In che modo l’imposta sulle plusvalenze influisce sui fondi pensione?

[ad_1]

Un fondo pensione è un piano in cui datori di lavoro, dipendenti o una combinazione di entrambi pagano al fondo per fornire ai dipendenti benefici pensionistici.Questo pensione Il denaro è investito in vari Titoli finanziari Negli anni. Questo denaro crescerà e sarà pagato ai dipendenti per fornire loro un reddito durante la pensione.

Punti chiave

  • Il fondo pensione è un piano attraverso il quale datori di lavoro e dipendenti forniscono fondi per i futuri benefici pensionistici dei dipendenti.
  • In generale, i fondi pensione non devono pagare l’imposta sulle plusvalenze.
  • Poiché i fondi pensione sono esenti dal pagamento delle imposte sulle plusvalenze, le attività del fondo possono crescere più rapidamente nel tempo.
  • Sebbene i fondi pensione non paghino l’imposta sulle plusvalenze, la distribuzione dei dipendenti sarà tassata all’aliquota ordinaria dell’imposta sul reddito del dipendente.

Fondi pensione e tasse

I fondi pensione accumulano beni nel tempo e forniscono benefici individuali ai dipendenti dopo il pensionamento. Ogni dipendente può solitamente scegliere di ricevere un pagamento dalla pensione al momento del pensionamento o ricevere un pagamento mensile del reddito.

Imposta sulle plusvalenze I profitti realizzati grazie alla vendita di alcuni tipi di attività (come azioni, obbligazioni, fondi comuni di investimento e fondi negoziati in borsa (ETF)) sono dovuti. L’imposta sulle plusvalenze è suddivisa in due tipi: imposta sulle plusvalenze a breve termine e imposta sulle plusvalenze a lungo termine.

Plusvalenze a breve termine La tassazione si riferisce al profitto realizzato dalla vendita di titoli acquistati e venduti in un anno o meno. Plusvalenze a lungo termine La tassazione si riferisce ai profitti realizzati dall’acquisto e dalla vendita di titoli per un periodo superiore a un anno.

Le aliquote fiscali per questi guadagni sono diverse. Per attività come azioni, obbligazioni e fondi, l’aliquota dell’imposta sulle plusvalenze a lungo termine può essere dello 0% o del 15% o del 20%, a seconda del livello di reddito dell’individuo o dell’entità. L’imposta sulle plusvalenze a breve termine è la stessa dell’aliquota ordinaria dell’imposta sul reddito di una persona fisica o giuridica.

Poiché i fondi pensione di solito investono in questi tipi di types risorse, Le persone si aspetteranno di dover pagare queste tasse. Tuttavia, i fondi pensione sono esenti dall’imposta sulle plusvalenze. Ciò crea opportunità uniche di crescita patrimoniale nei fondi pensione.

In che modo i fondi pensione beneficiano del mancato pagamento dell’imposta sulle plusvalenze

In circostanze normali, i fondi pensione non devono pagare l’imposta sulle plusvalenze, il che fa crescere più rapidamente il patrimonio del fondo. Consideriamo un fondo pensione con un saldo iniziale di 10 milioni di dollari, che crescerà a un tasso del 10% annuo per cinque anni e pagherà zero tasse sulle plusvalenze.Supponendo che alla fine di ogni anno, l’intero portafoglio sia riequilibrare E tutti gli investimenti vengono venduti e sostituiti con investimenti diversi. Alla fine dei cinque anni, il fondo era cresciuto fino a circa 16,1 milioni di dollari e non vi era alcuna imposta sulle plusvalenze nel processo.

Immaginiamo ora un’ipotetica seconda situazione in cui i fondi pensione devono pagare le tasse. Un fondo con un saldo iniziale di 10 milioni di dollari e un tasso di crescita annuo del 10%, se è completamente ribilanciato alla fine di ogni anno e l’imposta sulle plusvalenze è del 15%, varrà 15,04 milioni di dollari alla fine del il quinquennio. Tuttavia, il fondo deve pagare un’imposta totale sulle plusvalenze di $ 889.000.

Poiché il fondo pensione nel primo caso non deve pagare l’imposta sulle plusvalenze, questo denaro può essere risparmiato ($ 889.000 in questo caso). Poiché questo denaro è ancora nel fondo pensione, crescerà anche, aggiungendo così 180.000 dollari di capitale al saldo della pensione.

Imposta sulla distribuzione dei dipendenti

Sebbene il fondo pensione stesso non debba pagare l’imposta sulle plusvalenze, ma distribuito I dipendenti saranno tassati all’aliquota dell’imposta sul reddito del beneficiario. Se il dipendente utilizza la sua dotazione del fondo pensione per effettuare il proprio investimento, il denaro sarà soggetto all’imposta sulle plusvalenze in qualsiasi anno Benefici realizzati si verificano. Tuttavia, poiché il fondo pensione è esentasse prima della distribuzione, porta maggiori benefici pensionistici ai dipendenti.

articoli di attenzione speciale

Sebbene i fondi pensione non debbano pagare l’imposta sulle plusvalenze, le società che forniscono fondi pensione devono pagare l’imposta sulle società. Questo importo può avere un impatto sull’importo che l’azienda paga ai fondi pensione dei dipendenti, il che può avere un impatto sui saldi degli investitori.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *