poi il primo ministro Yoshihide Suga terrà una conferenza stampa.

Alcune aree intorno a Tokyo dove si terranno anche eventi olimpici, come Chiba e Kanagawa, manterranno uno “stato di quasi emergenza” fino al 22 agosto.

Pubblico

Una persona che ha familiarità con la questione ha detto a Reuters che gli organizzatori hanno detto mercoledì agli sponsor olimpici che si aspettano due situazioni quando Tokyo entrerà in uno stato di emergenza: non ci saranno spettatori o un limite di 5.000 spettatori, sottolineando che i preparativi vengono effettuati all’ultimo minuto.

Gli organizzatori hanno detto alla società durante la conferenza online che, in assenza di spettatori, tutti gli eventi sportivi e le cerimonie di apertura e chiusura possono svolgersi senza tifosi, compresi i biglietti assegnati agli sponsor.

Fonti hanno affermato che se il numero di spettatori in ogni sede sarà limitato a 5.000, i biglietti assegnati agli sponsor olimpici saranno dimezzati.Gli organizzatori si aspettano inoltre che tutti gli incontri dopo le 21:00 si terranno senza spettatori.

La mancanza di folla potrebbe ulteriormente mettere a dura prova il budget olimpico https://www.reuters.com/article/us-olympics-2020-coronavirus-money-factb-idCAKCN2DY2MI, il budget ha raggiunto circa 15,4 miliardi di dollari USA, compresi i biglietti previsti per essere di circa 815 milioni di dollari le entrate saranno colpite duramente.

Il comitato organizzatore non ha risposto immediatamente a un’e-mail in cerca di commenti.

Fino a questa settimana, i funzionari hanno insistito sul fatto di poter organizzare in sicurezza alcuni spettatori per partecipare alle Olimpiadi, ma alcuni alleati di Suga hanno accusato la frustrazione del partito di governo nelle elezioni parlamentari di Tokyo di domenica, costringendoli a cambiare strategia, notizie La persona disse.

Hanno detto che il Giappone terrà le elezioni parlamentari entro la fine dell’anno e il governo insiste sul fatto che le Olimpiadi – che sono state rinviate l’anno scorso a causa della diffusione del virus in tutto il mondo – dovrebbero continuare quest’anno, il che potrebbe costare alle urne.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *