Il ministro della salute britannico si dimette dopo aver violato le norme sul coronavirus dopo aver baciato gli assistenti Reuters

[ad_1]

5/5

© Reuters. Foto del file: Il ministro della Sanità britannico Matt Hancock partecipa a una conferenza stampa a Downing Street, Londra, Regno Unito, il 1 febbraio 2021. Chris J. Ratcliffe/Piscina via REUTERS

2/5

di Kate Holden

LONDRA (Reuters) – Il ministro della Sanità britannico Matt Hancock si è dimesso sabato per aver violato le norme sul COVID-19 baciando e abbracciando un assistente in ufficio, facendo arrabbiare coloro che hanno vissuto in isolamento, colleghi e pubblico.

Dopo che il recente scandalo ha scioccato un governo che ha supervisionato uno dei più alti tassi di morte ufficiali causati dalla pandemia, Hancock ha scritto al primo ministro Boris Johnson di dimettersi, dicendo di aver deluso le persone.

Sempre più parlamentari conservatori lo hanno invitato privatamente ad andare perché “The Sun” ha pubblicato venerdì una foto di un ministro sposato che abbraccia una donna che ha nominato questa donna come un ruolo finanziato dai contribuenti per rivedere il suo dipartimento.

“Quelli di noi che fanno queste regole devono rispettarle, ed è per questo che devo dimettermi”, ha detto il 42enne in un video su Twitter.

Hancock è sempre stato il centro della lotta del governo contro le pandemie: appare spesso in televisione, dicendo alle persone di rispettare regole rigide e difendere il suo dipartimento dalle critiche sulla sua risposta alla crisi.

Sarà sostituito da Sajid Javid, un ex ministro delle finanze con una vasta esperienza di governo ma che non ha familiarità con la salute. All’inizio del 2020, Javid è stato sconfitto in una lotta di potere con l’alleato più anziano di Johnson all’epoca, Dominic Cummings, ed è stato costretto a lasciare il Dipartimento del Tesoro.

La sua missione è aiutare i servizi sanitari statali a riprendersi dalla pandemia e affrontare eventuali future ondate di infezione. Il numero di casi ha iniziato ad aumentare il mese scorso.

La partenza di Hancock ha segnato anche l’imbarazzo di Johnson, perché venerdì ha detto di aver accettato le scuse di Hancock e credeva che la questione fosse finita.

Sabato ha detto di essersi pentito di aver ricevuto una lettera di dimissioni.

“Dovresti essere estremamente orgoglioso del tuo servizio”, ha scritto in risposta a Hancock. “Vi ringrazio per il vostro sostegno e credo che il vostro contributo al servizio pubblico sia tutt’altro che finito”.

Il mese scorso, The Sun ha mostrato Hancock che baciava il suo assistente nel suo ufficio, quando era contro le regole per le persone avere uno stretto contatto con le persone fuori casa.

tempo di andare

I parlamentari conservatori hanno affermato che molti di loro avevano detto al partito che non potevano più sostenerlo.

Il partito laburista dell’opposizione ha anche messo in dubbio che Hancock abbia violato il codice ministeriale: la donna di questo vecchio amico è stata nominata direttore non esecutivo per rivedere il funzionamento del suo dipartimento.

I media di sabato hanno detto che ora si è dimessa.

Il leader del partito laburista Kil Starmer ha dichiarato su Twitter che Hancock aveva ragione a dimettersi, ma ha aggiunto: “Boris Johnson dovrebbe licenziarlo”.

Con 128.000 morti nel Regno Unito, è stata una delle peggiori contrazioni economiche mai registrate.La pandemia ha scioccato il Regno Unito e Hancock è stato duramente criticato. Nei primi mesi, il suo dipartimento ha lavorato duramente per fornire test e dispositivi di protezione al personale ospedaliero che cura i pazienti.

Tuttavia, il governo è stato incoraggiato dalla rapida introduzione dei vaccini, con l’84% degli adulti che hanno ricevuto un vaccino e il 61% degli adulti che hanno ricevuto un vaccino, molto più avanti della maggior parte dei paesi.

Sebbene il numero di casi abbia iniziato ad aumentare di 18.000 sabato, il vaccino sembra aver indebolito il legame tra infezione e morte e la maggior parte delle restrizioni potrebbe essere revocata prima del 19 luglio.

Nonostante la situazione sia migliorata, le rivelazioni su Hancock hanno scatenato accuse di ipocrisia. Hanno anche accusato l’amministrazione Johnson di essere turbata dal nepotismo.

Hancock ha accolto con favore le dimissioni di uno scienziato senior che ha infranto le restrizioni in modo simile l’anno scorso. È stato anche accusato di aver assegnato contratti COVID a società con stretti legami con il governo. Ha dichiarato che deve agire rapidamente.

Il suo caso riecheggia anche un incidente in cui Cummings ha violato le regole di blocco lo scorso anno. La decisione di Johnson di tenerlo ha suscitato rabbia in tutto il paese e ha minato la posizione del governo.

In quell’incontro, ministri e legislatori hanno espresso il loro sostegno a Cummings attraverso sforzi concertati. Al contrario, sabato quasi nessuno ha difeso Hancock.

Una fonte di Downing Street ha detto che Hancock non è stato costretto a dimettersi. Ha detto in una lettera a Johnson che voleva scusarsi con la sua famiglia e trascorrere del tempo con i bambini.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *