Il portavoce dei talebani ha detto che “la guerra in Afghanistan è finita”

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: Mohammad Naeem, portavoce dell’Ufficio politico dei talebani, parla a una conferenza stampa congiunta a Mosca, Russia, 19 marzo 2021. Alexander Zemlianichenko/Piscina via REUTERS

Il Cairo (Reuters)-Un portavoce dell’ufficio politico dei talebani ha annunciato domenica la fine della guerra in Afghanistan e ha chiesto relazioni pacifiche con la comunità internazionale.

In un’intervista ad Al Jazeera, il portavoce Mohamed Naeim ha affermato che i talebani non vogliono vivere in isolamento e che presto sarà chiaro il tipo di governo e la forma di potere.

Naeem ha aggiunto che l’organizzazione rispetta i diritti e la libertà di espressione delle donne e delle minoranze etniche nella legge islamica.

Naim ha affermato che i talebani sperano di stabilire relazioni pacifiche e sono desiderosi di sviluppare i vari canali di comunicazione che sono stati stabiliti con l’estero.

“Chiediamo a tutti i paesi e le entità di lavorare con noi per risolvere eventuali problemi”, ha detto in un’intervista ad Al Jazeera.

I ribelli talebani sono entrati a Kabul domenica e il presidente Ashraf Ghani ha lasciato l’Afghanistan, esprimendo il suo desiderio di evitare spargimenti di sangue, che ha permesso ai militanti islamici di avvicinarsi alla conquista del paese 20 anni dopo essere stati rovesciati da un’invasione guidata dagli Stati Uniti.

Naim ha affermato che l’approccio dei talebani non ha preso di mira le istituzioni diplomatiche o il quartier generale e che l’organizzazione avrebbe fornito sicurezza ai cittadini e alle missioni diplomatiche.

La fuga di Gani è stata inaspettata: “Nemmeno le persone intorno a lui se lo aspettavano”, ha detto Naim.

“Siamo pronti ad avere un dialogo con tutti gli afgani e faremo in modo che ricevano la protezione necessaria”, ha detto ad Al Jazeera Mubasier.

Ha detto che i talebani hanno visto i frutti dei loro 20 anni di duro lavoro e sacrifici e adotteranno una politica di non interferenza negli affari interni di altri paesi in cambio della non interferenza in Afghanistan.

“Abbiamo raggiunto l’obiettivo che cercavamo, ovvero la libertà del nostro Paese e l’indipendenza del nostro popolo”, ha affermato. “Non permetteremo a nessuno di usare la nostra terra per prendere di mira nessuno e non vogliamo ferire gli altri”.

“Non pensiamo che le truppe straniere ripeteranno di nuovo il loro fallimento in Afghanistan”.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *