Il Partito dei Verdi ha promesso di trasformare la Germania in una “economia sociale ecologica”

[ad_1]

Il Partito dei Verdi tedesco ha approvato domenica un manifesto elettorale, promettendo di trasformare l’economia del paese e raggiungere una transizione verso la neutralità del carbonio entro 10 anni, fino al 2035.

La candidata del partito alla carica di primo ministro Annalena Belbok ha promesso di trasformare la Germania in un'”economia di mercato ecologica e sociale” e ha proposto un “accordo con l’industria tedesca” questo fine settimana. Ha affermato che le aziende che raggiungono la neutralità climatica e localizzano la produzione riceveranno un risarcimento dallo stato.

“Per coloro che pensano che troppa protezione del clima metterà in pericolo la prosperità, voglio dire: sì, in passato, la nostra prosperità si basava sulla combustione di carbone, petrolio e gas naturale. Ma il 20° secolo è finito”, ha detto Balbok. “Il mercato in futuro sarà climaticamente neutro… La domanda non è se questo accadrà, ma chi farà il meglio. Spero che siamo in prima linea”.

Lei e il suo partito sono stati esaminati prima delle elezioni parlamentari di settembre di quest’anno, che non solo segnano la fine dei 16 anni di Angela Merkel come primo ministro, ma testimoniano anche che l’Eco-Partito diventa la prima posizione in Germania.

Dopo Baerbock, il Partito dei Verdi ha scatenato un’ondata di popolarità Nominare Ma i concorrenti credono che il suo piano climatico farà spendere di più le persone, in termini di carburante e voli.

Dopo un feroce attacco dei democristiani di centrodestra e socialdemocratici di centrosinistra della Merkel, il Partito dei Verdi si è classificato al sesto posto in uno stato elezione lo scorso fine settimana. Sono scesi al 22% Sondaggi, La CDU ancora una volta è in cima alla lista, con il 28%.

Allo stesso tempo, Balbok cadde in critica Ritardo nel segnalare entrate aggiuntive e abbellire il suo curriculum.

La CDU e il Partito socialdemocratico sono da tempo i partiti dominanti in Germania e sono cauti sull’ascesa del verde: hanno criticato il piano di carbon tax da 60 euro per tonnellata, ritenendo che abbia gravato pesantemente sui cittadini a basso reddito. I leader verdi hanno lavorato duramente per trasmettere il loro messaggio che costerà ai cittadini solo pochi centesimi in più rispetto all’attuale piano del governo.

I delegati alla riunione di questo fine settimana hanno generalmente sostenuto Belbok, anche se la sua giovane base di sinistra si è lamentata del fatto che il piano della leadership fosse troppo modesto. I delegati hanno respinto la loro proposta di aumentare ulteriormente il prezzo del carbonio e hanno sostenuto un piano di spesa di 500 miliardi di euro basato sulla proposta verde nei prossimi 10 anni per allentare il freno all’indebitamento della Germania.

Per modificare la legge sul debito contenuta nella costituzione è necessario il sostegno di due terzi del parlamento e gli analisti dubitano che il Partito dei Verdi possa garantirlo.Ma il partito è desideroso di scuotere le sue azioni Divieto (The Ban Party) si presenta come un promotore dell’innovazione e della giustizia sociale.

Questo non ha cambiato il tono dell’attacco.Venerdì, un gruppo di pressione chiamato “Nuova iniziativa per l’economia sociale di mercato” lo farà pubblicità In quasi tutti i principali giornali Belbok, con indosso una veste verde, è raffigurato come Mosè, con in mano due steli di pietra con scritti i “nuovi” dieci comandamenti, tra cui il divieto di volare e l’uso di veicoli a combustibili fossili.

Nel pubblicizzare il suo piano economico, Belbok ha fatto chiaramente riferimento al piano infrastrutturale da 1,9 trilioni di dollari del presidente degli Stati Uniti Joe Biden e ha chiesto “un’alleanza transatlantica climaticamente neutra”.

Ha anche fatto alcune osservazioni dure sulla politica estera dell’Europa e della Germania, ha criticato la compiacenza dell’UE per l’acquisto da parte della Cina di infrastrutture europee e ha ribadito il suo rifiuto del sostegno di Berlino al controverso gasdotto Beixi 2. “L’Europa si è svenduta. Tuttavia, siamo la più grande comunità economica del mondo”, ha detto. “Abbiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per stabilire i nostri standard… Se non diventiamo più sovrani, altri prenderanno decisioni per noi”.

Sebbene spingere per una posizione più dura contro Cina e Russia possa essere una buona cosa per molti a Washington, il Partito dei Verdi ha anche promesso di rinegoziare l’impegno della Germania nei confronti della NATO di spendere il 2% del suo budget per la difesa.La mossa potrebbe non essere accolta con favore dal Amministrazione Biden. .

Stefan Müller, il direttorio parlamentare della CSU, il partito gemello bavarese della CSU, vede la nuova piattaforma come “un controllo statale ridistribuito e completo e una combinazione di sinistra vecchio stile onnisciente moralizzata”.

Achim Post, il vice capo del gruppo parlamentare SPD, lo ha definito uno “sciocco della politica fiscale” e ha affermato di essere “dominato dal principio della speranza piuttosto che dal realismo”.

Baerbock ha sorriso e ha riconosciuto le difficoltà del futuro dopo che il 98% dei rappresentanti sulla piattaforma ha votato. “Questa è la parte facile”, ha detto. “Ora è iniziata la vera campagna”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *