Il Regno Unito acquisirà start-up per promuovere lo sviluppo del settore tecnologico in modo più ampio

[ad_1]

Il governo britannico prevede di detenere grandi quote in promettenti start-up britanniche come parte di uno sforzo più ampio per sostenere l’industria tecnologica, compresa la revisione delle regole della concorrenza e l’emissione di “visti per nuove tecnologie” per attirare talenti.

Martedì il Cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak inviterà fondatori e imprenditori tecnologici al vertice e lancerà il Future Fund Breakthrough, un fondo da 375 milioni di sterline che investirà in un piccolo numero di speranze per crescere rapidamente in ricerca e sviluppo -aziende ad alta intensità.

Il fondo è stato lanciato un mese dopo che l’industria tecnologica britannica ha registrato un raccolto eccezionale: la startup di digital banking con sede a Londra Revolut è diventata la società tecnologica privata più preziosa nella storia del Regno Unito. Nuova raccolta fondi La valutazione della società è di 33 miliardi di dollari USA. Ulteriore spinta è la società britannica di tecnologia finanziaria Wise (ex TransferWise) quotata a Londra la scorsa settimana, con un valore di mercato di oltre 8 miliardi di sterline.

Il governo spera di supportare i nuovi campioni digitali del Regno Unito per competere con i concorrenti statunitensi e cinesi e prevede di pubblicare una serie di annunci nelle prossime settimane per supportare le start-up e aiutare a sviluppare aziende promettenti in tecnologia, scienze della vita e altri campi innovativi . Gli sforzi del governo includeranno la partecipazione diretta al capitale della società attraverso future scoperte del fondo.

A differenza della versione precedente del fondo (lanciato nell’aprile 2020), il nuovo piano non è progettato per supportare le aziende colpite dalla pandemia. Sosterrà invece le aziende britanniche che hanno bisogno di finanziamenti per la ricerca e lo sviluppo per accelerare l’implementazione di tecnologie innovative.

Le aziende ammissibili devono raccogliere almeno 20 milioni di sterline da investitori privati ​​in un evento di raccolta fondi pianificato.

Il governo sta lavorando anche al nuovo”Dipartimento di marketing digitaleSecondo persone che hanno familiarità con la questione, questo serve a indebolire il dominio dei principali gruppi tecnologici statunitensi come Google e Apple.

Si spera che il nuovo regolatore della concorrenza apra il mercato per le start-up più piccole del Regno Unito garantendo un accesso facile ed equo all’app store e sfidando il potenziale uso sleale di pacchetti di software e transazioni di licenza. Le grandi aziende riceveranno una “posizione strategica di mercato” e un codice di condotta e potrebbero incorrere in multe fino al 10% delle entrate.

Per affrontare le preoccupazioni dei dirigenti tecnici, hanno avvertito della carenza di programmatori qualificati e altri dipendenti dopo che la Brexit ha posto fine alla libera circolazione del personale dell’UE e il governo sta coordinando lo sviluppo di un sistema dettagliato per i nuovi visti.

Ciò consentirà agli “imprenditori di talento” di vivere e lavorare nel Regno Unito. Nell’ambito del programma “Innovator Visa”, se gli imprenditori sono approvati da un “istituto accreditato” o ricevono fondi da un istituto accreditato, verrà concesso loro un visto. Ci sono più di 50 istituzioni accreditate con questo sistema che possono rilasciare visti.

È in fase di sviluppo un sistema separato per “ampliare i visti” per aiutare le aziende tecnologiche in rapida crescita a reclutare dipendenti di talento dall’estero.

Dominic Hallas, il direttore esecutivo di Coadec, che rappresenta le start-up del Regno Unito, ha commentato le iniziative del governo: “L’anno scorso è stato molto positivo. La domanda più grande ora è come garantire che l’agenda normativa non nasconda tutti i progressi”.

Mentre il Ministero delle Finanze sta pianificando, il Ministro del Commercio Kwasi Kwarteng lancerà 10 punti la prossima settimana Strategia di innovazione, Per supportare la prossima generazione di tecnologie nel Regno Unito, come la quantistica, le scienze della vita, la genomica, la robotica e l’intelligenza artificiale.

Le proposte includono il miglioramento dei canali di finanziamento per le aziende in rapida crescita ma rischiose e la riduzione della burocrazia che ostacola lo sviluppo di alcune industrie.

Il ministero delle Finanze ha rifiutato di commentare.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *