Il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti ha dichiarato che la Gran Bretagna è “più utile” più vicino a casa che in Asia.

[ad_1]

Aggiornamento sulla politica estera del Regno Unito

Il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti ha affermato che se la Gran Bretagna non presta attenzione all’Asia, la Gran Bretagna potrebbe essere più utile come alleata, il che evidenzia la preoccupazione degli Stati Uniti che gli alleati europei possano indebolire le sue difese nella regione indo-pacifica.

“Abbiamo interessi in tutto il mondo e vogliamo assicurarci di lavorare insieme per affrontare tutti questi interessi”, ha detto Lloyd Austin martedì a Singapore.

“Mentre cerchiamo di bilanciare i nostri sforzi in tutto il mondo, non solo vogliamo aiutarci a vicenda nella regione indo-pacifica, ma vogliamo anche assicurarci di poterci aiutare a vicenda nel resto del mondo”, ha aggiunto.

Austin si è detto “eccitato” per come gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno dimostrato l’interoperabilità tra i militari dall’Europa all’Asia, e ha elogiato lo “storico” dispiegamento della nuova regina Elisabetta britannica. portaerei, Nella regione indo-pacifica.

Ma ha sottolineato che le risorse militari sono “scarse”, il che significa che gli Stati Uniti ei suoi alleati devono trovare il modo migliore per condividere l’onere militare.

“Ad esempio, se siamo qui di più [in Asia], C’è un’area in cui il Regno Unito può fornire più aiuto in altre parti del mondo”, ha detto Austin in un evento sponsorizzato dall’Istituto di Singapore per gli studi strategici internazionali.

Le sue osservazioni infliggeranno un duro colpo al governo britannico. Martedì, la regina Elisabetta e la sua fregata hanno attraversato lo stretto di Malacca nel Mar Cinese Meridionale, acque contese tra la Cina e molti dei suoi vicini.

La scelta del primo schieramento operativo della portaerei mira a “Alzando la bandiera del Regno Unito nel mondo“, ha detto il ministro della Difesa britannico Ben Wallace prima di partire quest’anno. La scorsa settimana, la Royal Navy ha confermato che il distribuire Le due navi da guerra fecero un viaggio permanente nella regione indo-pacifica.

Questo mese, un jet F-35B del Corpo dei Marines degli Stati Uniti è sul ponte della portaerei della Royal Navy USS Queen Elizabeth © Roy Assa/AFP/Getty Images

Austin è il primo funzionario statunitense a dubitare apertamente se lo spiegamento nella regione Asia-Pacifico sia l’uso più efficace delle risorse militari britanniche. Sebbene Washington abbia accolto con favore l’ingresso della Gran Bretagna nella regione, i funzionari statunitensi hanno dichiarato in privato che vorrebbero vedere la Gran Bretagna lavorare più a stretto contatto con i suoi alleati europei.

Dopo anni di licenziamenti, l’esercito britannico è stato messo al bando.La Royal Navy non può fornire abbastanza navi da guerra Scortando il corriere, Poiché la Gran Bretagna non ha abbastanza aerei a reazione, trasporta anche più caccia F-35B americani che caccia britannici. La Royal Navy inizialmente inviò quattro navi da guerra e un sottomarino, ma dovette rivolgersi agli Stati Uniti e alla Marina olandese, che aggiunsero ciascuna una nave da guerra al gruppo di attacco della portaerei.

Sulla strada per l’Asia, una delle navi da guerra britanniche “Diamond” è stata costretta a essere trasferita in un cantiere navale italiano per riparazioni dopo aver riscontrato problemi al motore. Questa nave è uno dei due cacciatorpediniere Type 45 in combattimento, progettati per proteggere la portaerei dagli attacchi aerei. Gli altri quattro stanno subendo vari tipi di manutenzione.

“Il governo ha chiarito che vuole espandersi Influenza britannica nella regione indo-pacifica“,” ha affermato Adam Hagg, direttore del Foreign Policy Centre di un think tank londinese. Ha affermato che sebbene il Regno Unito abbia forti interessi commerciali e politici lì, il governo deve “rendere più chiaro che crede di poter fungere da alleato in regioni come gli Stati Uniti e l’Australia. Dove il lavoro svolto aggiunge valore”.

L’amministrazione Biden ha lavorato duramente per rafforzare la cooperazione con gli alleati europei per contrastare la crescente influenza della Cina. Tuttavia, sebbene alcuni esperti di sicurezza credano che la marina europea che naviga nel Mar Cinese Meridionale abbia inviato un segnale forte alla Cina sull’unificazione dell’Occidente, c’è anche un dibattito sul valore di dispiegare rari mezzi militari europei lontano dalla terraferma .

La Francia sta schierando un gran numero di marine in Asia e anche la Germania sta inviando una fregata nell’area.

Eric Sayers, un esperto di sicurezza asiatico presso l’American Enterprise Institute, ha affermato che gli alleati degli Stati Uniti in Europa possono fornire molto aiuto nella lotta alla Cina, ma Washington troppo presto ha accolto apertamente il loro desiderio di avere più presenza navale in Asia.

Sayers, un ex consigliere, ha dichiarato: “Sembra controintuitivo che le democrazie evitino l’aiuto reciproco, ma il miglior contributo che i paesi europei possono dare a una strategia di alleanza globale per contenere le grandi potenze è dare priorità alle loro limitate risorse alla Russia”. Comando Indo-Pacifico.

Un diplomatico europeo ha dichiarato: “I nostri partner americani sono preoccupati che tale dispiegamento ci esaurirà e preferiscono che ci concentriamo su luoghi più vicini alla terraferma, come il Mediterraneo e l’Africa”.

L’esperto indo-pacifico Weller Novens del Royal United Services Research Institute ha affermato che Austin ha chiarito che il rapporto tra Stati Uniti e Gran Bretagna è ancora molto importante e che il contributo della Gran Bretagna in Asia è stato “apprezzato”.

“Allo stesso tempo, questo è un discorso che riconosce la realtà della regione e sottolinea che è necessario un equilibrio per raggiungere obiettivi a lungo termine”, ha aggiunto Nouwens. “Nessun paese ha tutte le risorse per fare tutto, sempre e ovunque”.

Il governo britannico ha dichiarato: “Il Regno Unito e gli Stati Uniti sono alleati indispensabili. Lavoriamo insieme in tutto il mondo per difendere i nostri valori e affrontare le minacce comuni, tra cui [carrier strike group] Ha svolto vaste operazioni in Europa e nella regione Indo-Pacifico. “

Austin sta visitando la regione per la seconda volta e visiterà le Filippine e il Vietnam alla fine di questa settimana.

Rapporto aggiuntivo di Stefania Palma a Singapore



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *