Il Partito Laburista esorta il Partito Conservatore a rivelare i membri del club dei donatori segreti

[ad_1]

Aggiornamento sul finanziamento dei partiti politici nel Regno Unito

Domenica, il Partito Laburista ha invitato il Partito Conservatore ad annunciare i nomi delle persone che partecipano al “Comitato consultivo” del Club segreto dei donatori conservatori, avvertendo che il partito al governo nel Regno Unito ha “serie domande” a cui è necessario rispondere in contattare la dirigenza senior di Boris. amministrazione Johnson.

di venerdì, Rivelato il “Financial Times” britannico Il Consiglio di Amministrazione tiene regolarmente riunioni e teleconferenze con Johnson e il Cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak. Alcuni membri del club fondato dal copresidente conservatore Ben Elliot hanno donato almeno £ 250.000 al Partito conservatore.

Secondo un donatore, alcuni donatori partecipanti all’organizzazione hanno utilizzato queste discussioni per chiedere tagli alla spesa pubblica e abbassare le tasse.

La presidente del partito laburista Anneliese Dodds sta scrivendo alla copresidente del partito conservatore Amanda Millin, chiedendo al partito di spiegare il funzionamento del comitato e di annunciare l’elenco dei ministri del governo e dei donatori che partecipano all’organizzazione.

“Lei chiarisce che il funzionamento di questo cosiddetto “comitato consultivo” e il ruolo del signor Elliott nel fornire alla potente élite l’accesso esclusivo al Primo Ministro e al Primo Ministro sono nell’interesse pubblico, puramente a causa del loro status di Partito Conservatore donatori. ”, ha scritto Dodds nella lettera.

“I conservatori devono chiarire quali diritti di accesso ha questo gruppo, usano quell’accesso per fare lobby e perché sembra esserci una regola per il partito conservatore di alto livello e un’altra per tutti gli altri”.

Il partito conservatore ha dichiarato che le attività di raccolta fondi del partito non hanno nulla a che fare con le politiche del governo. “Le politiche del governo non saranno mai influenzate dalle donazioni ricevute dal partito. Sono completamente indipendenti”, ha detto un portavoce in risposta al rapporto originale di venerdì del Financial Times sul comitato consultivo.

“Le donazioni al Partito conservatore sono state annunciate in modo corretto e trasparente al comitato elettorale, da loro annunciato e nel pieno rispetto della legge. La raccolta fondi è una parte legittima del processo democratico”, ha aggiunto il portavoce.

Il Partito Laburista ha affermato che le ultime notizie su Elliott e le attività di raccolta fondi del Partito Conservatore facevano parte di una serie di scandali di “lobby” che hanno travolto il governo Johnson.

Mentre l’ex primo ministro David Cameron ha esercitato pressioni sui ministri per conto del finanziere screditato Lex Greensail e della sua società Greensail Capital, il partito conservatore è stato messo sotto pressione.

Indagine ufficiale Insomma Il mese scorso, Greensail ha goduto di un rapporto “a volte molto privilegiato” con il governo britannico, sebbene le idee del finanziere australiano sul finanziamento della catena di approvvigionamento non abbiano portato benefici evidenti al paese.

Dodds ha dichiarato: “Il modo in cui Boris Johnson e i suoi amici fanno affari non sembra riguardare ciò che è giusto, ma ciò a cui possono sfuggire”. “Non puoi stabilire una regola per il partito conservatore senior e i suoi amici. Tutti gli altri fa un’altra regola.”

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *