Il profitto di Chevron supera le aspettative, si unisce alla marea di riacquisto di azioni Reuters

[ad_1]

© Reuters. File foto: segno della stazione di servizio Chevron visto a Del Mar, in California, il 25 aprile 2013. REUTERS/Mike Blake/File Photo

Shalihan

(Reuters)- Chevron La società (NYSE:) ha annunciato venerdì il suo più alto profitto in sei trimestri e si è unita alla corsa precipitosa dell’industria petrolifera per premiare gli investitori attraverso il riacquisto di azioni, poiché il rimbalzo dei prezzi ha portato a grandi guadagni e flusso di cassa, il livello prima dell’epidemia. I prezzi di scambio di petrolio e gas naturale sono vicini ai massimi pluriennali poiché il consumo di carburante ha eliminato le perdite dovute alla pandemia ed è aumentato a causa della domanda meteorologica. L’Opec ha deciso di estendere il limite di produzione fino al prossimo anno, mantenendo il prezzo della transazione petrolifera sopra i 70 dollari al barile.

Chevron ha tagliato le spese lo scorso anno, consentendo ai profitti di fluire a più di 50 dollari al barile. I funzionari hanno affermato che costi inferiori e prezzi più elevati hanno generato il flusso di cassa più elevato in due anni, consentendo alla società di ridurre il debito e riprendere i riacquisti di azioni. Il CEO Michael Wirth ha dichiarato in una dichiarazione che i riacquisti di azioni proprie in questo trimestre riprenderanno a un tasso compreso tra 2 e 3 miliardi di dollari USA all’anno, che è circa la metà del tasso di interesse annuale previsto. Poiché la pandemia ha ridotto la domanda di petrolio, la società ha sospeso gli acquisti all’inizio dello scorso anno.

“Grazie alla solida performance operativa e finanziaria e alle basse spese in conto capitale, il nostro flusso di cassa libero è il più alto in due anni”, ha affermato Voss in una nota.

Per il trimestre conclusosi il 30 giugno, la produzione di petrolio e gas è stata di 3,18 miliardi di dollari, rispetto a una perdita di 6,09 miliardi di dollari nello stesso periodo dello scorso anno. Il secondo produttore statunitense ha venduto il suo petrolio statunitense a 54 dollari al barile nell’ultimo trimestre, rispetto ai 19 dollari al barile di un anno fa. La produzione totale di petrolio e gas naturale è aumentata del 5% rispetto a un anno fa, raggiungendo i 3,13 milioni di barili al giorno.

La sua attività di raffinazione ha generato un utile di 839 milioni di dollari USA, rispetto a una perdita di 1,01 miliardi di dollari USA un anno fa. A causa dei bassi margini di profitto del business asiatico, il business statunitense rappresenta la stragrande maggioranza dei profitti operativi. Chevron, insieme a Royal Dutch Shell (LON:), TotalEnergies ed Equinor, ha ripreso i riacquisti di azioni per premiare gli investitori. I prezzi del greggio fino a giugno di quest’anno sono aumentati del 57%, mentre i prezzi della raffinazione e dei prodotti chimici duramente colpiti sono migliorati e i tassi di utilizzo degli impianti e i margini di profitto sono aumentati per lo più. La società ha registrato un utile rettificato di 3,27 miliardi di dollari, o 1,71 dollari per azione, rispetto a una perdita di 2,92 miliardi di dollari, o 1,56 dollari per azione, nello stesso periodo dello scorso anno. Il risultato di un anno fa include svalutazioni. Secondo il consenso di otto analisti Zacks, i guadagni hanno superato le aspettative di Wall Street per un profitto di $ 1,50.

Il prezzo delle azioni ha chiuso a $ 102,57 giovedì ed è aumentato del 17% finora quest’anno.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *