Il ritorno di Trump nell’arena politica ha lasciato litigare i repubblicani

[ad_1]

Donald Trump è tornato sulla scena politica nazionale sabato sera a una fiera della contea nella piccola città di Wellington, Ohio, dove i residenti si sono messi in fila e hanno decorato le loro case in rosso, bianco e blu per celebrare l’arrivo dell’ex presidente degli Stati Uniti.

“La contea di Lorland è sicuramente il taxi di Donald Trump. È lì che lo amano”, ha detto Doug Deeken, il presidente repubblicano della vicina contea di Wayne. “Che siano democratici storici, repubblicani storici o personaggi storici che non hanno senso e non hanno mai votato nella storia, a tutti piace”.

Gli agenti politici hanno detto la decisione di Trump Trump Prendi il suo primo Considerando l’amore degli elettori della classe operaia bianca locale per l’ex presidente, un raduno post-Casa Bianca nella contea di Lorraine, un’area a ovest di Cleveland, tra cui vecchie città di acciaierie e ampi tratti di terreno agricolo, è stata una scelta ovvia. Nonostante abbia perso le elezioni nazionali, Trump ha vinto il Midwest Ohio di 8 punti su Joe Biden a novembre; è stato il primo a vincere dopo Ronald Reagan nel 1984 repubblicano nella contea di Lorena.

Migliaia di fan dell’ex presidente si sono radunati, indossando merchandising pro-Trump e desiderosi di dire ai giornalisti che le elezioni del 2020 sono state rubate al loro politico preferito, e li hanno implorati nel 2024 Corri di nuovo per la Casa Bianca.

L’ex star del reality non ha escluso la possibilità di un altro ingresso alla Casa Bianca e ha goduto di un sostegno schiacciante nei sondaggi nazionali della maggior parte degli elettori repubblicani, inebriato dagli applausi della folla “Trump ha vinto!”. E “quattro anni”.

Ma ha un altro motivo per volare nel nordest dell’Ohio: la vendetta.

Trump e l’ex aiutante della Casa Bianca Max Miller erano sul palco a Wellington. Quest’ultimo ha sfidato l’attuale deputato locale Anthony Gonzalez alle primarie repubblicane. Anthony Gonzalez ha votato per metterlo sotto accusa il 6 gennaio. Uno dei 10 repubblicani della Camera che hanno incitato la ribellione mortale. Campidoglio degli Stati Uniti.Trump dopo assolto Nel processo al Senato, solo sette repubblicani nella camera alta hanno votato per condannarlo.

“L’avversario di Max è un uomo di nome Anthony Gonzalez”, ha fischiato Trump alla folla, definendo il deputato “un vero Reno”, un vero repubblicano.

“Non è per questo che l’ho fatto, ma ho solo pensato di dire che questo è un tratto di personalità non così buono… È un traditore, è un falso repubblicano, una vergogna nel tuo stato”, ha aggiunto Tao . “Non è il candidato che vuoi rappresentare per il Partito Repubblicano”.

Le dichiarazioni di Trump evidenziano le forti differenze tra i due paesi partito repubblicano Combattere su come fare progressi sotto l’amministrazione Biden e accennare al ruolo che l’ex presidente intende svolgere nelle elezioni di medio termine del prossimo anno, quando i repubblicani cercheranno di riprendere il controllo di entrambe le camere del Congresso.

Ha sostenuto diversi candidati conservatori che sono fedeli a lui: gli alleati affermano che queste misure rinvigoriranno la base repubblicana e i critici avvertono che ciò potrebbe alienare il desiderio di sbarazzarsi del tumulto dell’era Trump nello specchietto retrovisore.

Il sostegno degli elettori più centristi è visto come cruciale nella campagna nazionale in tutto lo stato, anche in Ohio, dove il governatore repubblicano Mike Devin cercherà la rielezione il prossimo anno, e attualmente c’è un gran numero di repubblicani in lizza per il partito. Il senatore Rob Portman, che sta per andare in pensione. Né Dewan né Portman sono apparsi con Trump sabato, citando obblighi personali.

“Alcuni repubblicani sono più disposti a farlo [Trump] Sarà il creatore del re, non il futuro re”, ha detto Bryan Williams, l’ex presidente del Partito Repubblicano dell’Ohio. Ma ha aggiunto: “Non molte persone pensano che Trump dovrebbe dimettersi. “

Alex Ross, un consigliere repubblicano che ha condotto una campagna nell’Ohio nord-orientale, ha affermato che la maggior parte dei candidati repubblicani sta ora cercando di dimostrare la propria affinità con Trump.

“I repubblicani che ora stanno partecipando alle elezioni primarie stanno facendo una campagna per mostrare la loro lealtà al presidente, e questo sta plasmando il modo in cui conduciamo le campagne”, ha detto.

Sabato sera, il desiderio di compiacere Trump era evidente, con tutti i contendenti repubblicani per il seggio al Senato di Portman presenti.

Trump non ha ancora sostenuto un candidato in questa campagna, ma la campagna dell’ex presidente del partito di stato Jane Timken ha distribuito volantini, definendola “l’unico vero sostenitore dei candidati di Trump, America first”. L’ex presidente una volta ha chiesto alla folla di tifare per i candidati che volevano che sostenesse in un discorso a ruota libera di 90 minuti.

Non è privo di critiche nell’establishment repubblicano dell’Ohio. L’ex governatore repubblicano dello stato ed ex candidato presidenziale John Kasich ha sostenuto Biden prima delle elezioni dello scorso anno.

Ma pochi repubblicani in Ohio sono disposti a criticare pubblicamente l’ex presidente, il che dimostra che continua a gettare una lunga ombra sul partito e sul suo futuro.

Brad Kastan, donatore repubblicano di lunga data di Columbus, è una rara eccezione.

“Perché i conservatori e i repubblicani abbiano successo, non possiamo fare affidamento su una persona o su nessuno. Sono preoccupato se saremo coinvolti in cose che a volte causano disaccordi… Alla fine avremo uno stato della Georgia”, ha detto, riferendosi a È l’ex stato repubblicano del sud, ora ha Due senatori democratici.

Un agente repubblicano che ha chiesto di non essere nominato ha dichiarato: “Il partito deve considerare il fatto che gli elettori non votano solo per il presidente Trump. Votano per quello che ha fatto. Penso che questa informazione sia un po’ persa”.

Un altro insider repubblicano che ha anche chiesto l’anonimato ha affermato di non essere fan di Trump. Ma ammettono che l’ex presidente giocherà inevitabilmente un ruolo importante nella politica repubblicana.

“Vuoi chiedere al dottore cosa ne pensa del femore?” gli hanno chiesto. “Trump esiste. Fa parte della realtà politica dei repubblicani e dei democratici. Il fenomeno che ha creato è solo qualcosa con cui dobbiamo fare i conti. Non puoi tagliare i femori delle persone ovunque”.

Note di palude

Rana Foroohar ed Edward Luce discutono il più grande tema dell’intersezione tra denaro e potere nella politica americana ogni lunedì e venerdì.Sottoscrizione alla Newsletter Qui

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *