Il maggiore azionista di Toshiba definisce “non valido” il consiglio di amministrazione

[ad_1]

Il più grande azionista di Toshiba ha dichiarato “non valido” il consiglio di amministrazione del conglomerato giapponese e ha accusato la società di non aver risposto adeguatamente ai rapporti che lo dimostrano Collusione con il governo Sopprimere gli investitori attivisti.

Il fondo con sede a Singapore Effissimo ha dichiarato al Financial Times nel suo primo commento da quando il rapporto è stato pubblicato la scorsa settimana Trova Fornisce “una visione chiara della governance aziendale disfunzionale”.

Queste osservazioni sono state fatte quando altri investitori hanno richiesto Chang Shanxiu, la sedia di Toshiba, o l’intero consiglio è stato spazzato via.

Toshiba ha tenuto una riunione di emergenza del consiglio domenica dopo che il rapporto è stato pubblicato e annunciato cancellerò Due membri del comitato di audit di cinque persone, investitori e singoli membri del consiglio hanno accusato il comitato di fuorviare il consiglio.

Effissimo ha criticato la mossa come insufficiente, affermando che la sua riluttanza a rimuovere i restanti tre membri indicava che Toshiba “non è disposta a ritenere responsabili i membri del consiglio”.

Effissimo ha dichiarato: “Quest’ultima mossa non è altro che aggiungere le carenze irrisolte di governance e conformità di Toshiba all’elenco delle questioni irrisolte nel consiglio di amministrazione”. “Pertanto, riteniamo che l’attuale consiglio di amministrazione non sia valido”.

L’indagine indipendente condotta da un avvocato esterno è stata costretta da Effissimo a indagare sull’incontro annuale 2020 di Toshiba. Il rapporto ha rilevato che l’incontro è stato condotto in modo scorretto e ha dipinto un quadro della collusione della società con il Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria.

Il rapporto affermava anche che la campagna contro gli azionisti era stata condotta con la conoscenza dell’attuale primo ministro Yoshihide Suga, che allora era il capo del gabinetto. Yoshihide Suga ha negato l’accusa.

Al contrario, il rapporto interno di Toshiba sulle violazioni all’Assemblea generale annuale degli azionisti del 2020 non ha riscontrato alcun problema, una conclusione che ha intensificato le critiche al consiglio di amministrazione.

Effissimo, che detiene una quota del 9,9% in Toshiba, ha convocato a marzo un’assemblea generale straordinaria degli azionisti per sconfiggere il management e richiedere un’indagine indipendente. Molti osservatori vedono questo movimento come un punto di svolta per le aziende giapponesi.

Tuttavia, la conclusione secondo cui l’assemblea generale annuale non è stata condotta in modo equo ha nuovamente sollevato preoccupazioni sul fatto che le società giapponesi non attribuissero grande importanza ai diritti degli azionisti.

Effissimo ha affermato che l’assemblea dei soci e la capacità degli azionisti di esprimere i propri diritti attraverso il voto è alla base dell’esistenza delle società per azioni.

Il fondo ha aggiunto: “Siamo scioccati dal fatto che il rapporto riveli che la fondazione di Toshiba potrebbe essere stata gravemente danneggiata”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *