Il presidente tunisino mette in subbuglio il primo ministro tunisino

[ad_1]

Aggiornamento Tunisia

La nascente democrazia tunisina sta affrontando la più grande crisi degli ultimi dieci anni, dopo che il presidente ha licenziato il primo ministro e sospeso il parlamento per la rabbia per l’aumento dei casi di coronavirus.

Gli oppositori del presidente Keith Said hanno descritto il licenziamento come un colpo di stato, violando la costituzione dell’unico paese democratico del mondo arabo.

Migliaia di persone si sono precipitate in strada domenica notte per celebrare l’annuncio di Said che avrebbe licenziato il primo ministro Hichem Mečić e sospeso le riunioni per 30 giorni. Said è stato visto come un populista e un outsider politico, e si è unito alla folla sul viale principale nel centro della Tunisia.

“Avviso chiunque pensi di usare un’arma… Non importa chi spara, l’esercito risponderà con i proiettili”, ha detto. Said ha detto che se il parlamento è in “imminente pericolo”, la costituzione gli consente di sospendere il parlamento.

La rivoluzione in Tunisia nel 2011 ha innescato una rivolta in tutto il mondo arabo, ha posto fine al governo autocratico di Zein al-Abdine Ben Ali e ha inaugurato una nuova era di politica multipartitica. Sebbene la Tunisia sia considerata l’unica democrazia tra i paesi arabi, l’epidemia sta mettendo alla prova i limiti del suo sistema politico che è stato a lungo rotto dalle controversie.

La mossa del presidente arriva in un momento in cui i casi di Covid-19 sono aumentati e la rabbia della gente per l’incapacità del governo di affrontare il deterioramento della situazione sanitaria è in aumento.

In precedenza, si erano verificati mesi di litigi politici tra il presidente, il primo ministro e il presidente del parlamento e il leader del “Partito democratico musulmano” Nahda Rached Ghannouchi.

Ganucci ha accusato Said di aver lanciato un colpo di stato “contro la rivoluzione e la costituzione”.

Veicoli militari hanno circondato la manifestazione e l’esercito ha impedito a Ghannouchi di entrare quando è arrivato lunedì mattina presto per condurre una riunione per contestare la mossa del presidente. Ha invitato le persone a scendere in piazza per resistere al “golpe”.

Said ha anche annunciato un piano per privare i membri del parlamento dall’accusa domenica sera e ha detto che avrebbe rilevato l’ufficio del procuratore di stato.

La Tunisia è governata da una serie di deboli governi di coalizione dal 2011. Questi governi hanno lavorato duramente per infondere l’economia morente del paese. Questi governi sono stati soggetti a disordini politici, una serie di attacchi terroristici contro l’industria del turismo e il recente Covid -19 Distruzione completa.

Dopo il caos in 29 centri di vaccinazione di nuova apertura, la scorsa settimana Said ha chiesto ai militari di assumere la gestione della risposta alla pandemia del paese.

Gli analisti affermano che i governi successivi non sono riusciti a risolvere il deterioramento della crisi economica, che ha indebolito la fiducia del pubblico nel sistema politico. La discordia in parlamento è aumentata nell’ultimo anno, portando talvolta a litigi tra i membri in televisione, esacerbando così la situazione.

Un litigio con il presidente che da gennaio si è rifiutato di prestare giuramento a 11 nuovi ministri ha ulteriormente indebolito il governo Mechichi.

Said è un costituzionalista e commentatore televisivo, non ha precedenti esperienze politiche, dalla sua elezione nel 2019 non ha nascosto la sua disapprovazione del sistema politico del partito e preferisce un sistema politico in cui il presidente ha più potere.

Sebbene il debito della Tunisia sia in aumento e la situazione economica sia fragile, le differenze politiche hanno reso difficile raggiungere un accordo sul prestito di 4 miliardi di dollari del FMI.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *