Il private equity aumenta nel boom degli alloggi nel Regno Unito

[ad_1]

Poiché il private equity ha scommesso sulla domanda dopo la pandemia, il boom degli alloggi nel Regno Unito guidato da rigide restrizioni internazionali ha stimolato l’aumento della valutazione dei parchi vacanze e dei caravan park.

CVC Capital Partners diventa l’ultimo gruppo di acquisizione ad investire in questo settore 250 milioni di sterline La scorsa settimana, ha stretto un accordo con l’operatore di parchi vacanze in perdita Away Resorts e Roompot, proprietario del parco sostenuto da KKR, ha accettato di acquisire Landal GreenParks dalla società di resort Awaze per oltre 1 miliardo di euro.

A causa delle restrizioni sui viaggi internazionali, il costo delle vacanze all’estero è aumentato di centinaia di sterline e le spese per le vacanze di alcuni operatori in parchi, ville e campeggi per camper nel Regno Unito hanno raggiunto livelli record.

“Non abbiamo mai avuto un’estate così richiesta”, ha affermato Henrik Kjellberg, CEO di Awaze, che possiede i fornitori di servizi per le vacanze Hoseasons e Cottages.com. Ha affermato che la crescita costante del settore prima della pandemia era in parte dovuta alla soleggiata estate del 2018, che “accelererà sicuramente”.

Il governo ha lanciato un “Lista di controllo verde” A causa dell’incertezza dei viaggi verso alcune delle località più famose del Mediterraneo, le destinazioni sicure questa settimana aumenteranno ulteriormente la domanda di vacanze domestiche.

La vendita del Roompot olandese a KKR nel giugno dello scorso anno ha segnato un rinnovato investimento nel settore europeo, poiché i timori di recessione economica sono stati colpiti nelle prime fasi della pandemia. In tempi di incertezza economica, la flessibilità dei villaggi turistici nazionali ha spinto i proprietari a considerare la vendita.

Secondo Sky News, Park Holidays e Verdant Leisure sono state vendute dai loro proprietari di private equity, mentre gli investitori riferiscono che la valutazione del settore è aumentata vertiginosamente in risposta alla domanda dei consumatori.

A febbraio, la società di investimento americana Blackstone ha acquisito Bourne LeisurePossedendo Butlin’s e Haven a febbraio per circa 3 miliardi di sterline, la valutazione della società è quasi 12 volte superiore ai guadagni del 2019.

Il valore della transazione Landal supera il prezzo di acquisto dell’intera attività di Awaze quando è stata venduta a Platinum Equity per 1,3 miliardi di dollari nel 2018.

Un investitore di private equity, considerando l’acquisizione di Away Resorts, ha dichiarato che la società ha registrato un fatturato di 4,9 milioni di sterline nel 2019 e una perdita ante imposte di 5,6 milioni di sterline, aggiungendo che l’aumento dell’interesse da parte degli investitori istituzionali sta portando a valutazioni “forti”.

Nell’ambito dell’accordo di circa 3 miliardi di sterline di Bourne Leisure a febbraio, il parco vacanze di Butlin è stato acquisito dalla società di investimento americana Blackstone © Tolga Akmen/FT

Una delle attrattive per l’azienda acquisita è la domanda di clienti facoltosi, disposti a spendere di più per strutture migliori. Kjellberg ha affermato che Awaze sta aggiungendo vasche idromassaggio e “bungalow di fascia alta” per attirare i turisti.

Andrew Bracey, partner di Midlothian Capital Partners e presidente di Park Leisure, ha affermato che quest’anno molti turisti facoltosi hanno scelto di soggiornare in luoghi come la Cornovaglia e lo Shropshire in Europa.

“Pertanto, le persone stanno considerando la valutazione del settore”, ha detto. “Anche se non aumentano i prezzi, il flusso di cassa di queste società è più sicuro.

“Come mi ha spiegato mia suocera quando avevo 20 anni quando possedevo un piccolo parco a Barmouth, nel Galles del nord… La quota della sede viene pagata prima di Natale, che è la metà del flusso di cassa dell’anno prossimo, e il resto si accumula durante tutto l’anno.”

Secondo il British Tourism Board, la spesa turistica nazionale di quest’anno dovrebbe raggiungere i 51,4 miliardi di sterline, con un aumento del 51% rispetto al 2020, ma comunque inferiore del 44% rispetto al livello del 2019, poiché il blocco ha chiuso le attività durante il redditizio periodo pasquale. .

Carl Castledine, CEO di Away Resorts, ha affermato che la vendita è ora “finita”. [that of] Nel 2019″, ha aggiunto, la società “richiede anche prezzi elevati.” Awaze ha dichiarato che sta cercando di posticipare le prenotazioni al prossimo anno poiché è quasi a pieno regime nel 2021.

Villaggi turistici in Galles

La domanda di case vacanza e roulotte è salita alle stelle e Robinsons Caravans afferma che molti clienti spendono più di £ 30.000 per il loro primo acquisto © Paul Ellis/AFP/Getty

Un altro fattore che guida l’interesse degli investitori per le attività domestiche per le vacanze nel Regno Unito è la crescente domanda di case vacanza e roulotte.

Robinsons Caravans ha affermato che il numero di nuovi clienti è aumentato del 20% quest’anno e il numero di clienti sotto i 40 anni ha continuato ad aumentare. Rispetto allo stesso periodo del 2020, le vendite totali per l’anno conclusosi il 14 giugno sono aumentate del 47%. Il mercato di fascia alta ha speso più di £ 30.000 per il primo acquisto”, ha aggiunto.

Park Holidays ha affermato che la “crescita sostanziale” della domanda di case vacanza è “particolarmente importante perché dimostra un impegno a lungo termine per le vacanze in questo paese”. Ha aggiunto che la burocrazia della Brexit ha fatto sì che le persone smettessero di fare acquisti all’estero e che i consumatori che cercavano di lavorare in remoto da sedi abbiano aumentato le vendite.

La società ha rifiutato di commentare la potenziale vendita. Il suo attuale proprietario, Intermediate Capital Group, ha acquisito l’attività nel 2017 per 362 milioni di sterline.

Neil Devaney, co-responsabile della ristrutturazione dello studio legale Weil, Gotshal & Manges, ha affermato che le questioni ambientali rendono l’acquisto di una società di resort nazionali un saggio investimento a lungo termine. Ha detto: “Secondo me, le persone alla fine mangeranno meno carne e le persone trascorreranno meno tempo in vacanza all’estero, in particolare i viaggi a lunga distanza. Questo è inevitabile secondo me”.

L’analista di Bernstein Richard Clarke ha ancora sottolineato che una volta revocate le restrizioni sulla pandemia, la domanda di viaggi all’estero inevitabilmente riprenderà: “L’idea che le persone non vadano più a New York e Parigi per le vacanze, non credo possa reggere. Smettila.”

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *