Il miliardario della tecnologia sostiene l’Inghilterra nord-orientale per diventare un centro di potere verde

[ad_1]

Quando uno sviluppatore di tecnologie sostenibili con sede in California, supportato dai miliardari Bill Gates e Jeff Bezos, stava cercando aziende in tutto il mondo per trasformare i suoi motori elettrici in prodotti che potessero promuovere la rivoluzione verde, li hanno trovati a pochi chilometri a nord-est dell’Inghilterra.

100 milioni di sterline investiti Inverti la tecnologia della marea Tre società vicino a Newcastle offrono alla regione la prospettiva di migliaia di nuovi posti di lavoro tecnici e la regione sta ancora lottando per riprendersi dalla scomparsa di industrie come l’estrazione del carbone, l’acciaio e la costruzione navale, che sono in linea con le industrie alimentate dai combustibili fossili. La rivoluzione è strettamente correlata.

Per l’imprenditore locale Matt Boyle (Matt Boyle) che ha facilitato le tre transazioni, inclusa l’acquisizione di BorgWarner Gateshead, che un tempo dirigeva, l’arrivo di questa società tecnologica americana ha rappresentato un’opportunità per consolidare la posizione della regione come centro di innovazione elettrica verde del Regno Unito.

BorgWarner Gateshead (BorgWarner Gateshead), precedentemente noto come Sevcon, produce sistemi di controllo per trasmissioni elettriche che hanno avuto inizio con i galleggianti del latte negli anni ’60. Boyle, attualmente amministratore delegato della neonata Turntide Transport, ha affermato che la filiale britannica combinerà tre acquisizioni e prevede di mirare alla “coda lunga dell’elettrificazione” che deve affrontare le principali sfide tecniche nel settore dei trasporti.

L’obiettivo è creare un’attività globale che fornisca la tecnologia dei motori elettrici ad alta efficienza di Turntide per i settori aerospaziale, marittimo, ferroviario e dei veicoli industriali, che è stata utilizzata per alimentare gli impianti di riscaldamento e condizionamento negli edifici.

Matt Boyle, amministratore delegato, Turntide Transport © Ian Forsyth/FT

“Tutti questi devono essere elettrificati, altrimenti i politici non raggiungeranno mai i loro obiettivi”, ha detto Boyle. “Questo mercato varrà trilioni di dollari”.

La regione è già avanti rispetto al resto del Regno Unito in termini di tecnologia elettrica verde. Nel 2013, Nissan ha iniziato a produrre la prima auto elettrica per il mercato di massa Leaf nel suo stabilimento vicino a Sunderland.

Poi, a luglio, la società giapponese ha annunciato l’intenzione di costruire lì un nuovo modello elettrico insieme alla prima grande fabbrica di batterie del Regno Unito. Prevedere, Fornisce già batterie Leaf da un sito più piccolo a Sunderland. L’investimento da 1 miliardo di sterline creerà un totale di circa 6.000 posti di lavoro sulla base dei 46.000 posti di lavoro già sostenuti dalla fabbrica di automobili.

Dicembre 2020, lancio Volt britannico Annunciando piani per costruire una terza fabbrica nella regione: costruire una fabbrica da 2,6 miliardi di sterline a Blythe, 13 miglia a nord di Newcastle, che impiega 3.000 lavoratori.

“Abbiamo controller, batterie, macchine, sistemi di azionamento e automobili nella regione. Il professor Colin Herren dell’Università di Newcastle ha affermato di essere un ex dirigente Nissan responsabile della guida Futures a zero emissioni di carbonio consultare.

Herron ha affermato che uno dei motivi principali per cui i produttori di batterie scelgono il nord-est dell’Inghilterra è l’ampia disponibilità di elettricità verde. Blythe È il punto di atterraggio del cavo da 1.400 MW, fornendo Energia idroelettrica dalla NorvegiaLa produzione di batterie è ad alta intensità energetica e le aziende hanno bisogno di energia a basse emissioni di carbonio per conformarsi a standard di emissione sempre più severi.

I lavoratori dello stabilimento Nissan di Sunderland stanno assemblando una Leaf completamente elettrica © Matthew Walker/Nissan

Ha detto che anche la Brexit ha avuto un ruolo. Le regole di origine previste dall’accordo commerciale con l’Unione Europea in realtà significano che le batterie e i sistemi di alimentazione di qualsiasi auto elettrica britannica venduta al gruppo commerciale devono essere prodotti nel Regno Unito.

Con il Regno Unito che vieta la vendita di auto a benzina e diesel dal 2030, l’industria automobilistica si sta rapidamente spostando verso l’elettrificazione e altre industrie di ingegneria stanno seguendo da vicino.

Finora il governo ha sostenuto l’espansione dello stabilimento Nissan di Sunderland con un sostegno di 100 milioni di sterline, ma Boyle ritiene che i ministri dovrebbero fornire incentivi ai fornitori per garantire che la tecnologia sviluppata nel Regno Unito venga prodotta anche qui.

Finora, la società tecnologica americana ha raccolto 400 milioni di dollari dai sostenitori, tra cui Breakthrough Energy Ventures di Gates, Amazon di Bezos, BMW e il Canadian Pension Plan Investment Committee.

“Non c’è abbastanza sostegno da parte del governo… La Gran Bretagna ha l’opportunità di fabbricare i prodotti che sviluppa”, ha detto Boyle. Il governo non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Finora, l’attenzione di Turntide si è concentrata sul suo sistema motore intelligente, che è un motore in grado di ridurre di quasi due terzi l’energia consumata dai progetti dei concorrenti esistenti. Evita anche l’uso di costosi minerali di terre rare nella maggior parte dei sistemi di azionamento elettrico.

Il professor Colin Herron ritiene che l’esperienza nel settore dell’elettricità verde nel nord-est dell’Inghilterra non abbia eguali © Mark Pinder/FT

Le sue tre acquisizioni nel nord-est dell’Inghilterra mirano ad espandere la propria esperienza nel settore dei trasporti. L’Hyperdrive a Sunderland utilizza le stesse batterie installate nel Leaf, ma le assembla in un pacco batterie più grande per alimentare macchinari di sollevamento pesante ed eseguire il suo software proprietario.

Il CEO di Hyperdrive Chris Pennison ha dichiarato che il fatturato è raddoppiato durante la pandemia e raggiunge i 30 milioni di sterline quest’anno.La proprietà di Turntide promuoverà ulteriormente lo sviluppo del business. “Ho 20 ingegneri qui e ora posso visitare l’intero team di 100 ingegneri”.

Tecnologia NVIDIA, Turntide ha acquisito l’ultima volta a giugno, progettando e producendo sistemi di alimentazione elettrica per camion, autobus e veicoli ad alte prestazioni. Si trova a Cramlington tra Newcastle e Bryce.

Le tre società servono una vasta gamma di clienti, tra cui Hitachi Railways, Aston Martin e la divisione camion MAN di Volkswagen.

Il successo dipenderà in parte dalla capacità della regione di passare dalle industrie pesanti in passato alle tecnologie verdi in futuro. Helen Golightly, amministratore delegato della Northeast Local Business Partnership, un’agenzia di sviluppo economico regionale, ha affermato che si sta preparando a fornire una forza lavoro ben addestrata.

“C’è una buona base di competenze. Dobbiamo garantire che i lavoratori petroliferi offshore possano essere riqualificati per lavorare in industrie a basse emissioni di carbonio. Stiamo lavorando con le università per garantire che forniscano corsi adeguati per i giovani”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *