Il governo è accusato di non aver sostenuto il regolatore contabile

[ad_1]

Gli architetti della riforma del regolatore contabile britannico hanno fortemente criticato il governo per non aver sostenuto i regolatori del settore responsabili della promozione del buon governo societario.

Sir John Kingman ha raccomandato nel 2018 che il Financial Reporting Committee sia sostituito da un organo di regolamentazione rafforzato che si occupi di contabilità e governo societario, affermando che è sconcertante che i ministri non abbiano iniziato a cercare un nuovo presidente della FRC dopo quasi 14 mesi. Simon Dingmans si dimette Dal ruolo.

Il presidente ad interim della FRC Keith Skeoch si dimetterà ad ottobre.

Kingman dice Una lettera al Financial Times L’FRC e il Regulatory Auditor che sono i custodi degli standard di corporate governance applicabili alle società quotate hanno compiuto “buoni progressi” sotto la guida del suo amministratore delegato, Sir Jon Thompson.

“Tuttavia, l’istituzione responsabile della promozione del buon governo societario nel Regno Unito non solo ha perso il suo presidente più di un anno fa, ma sta anche per perdere il suo eccellente presidente ad interim, e il governo in qualche modo non ha ancora avviato questo processo, che è anche insostenibile. Nominare un successore”, ha aggiunto Kingman, presidente di Legal and General.

Dopo diversi scandali aziendali, tra cui Carillion, quando il governo ha commissionato una revisione della FRC, Kingman ha definito il regolatore una “casa in rovina” e ha concluso che dovrebbe essere Istituzioni di audit, reporting e governance (Arga), una nuova agenzia di regolamentazione con poteri più ampi.

L’intervento di Kingman segue la decisione del governo Non rinnovare Sebbene Skeoch abbia suggerito di mantenere due direttori non esecutivi FRC: Jenny Watson e Dame Julia Unwin.

Un altro membro del consiglio della FRC, David Childs, lascerà contemporaneamente Skeoch.

“Entro ottobre, il consiglio di amministrazione di FRC sarà ridotto a soli tre direttori non esecutivi”, ha affermato Kingman, un ex alto funzionario del Ministero delle finanze.

“Questo non può essere governato, per non parlare di rafforzare un’importante agenzia di regolamentazione il cui lavoro è essenziale per le società fiduciarie, i conti e le operazioni di mercato”.

In qualità di successore di FRC, Arga sarà responsabile dell’attuazione delle nuove regole, responsabilizzando gli amministratori della società per l’accuratezza dei rendiconti finanziari della società e supervisionando i revisori.

Il piano per il nuovo regolatore è una delle riforme a lungo ritardate incluse nel libro bianco del governo a marzo.

La nuova agenzia di regolamentazione non dovrebbe essere operativa fino al 2023, poiché sarà supportata da una legislazione non ancora approvata dal Parlamento.

Kingman ha affermato che il segretario al commercio Kwasi Kwateng ha sottolineato l’importanza della legislazione nella prossima sessione parlamentare per essere “più attiva”, aggiungendo: “Anche così, il nuovo regolatore sarà ancora nel 2023 – il mio rapporto È finalmente entrato in vigore nel prossimo cinque anni.”

Il Ministero del Commercio ha dichiarato che la revisione di Kingman della FRC ha raccomandato che il “nuovo consiglio” del regolatore dovrebbe guidare la sua transizione per diventare Arga.

Ha aggiunto: “Lanceremo immediatamente una campagna per nominare un presidente permanente e nuovi amministratori non esecutivi per garantire che questa importante transizione possa continuare”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *