Il ministro britannico sostiene solo gli investimenti cinesi “a nostro vantaggio”

[ad_1]

Aggiornamento sugli investimenti in entrata nel Regno Unito

Lord Grimstone, il Segretario di Stato per gli investimenti nel Regno Unito, ha insistito sul fatto che il Regno Unito non è diventato più protezionista, sostenendo che finché gli investimenti cinesi sono “buoni per noi” e difendendo il settore del private equity contro le società britanniche, gli investimenti cinesi sono i benvenuti .

Il Regno Unito lancerà un programma completo Nuova legge sulla sicurezza nazionale Sulle acquisizioni estere, mentre i ministri cercano di ridurre le società cinesi Settore dell’energia nucleare.

Ma Griston ha dichiarato al Financial Times che gli investimenti esteri hanno aumentato la produttività e creato posti di lavoro ben retribuiti; le nuove regole per lo screening delle offerte estere per le società nazionali stabiliranno regole di base chiare ed “efficaci”.

Grimstone si sta preparando per il “Global Investment Summit” con il tema del verde dopo la Brexit in ottobre e vedrà “il più grande capitale investibile che abbiamo in qualsiasi momento nel Regno Unito”.

Il ministro si è vantato che la Gran Bretagna è il luogo più attraente per gli investimenti esteri nel mondo, ma ha detto che una nuova Legge sulla sicurezza nazionale e sugli investimenti Farà in modo che sia sempre nell’interesse nazionale.

Grimstone, ex presidente della Barclays Bank, ha affermato che la nuova legge chiarirà le regole di base per l’acquisizione di società britanniche, simili allo screening negli Stati Uniti, in Francia, Germania e Australia.

China Telecom Corporation Huawei L’uso della rete di telefonia mobile 5G del Regno Unito è stato vietato e i ministri stanno esplorando modi per escludere le società cinesi di energia nucleare di proprietà statale dalla partecipazione a progetti futuri nel Regno Unito.

Ma Griston ha detto che la Gran Bretagna spera ancora di investire dalla Cina. “Sì, se questo è un buon investimento per noi, è sicuramente il benvenuto”, ha detto. “Non siamo così stupidi e vogliamo fare investimenti che non ci fanno bene”.

preoccupazioni britanniche Politica troppo aperta In termini di acquisizioni estere, la legge sulla sicurezza nazionale e sugli investimenti entrerà in vigore nel gennaio del prossimo anno.

Il nuovo disegno di legge coprirà 17 settori di attività Indagherà anche su qualsiasi investimento in più del 25% di una società britannica che ha attirato l’attenzione. Fondamentalmente, può essere utilizzato retroattivamente per multare le aziende.

“Se vogliamo fare molti nuovi investimenti [the] Il Regno Unito ha la responsabilità di garantire che disponiamo del sistema per garantire che l’investimento che riceviamo sia vantaggioso per noi”, ha affermato Grimstone. “È più efficace, non interventista. “

Ha anche fatto una piena difesa degli investimenti stranieri, affermando che le società britanniche con investitori esteri sono “più produttive, creano più posti di lavoro e posti di lavoro più pagati” rispetto alle controparti nazionali pure.

Alla domanda sulle cosiddette “vendite” di società britanniche sottovalutate, alcune delle quali sono prese di mira da acquirenti di private equity stranieri, Grimstone ha ammesso che l’incertezza della Brexit ha contribuito a deprimere i prezzi delle azioni.

Ma ha detto che la partenza della Gran Bretagna dall’Unione Europea il 1 gennaio – un nuovo accordo commerciale – ha posto fine all’incertezza e ha permesso alle persone di rivisitare il Regno Unito. “Fornisce alle persone un ambiente difficile per giudicare gli investimenti”, ha affermato.

Ha anche difeso gli investitori di private equity stranieri che prendono di mira società comprese le catene di supermercati MorrisonHa detto: “Sono finiti i giorni in cui il private equity era tutto legato alle dismissioni.” “Le migliori società di private equity vogliono costruire, non andare in bancarotta”.

Grimstone ha affermato che il London Investment Summit di ottobre sarà un’opportunità per “srotolare il tappeto verde” e mostrare l’attrattiva del Regno Unito come destinazione di investimento per l’economia verde.

Ha detto che circa 200 dei più grandi investitori del mondo parteciperanno all’evento, che si terrà prima che il Regno Unito ospiti le Nazioni Unite. COP26 Il vertice sui cambiamenti climatici a Glasgow a novembre.

Anche gli investimenti esteri sono fondamentali per stimolare la crescita in regioni come le regioni del centro e del nord; le opportunità in settori come i veicoli elettrici e le energie rinnovabili si stanno moltiplicando.

Ha detto che questo è il “momento migliore” per investire nel Regno Unito, in parte perché la politica del governo si concentra anche sulla decarbonizzazione dell’economia e sul tentativo di “aggiornare” l’economia.

Ha detto: “C’è una tale coincidenza tra le opportunità di investimento nella nuova economia e le priorità di investimento del paese”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *