Il Washington Post chiede ai giornalisti e al personale di essere vaccinati contro il COVID-19 Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. File foto: due piani della redazione possono essere visti durante la grande apertura del Washington Post a Washington il 28 gennaio 2016. REUTERS/Gary Cameron

2/2

Danielle Kaye

(Reuters)-L’editore Fred Ryan ha annunciato martedì in una nota ai dipendenti che tutti i dipendenti del Washington Post devono fornire un certificato di vaccinazione COVID-19 completo entro metà settembre Condizioni di lavoro, eccetto questioni mediche e religiose.

La nuova politica di vaccinazione del documento è stata introdotta negli Stati Uniti a causa di un aumento dei casi di COVID-19 a causa della variante Delta altamente contagiosa.

Man mano che le varianti si diffondono, le aziende americane stanno esplorando come e quando riaprire gli uffici. Apple (NASDAQ :) ha annunciato la scorsa settimana che, a causa di un aumento dei casi, la società ha posticipato la riapertura dei suoi uffici a ottobre, un mese dopo rispetto a quanto originariamente previsto.

Ryan ha affermato che il giornale, di proprietà dell’uomo d’affari miliardario Jeff Bezos, prevede di riaprire i suoi uffici per tutti i dipendenti tre giorni alla settimana il 13 settembre, quando i dipendenti devono mostrare la prova della vaccinazione.

Anche gli appaltatori e gli ospiti che entrano nell’ufficio di Washington Post saranno tenuti a mostrare la prova della vaccinazione.

“Sebbene la maggior parte dei dipendenti delle poste abbiano fornito certificati di vaccinazione, non prenderò questa decisione alla leggera”, ha affermato Ryan nel memo.

“Tuttavia, considerando i gravi problemi di salute e i reali problemi di sicurezza di così tanti dipendenti delle poste, credo che il piano sia corretto”.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *