Il mercato azionario ha storicamente ottenuto ottimi risultati. Anche la variante Delta non può fermarlo. – Shareandstocks.com

[ad_1]

L’indice Nasdaq Composite è salito dell’1,9% la scorsa settimana.

Jin Lee/Bloomberg

dimensione del font

Come Superman,

Indice Standard & Poor’s 500

Sembra travolgente.no no Riserva federale, non Variante DeltaAnche la paura e l’avidità antiquate non sono riuscite a rallentare la sua ascesa. Ovviamente non ha ancora trovato la sua kryptonite.

Non è solo il mercato azionario che ha avuto una buona settimana:

Dow Jones Industrial Average

È salito di 352,51 punti, o 1%, a 34.786,35, mentre

Indice composito Nasdaq

È aumentato dell’1,9% a 14639,33 e l’indice S&P 500 è aumentato dell’1,7% a 4352,34. Tutti e tre hanno raggiunto livelli record questa settimana.

L’indice S&P 500 ha chiuso venerdì per il settimo massimo consecutivo, il guadagno più lungo dal 1997. L’indice è salito per il quinto mese consecutivo dopo il rialzo di giugno, l’aumento più lungo da agosto 2020. L’indice è cresciuto anche dell’8,2% a giugno. Il secondo trimestre del 2021, il quinto trimestre consecutivo di crescita, è la crescita continua più lunga dal quarto trimestre del 2017. L’aumento del 14,4% nella prima metà dell’anno è stato il miglior livello dal 2019 e il secondo più alto dal 1998. Questi numeri hanno chiaramente una forza.

Soprattutto la crescita trimestrale consecutiva è impressionante. L’indice S&P 500 non è salito solo per cinque trimestri consecutivi. È aumentato di oltre il 5% per cinque trimestri consecutivi, che è la seconda volta che l’indice raggiunge questa impresa dal 1945.

Secondo Paul Hickey, fondatore di Bespoke Investment Group, l’ultima volta è stata nel 1954, quando Anche la Fed sta cercando di uscire dal periodo dei tassi di interesse ultra bassiSebbene le prime basi consecutive siano finite, non è finita in bancarotta. Sì, la rivista Time ha messo il mercato rialzista in copertina del 10 gennaio 1955 e l’indice S&P 500 è sceso rapidamente del 6%. Tuttavia, l’indice era ancora in rialzo dell’1,7% alla fine del trimestre e ha continuato a crescere del 26% nei successivi 12 mesi.

I cinque mesi consecutivi di serie di vittorie si verificano più frequentemente, ma questa volta è speciale perché l’indice ha raggiunto un record nel quinto mese. Secondo i dati di Sundial Capital Research, questo è successo 17 volte dall’inizio del 1961 e l’indice è aumentato 17 volte l’anno dopo. Ciò non significa che non ci siano cadute dolorose lungo la strada. Dopo i recenti rialzi consecutivi nel 2020 e nel 2018, i successivi due mesi sono diminuiti rispettivamente del 6,5% e del 5,4%. Ma queste serie di vittorie sembrano inviare segnali positivi agli investitori a lungo termine. “Il momentum è una forza potente e di solito non si trasforma facilmente”, scrive Jason Gopfeet, fondatore di Sundial Capital Research.

Tuttavia, questo non vuol dire che il mercato sia privo di rischi. L’indagine sull’industria manifatturiera dell’Istituto di Supply Management di giugno è diminuita, ma non ha cambiato l’argomento secondo cui la crescita economica è ancora forte, ma sta rallentando e l’inflazione esiste ancora. Il verbale della riunione del FOMC di giugno verrà pubblicato la prossima settimana, il che potrebbe fornire ulteriori prove della riduzione dei tempi. C’è poi la variante più contagiosa del Delta del Covid-19, i cui studi hanno dimostrato che potrebbe diventare il ceppo principale negli Stati Uniti entro due o tre settimane.

Nuovi casi hanno ricominciato a salire – raggiungendo 16.517 il 1 luglio, un aumento del 5% in due settimane – il fondatore di Fundstrat Tom Lee ha avvertito che in 10-15 stati con bassi tassi di vaccinazione, questa crescita potrebbe diventare “parabolica”, portando a breve svendita delle azioni. “Il nostro caso principale è che il “panico temporaneo” di Delta ha provocato “piattezza” a luglio”, ha scritto Li.

Ma l’impatto a lungo termine potrebbe non essere sufficiente per danneggiare seriamente i mercati finanziari. Marko Kolanovic, uno stratega di JPMorgan Chase, ha scritto che sebbene la variante Delta a volte porti ad un aumento dei casi, l’aumento dei decessi è relativamente piccolo, specialmente nei mercati sviluppati con alti tassi di vaccinazione. “[Positioning] I vaccini sul mercato non dovrebbero essere guidati da questa o da altre varianti successive di Covid-19 in cui i vaccini attuali sono efficaci”, ha scritto.

Cosa potrebbe essere? Riteniamo che la dura posizione della Fed alla riunione di giugno possa iniziare a essere rivista. Abbiamo sbagliato. Forse è qualcosa a cui non abbiamo ancora pensato? Oppure può essere qualcosa di ovvio.

Non importa cosa sia, il mercato è ancora alla ricerca della sua kryptonite.

Scrivere a Ben Levison Ben.Levisohn@barrons.com

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *