Il Messico può raccogliere 1,5 miliardi di dollari attraverso l’imposta sulle società più bassa al mondo del 15% – Vice Ministro delle Finanze – shareandstocks.com

[ad_1]

Immagine del file: il 9 settembre 2020, in un’intervista con Reuters al Palazzo Nazionale di Città del Messico, in Messico, ho visto Gabriel Yorio, il viceministro delle finanze del Messico.REUTERS/Henry Romero/File Photo

CITTÀ DEL MESSICO (Reuters)-Mentre i governi di tutto il mondo stanno negoziando riforme del sistema, un alto funzionario del Tesoro ha detto giovedì che il Messico potrebbe raccogliere circa 1,5 miliardi di dollari di entrate se entrerà in vigore l’imposta sulle società più bassa del mondo.

Due giorni dopo, la maggior parte dei paesi che hanno partecipato ai negoziati sotto gli auspici dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha sostenuto piani per nuove regole riguardanti l’ubicazione della tassazione delle società e un’aliquota fiscale di almeno il 15%.

Il viceministro delle finanze messicano Gabriel Yorio ha pubblicato su Twitter che il paese può raccogliere almeno 30 miliardi di pesos ($ 1,5 miliardi). Non ha specificato i tempi.

Le economie avanzate dei paesi del Gruppo dei Sette hanno concordato a giugno di avere un’aliquota minima di imposta di almeno il 15%. L’accordo più ampio sarà presentato al sostegno politico delle principali economie del G20 in un incontro a Venezia la prossima settimana.

Il mese scorso, il governo messicano ha espresso sostegno all’iniziativa – Yorio ha ribadito questa posizione su Twitter giovedì – e ha aggiunto che l’obiettivo generale è sostenere un sistema fiscale stabile ed equo.

(1 USD = 19.9890 Pesos messicani)

Segnalato da Anna Isabel Martinez; Opere di Stefanie Eschenbacher; A cura di Bill Burkrot

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *