In che modo l’inelasticità dei prezzi influisce sulla domanda?

[ad_1]

Prezzo anelastico È molto utile per le aziende e per capire come dovrebbero sviluppare le proprie Strategia di prezzoL’inelasticità dei prezzi offre alle aziende una maggiore flessibilità dei prezzi, perché le variazioni della domanda sono sostanzialmente le stesse indipendentemente dal fatto che il prezzo aumenti o diminuisca. Se i prezzi aumentano o diminuiscono, puoi aspettarti che le abitudini di acquisto dei consumatori rimangano sostanzialmente invariate.

In che modo l’inelasticità dei prezzi influisce sulla domanda

Per beni o servizi con prezzi anelastici, la variazione della quantità domandata è la più piccola rispetto alla variazione del prezzo.

Ciò può influenzare la domanda dell’azienda e le entrate totali in due modi.

Il reddito totale è diminuito

Se il prezzo di un bene anelastico diminuisce, la domanda di quel bene non aumenterà, perché il prezzo è più basso e la domanda rimane invariata, con conseguente diminuzione del reddito totale. Ciò dimostra che l’azienda non dovrebbe abbassare il prezzo dei suoi prodotti, perché così facendo non si ottengono risultati positivi.

Più entrate totali

D’altra parte, se il prezzo di una merce anelastica aumenta mentre la domanda rimane invariata, il reddito totale aumenterà a causa dell’aumento dei prezzi e della domanda statica. Tuttavia, gli aumenti dei prezzi di solito si traducono in un piccolo calo della domanda.

Ciò significa che le aziende che gestiscono beni o servizi anelastici possono aumentare i prezzi, ridurre le vendite ma aumentare i ricavi. Di conseguenza, le aziende che operano in materie prime anelastiche al prezzo sono maggiormente in grado di massimizzare i profitti e sono maggiormente in grado di resistere alle flessioni economiche.

L’inelasticità del prezzo indica che i clienti, e per estensione la domanda, sono più tolleranti nei confronti delle variazioni di prezzo. Pertanto, le aziende impegnate in beni o servizi anelastici possono trasferire costi di produzione aggiuntivi ai propri clienti senza influire negativamente sulla domanda. Pertanto, l’inelasticità dei prezzi offre una maggiore flessibilità per la formulazione o la formulazione di strategie di prezzo.

Quando si verifica di solito l’inelasticità del prezzo?

I principali fattori che determinano la domanda sono il prezzo, il prezzo dei sostituti, il reddito, il gusto e le aspettative di future variazioni di prezzo. Altri fattori secondari giocano un ruolo, come la fedeltà alla marca.

L’inelasticità del prezzo di solito si verifica con prodotti con meno sostituti, il che significa che i clienti hanno meno scelte. Queste materie prime sono spesso necessità senza le quali le persone non possono vivere, quindi i loro bisogni rimangono gli stessi. Esempi di prodotti non flessibili includono cibo di base, benzina, farmaci importanti (come l’insulina) e le necessità quotidiane (come i prodotti del tabacco).

Al fine di aumentare la flessibilità dei prezzi e massimizzare i profitti, le aziende possono sforzarsi di creare o scambiare beni o servizi più personalizzati o unici, perché i marchi maturi sono più anelastici e hanno pochi sostituti stretti.Sebbene i beni di lusso siano solitamente Elasticità del prezzoMolte aziende che vendono beni di lusso unici e unici possono sperimentare una certa rigidità.

Un esempio è l’iPhone di Apple. Un leggero aumento dei prezzi non influirà negativamente sulla domanda di telefoni cellulari. D’altra parte, le aziende che si occupano di prodotti più generici di solito hanno bisogno di abbassare i prezzi e venderli a prezzi competitivi per ottenere un vantaggio rispetto ai marchi concorrenti.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *