Il ministro britannico avverte che il vaccino sui viaggi internazionali “per sempre”

[ad_1]

Aggiornamento vaccino Covid-19

Il segretario ai trasporti britannico ha avvertito che le persone devono essere completamente vaccinate contro il coronavirus per viaggiare “per sempre” tra i paesi.

I commenti di Grant Shapps indicano che la pandemia cambierà in modo permanente il modo in cui le persone viaggiano e, quando le persone attraverseranno le frontiere a tempo indeterminato, le industrie dell’aviazione e del turismo dovranno adattarsi a burocrazia e ispezioni aggiuntive.

Ha affermato che la pandemia ha creato un “nuovo mondo” e spera che i paesi richiedano ai passeggeri di essere completamente vaccinati prima di viaggiare.

“Penso che la doppia vaccinazione o la vaccinazione completa diventeranno una caratteristica permanente. La maggior parte dei paesi, forse tutti i paesi, richiedono la vaccinazione completa per entrare”, ha detto giovedì alla BBC Radio.

Sharps ha anche esortato più giovani a farsi avanti e a farsi vaccinare, avvertendo che non sarebbero stati in grado di viaggiare senza il vaccino.

“Se hai vent’anni e pensi: ‘Oh, questo non ha alcun impatto su di me’, sarà così perché non sarai in grado di lasciare questo paese. Non è quello che sta facendo il governo britannico, ma il mondo ciò che ogni governo richiede”, ha detto a LBC Radio.

Un funzionario della Casa Bianca ha detto questa settimana che il governo degli Stati Uniti è brutta copia Il piano prevede che tutti i turisti stranieri siano vaccinati contro il Covid-19.

Alcune parti dell’industria del turismo hanno già emesso avvertimenti, con il World Travel and Tourism Council che avverte che i requisiti di vaccinazione per i viaggi creeranno “zone proibite” efficaci nella maggior parte del mondo.

“Attualmente, molti paesi meno sviluppati semplicemente non hanno le risorse o le infrastrutture per vaccinare rapidamente le loro popolazioni”, ha affermato il WTTC.

Quando Sharps ha fatto la previsione di cui sopra, il governo ha allentato alcune restrizioni di viaggio per promuovere lo sviluppo tanto necessario dell’industria del turismo.

Passeggeri di ritorno nel Regno Unito dalla Francia Se sono vaccinati, a partire da domenica, non avranno più bisogno di essere messi in quarantena all’arrivo. Questa semplificazione del criticato sistema a semaforo allinea la Francia alle regole di altri paesi “ambra”.

Alcuni paesi, tra cui Germania e Austria, sono stati aggiunti alla lista “verde”, consentendo a tutti (compresi coloro che non sono stati vaccinati) di viaggiare in isolamento. Allo stesso tempo, i centri turistici in India, Qatar ed Emirati Arabi Uniti sono stati rimossi dalla lista “rossa”, il che significa che gli arrivi non dovranno più essere messi in quarantena negli hotel approvati dal governo.

L’industria del turismo ha generalmente accolto con favore la notizia, ma ha esortato i ministri ad andare oltre, in particolare a ridurre le regole sui test che richiedono a tutti coloro che tornano nel Regno Unito dall’estero di sottoporsi a due test, incluso almeno un costoso test PCR.

Sean Doyle, amministratore delegato di British Airways, ha dichiarato: “La ripresa economica del Regno Unito dipende dal boom dell’industria del turismo e attualmente siamo indietro rispetto all’Europa, i nostri requisiti di test sono più severi e la lista rossa è migliore delle nostre controparti europee. È molto più ampio”.

Sharps ha difeso il sistema di test e ha affermato che è “irresponsabile” non verificare la presenza di nuove varianti del coronavirus quando le persone tornano a casa. “Questo è il modo in cui ti proteggi dalla prossima grande variante di cui non siamo a conoscenza”, ha aggiunto.

“Vogliamo che la nostra industria del turismo abbia successo in un mondo ideale… Spero che le persone possano viaggiare liberamente senza oneri, test o altro. Dobbiamo vivere nella realtà, che è diverse varianti del coronavirus Può apparire ovunque”.

Le ultime notizie sul coronavirus

Prestare attenzione al rapporto e all’analisi in loco del “Financial Times” britannico sull’epidemia globale e sulla crisi economica in rapida evoluzione qui.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *