Il ministro francese critica i regolamenti di quarantena “discriminatori” della Gran Bretagna

[ad_1]

Aggiornamento sulla pandemia di coronavirus

Dopo che il ministro francese ha criticato la decisione della Gran Bretagna di mantenere la Francia nella sua categoria, la disputa tra Parigi e Londra sulle restrizioni ai viaggi si è intensificata.

“Questa è una decisione che non ha basi scientifiche ed è discriminatoria”, ha detto giovedì il ministro europeo francese Clement Bona alla radio LCI. “Tutti gli europei, anche i paesi con condizioni di salute più difficili delle nostre a causa della variante Delta… non hanno più bisogno di essere isolati”.

Seguono i commenti di Bona annuncio Mercoledì, tutti i viaggiatori completamente vaccinati provenienti dagli Stati Uniti, dai 26 Stati membri dell’UE e da Norvegia, Islanda e Svizzera saranno esentati dalla quarantena a partire da lunedì, ad eccezione dei viaggiatori provenienti dalla Francia.

Il ministro francese per l’Europa, Clément Beaune, ha dichiarato: “Questa è una decisione che non ha basi scientifiche ed è discriminatoria”, © Martin Bureau/AFP/Getty

Giovedì, il governo britannico ha suscitato confusione sulla logica alla base di queste regole, fornendo informazioni contrastanti sul fatto che fossero basate su dati provenienti dal territorio francese d’oltremare dell’isola della Riunione nell’Oceano Indiano.

Il ministro degli Esteri Dominic Raab ha affermato che la mossa era “basata sulla popolarità della cosiddetta variante Beta, soprattutto nella regione francese della Riunione… che è ovviamente lontana dalla terraferma”.

“L’importante non è la distanza, ma la comodità del trasporto tra le diverse componenti di qualsiasi paese”, ha detto alla BBC oggi Alla domanda sul fatto che l’isola dista circa 9.000 chilometri dalla terraferma francese,

Tuttavia, il Ministero della Salute e dell’Assistenza Sociale Lo ha detto il Financial Times la scorsa settimana La sua valutazione della minaccia Covid in Francia “non è guidata dal caso Reunion”, dove questo ceppo rappresenta circa il 95% dei casi.

I commenti di Raab hanno sorpreso alcune persone nel settore del turismo.

Brittany Ferries dice: “È pazzesco. È come se la Francia colpisse i vacanzieri britannici a causa dell’epidemia di Covid nelle Isole Falkland”.

Poiché la variante Beta apparsa per la prima volta in Sudafrica “continua ad esistere”, il governo ha annunciato all’inizio di questo mese che manterrà una quarantena di 10 giorni per i viaggiatori dalla Francia e rimuoverà le restrizioni su altri paesi dell’UE.

Questa decisione ha causato frustrazione in Francia e ha sorpreso molti ministri a Whitehall. “DHSC è in preda al panico”, ha detto un funzionario del governo.

Scienziati francesi hanno sottolineato che secondo i dati del governo, questo ceppo ha meno del 3% dei casi nella Francia continentale, in calo rispetto al 7% di due mesi fa.

I ministri britannici sperano che la Francia venga rimossa dall’elenco “Amber Plus” in occasione della revisione del sistema di segnali stradali la prossima settimana. Ma i funzionari hanno insistito sul fatto che questa decisione si baserà sulle raccomandazioni del Joint Biosafety Center.

Negli ultimi giorni, ci sono state segnalazioni secondo cui la Spagna potrebbe essere aggiunta allo stesso elenco a causa delle preoccupazioni sull’aumento della prevalenza delle varianti Beta nel paese.

Secondo i dati di Gisaid, una piattaforma in cui i paesi caricano le loro sequenze di virus Covid-19, Beta ha rappresentato l’1,9% dei casi francesi nelle ultime quattro settimane, mentre Spagna 14,2%.

Anche se lunedì Raab si è recato a Parigi per incontrare i suoi omologhi francesi, al momento non è in quarantena perché il suo lavoro diplomatico è stato esentato.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *