Il regolatore tedesco avvia un’indagine antitrust contro Apple

[ad_1]

Il regolatore antitrust tedesco ha avviato un’indagine per stabilire se Apple abbia stabilito una posizione di mercato dominante attraverso il suo “ecosistema digitale”, diventando così il quarto gigante tecnologico americano preso di mira dall’agenzia quest’anno.

L’Ufficio federale tedesco per i cartelli ha utilizzato la nuova legge sulla concorrenza per le piattaforme digitali promulgata a gennaio per lanciare quest’anno un’offensiva efficace contro le grandi aziende tecnologiche. Negli ultimi mesi ha avviato indagini anche su Facebook, Google e Amazon.

Il regolatore ha detto lunedì che studierà se Apple svolgerà un ruolo di primo piano nel mercato integrando prodotti hardware (da iPhone e computer a tablet e dispositivi indossabili) con servizi digitali come App Store, iCloud o Apple Music.

Il primo passo dell’indagine è determinare se la società “ha la massima importanza in ogni mercato”.

L’agenzia ha dichiarato in una nota: “Un ecosistema che abbraccia vari mercati può indicare che un’azienda ha una tale posizione”.

Andreas Mundt, capo dell’agenzia, ha dichiarato: “Oltre a valutare la posizione dell’azienda in queste aree, esamineremo anche la sua ampia integrazione a più livelli di mercato, la portata delle risorse tecniche e finanziarie e l’accesso ai dati”.

Ha detto che uno dei principali obiettivi dell’indagine sarà l’App Store, “perché consente ad Apple di influenzare le attività commerciali di terze parti in vari modi”.

L’agenzia ha affermato che in base alle sue scoperte, potrebbe esaminare i reclami presentati da vari gruppi al fine di perseguire ulteriori contenziosi contro la società da 2,2 trilioni di dollari della Silicon Valley.

Una delle lamentele è arrivata dagli sviluppatori di app che si sono opposti alla preinstallazione delle proprie app da parte di Apple e hanno richiesto agli sviluppatori di utilizzare il suo sistema di acquisto in-app, che addebita una commissione del 30%.

L’altro proviene dalle industrie pubblicitarie e dei media, che si lamentano delle limitazioni del nuovo sistema operativo iOS 14.5 sul tracciamento degli utenti.

L’Ufficio federale dei cartelli ha affermato che coordinerà tali indagini con la Commissione europea e altri regolatori della concorrenza. “Finora, non è stata presa alcuna decisione per avviare ulteriori procedure”, ha affermato.

Apple ha dichiarato che la sua “economia delle app iOS” supporta più di 250.000 posti di lavoro in Germania e il suo App Store offre “agli sviluppatori tedeschi di tutte le dimensioni un’uguale opportunità di condividere il loro entusiasmo e creatività con gli utenti di tutto il mondo”. Ha aggiunto che la Germania ospita il più grande centro di ingegneria di Apple in Europa e attende un “dialogo aperto” su eventuali preoccupazioni delle autorità antitrust.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *