Il regolatore nucleare avverte del riavvio del reattore nordcoreano

[ad_1]

Aggiornamento sulle tensioni nucleari della Corea del Nord

L’organismo di vigilanza nucleare delle Nazioni Unite ha avvertito che la Corea del Nord sembra aver riavviato il suo più grande reattore nucleare, il che rappresenta un’altra sfida alla sicurezza per Joe Biden, poiché il presidente degli Stati Uniti è sottoposto a tremende pressioni a causa della crisi in Afghanistan.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha affermato in un rapporto che dall’inizio di luglio il reattore nucleare di Yongbyon aveva “segni operativi coerenti con le sue condizioni operative” e ha affermato che ci sono stati segnali che il reattore potrebbe essere stato riavviato “profondamente preoccupante”.

Il rapporto ha segnato il primo segno di un’operazione a Yongbyon, circa 90 chilometri a nord di Pyongyang, tra i due vertici tra Kim Jong Un e l’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel dicembre 2018.

Secondo il rapporto, gli ultimi segnali di attività includono il vapore in uscita dall’impianto che serve il laboratorio radiochimico del sito, operativo da febbraio a luglio. Quindi scaricare l’acqua di raffreddamento.

“Questo periodo operativo è coerente con le attività di ritrattamento precedentemente annunciate dalla Corea del Nord [Democratic People’s Republic of Korea] Emissioni di combustibile irraggiato. .. Reattore”, ha affermato l’Agenzia internazionale per l’energia atomica.

Ha aggiunto che nel 2003, 2005 e 2009, la Corea del Nord ha annunciato attività di ritrattamento nei laboratori, ciascuna delle quali è durata circa cinque mesi.

Il principale impianto nucleare della Corea del Nord a Yongbyon è la chiave Chip di contrattazione Kim si è offerto di scambiare in cambio di Washington per revocare le sanzioni. Nonostante tre incontri faccia a faccia e scambi di note, la proposta di King di distruggere la struttura non è stata accettata.

Gli analisti hanno sottolineato che il riavvio delle attività di Yongbyon potrebbe preludere al primo passo di Pyongyang verso la pace. aggiornamento Ostilità militari per allentare le sanzioni.

Leif Eric Easley, professore di studi internazionali presso la Ewha Womans University di Seoul, ha dichiarato: “Dal momento che la Corea del Nord sa che tali attività nucleari sono facili da rilevare, le persone devono chiedersi se venderanno di nuovo Yongbyon”. “Ma anche se Pyongyang sta valutando di riprendere i negoziati… potrebbe iniziare con un test missilistico invece di un contatto diplomatico”.

Van Jackson, un ex funzionario del Pentagono presso la Victoria University di Wellington, in Nuova Zelanda, ha affermato che la riapertura di Yongbyon ha confermato la traiettoria del miglioramento della Corea del Nord “la sopravvivenza della sua deterrenza nucleare manca di un’alternativa affidabile”.

“In un certo senso, ha creato delle ricariche artificiali, proprio come gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni alla Corea del Nord alla fine dell’era Obama per dare al suo successore delle ricariche artificiali”, ha detto Jackson.

Dal suo insediamento, l’amministrazione Biden Completata la revisione Decidere sulla sua politica della Corea del Nord e insistere per essere aperti ai negoziati, nonostante le critiche secondo cui la Corea del Nord, che possiede armi nucleari, non è in prima linea nella politica estera di Washington.

Yang Maojin, professore all’Università degli studi coreani, ha affermato che sono necessarie informazioni più specifiche per determinare se la Corea del Nord sta estraendo plutonio per armi a Yongbyon.

Yoon ha aggiunto che mentre il riavvio causerà preoccupazioni a Washington, gli Stati Uniti devono affrontare questioni più urgenti, incluso il ritiro dal suo Esercito dall’Afghanistan E la pandemia di coronavirus.

Il riavvio di Yongbyon è anche nel recente rapporto delle Nazioni Unite che la tecnologia di recupero di Pyongyang Cooperazione con l’Iran Per quanto riguarda lo sviluppo di missili balistici a lungo raggio. I funzionari di Teheran hanno negato queste affermazioni.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *