In che modo un creditore ipotecario verifica l’occupazione?

[ad_1]

mutuo prestatore Di solito contattando direttamente il tuo datore di lavoro e controllando i documenti di reddito più recenti per verificare il tuo stato lavorativo. Il mutuatario deve firmare un modulo che autorizza il datore di lavoro a rilasciare informazioni sull’occupazione e sul reddito ai potenziali finanziatori. A questo punto, il creditore di solito chiama il datore di lavoro per ottenere le informazioni necessarie.

I datori di lavoro sono generalmente felici di aiutare, ma se il mutuatario si rifiuta di verificare l’occupazione, possono adottare alcune misure.

Punti chiave

  • Gli istituti di credito ipotecario verificano l’occupazione contattando direttamente i datori di lavoro e richiedendo informazioni sul reddito e documenti correlati.
  • La maggior parte dei finanziatori necessita solo di una conferma verbale, ma alcuni cercheranno la verifica tramite e-mail o fax.
  • Il prestatore può verificare il reddito da lavoro autonomo ottenendo una dichiarazione dei redditi dall’IRS.
  • Se il datore di lavoro si rifiuta di verificare l’occupazione, il mutuatario può intraprendere diversi passaggi.

Processo di verifica

In generale, la popolazione del prestito verifica le informazioni fornite dal mutuatario Domanda di prestito residenziale unificataTuttavia, possono scegliere di confermare i dati tramite fax, e-mail o una combinazione di tutti e tre i metodi.

Il creditore utilizza queste informazioni per calcolare diversi indice Determinare la probabilità che il mutuatario ripaghi il prestito. I cambiamenti nella situazione lavorativa avranno un impatto significativo sulla domanda del mutuatario.

Informazioni aggiuntive

Quando si verifica l’occupazione, il prestatore spesso farà altre domande. Il prestatore può chiedere la possibilità di continuare a lavorare.

Il prestatore è anche interessato a verificare posizione, stipendio ed esperienza lavorativa. Sebbene i finanziatori di solito verifichino solo lo stato lavorativo attuale del mutuatario, potrebbero voler confermare i dettagli dell’occupazione precedente. Questo approccio è comune per i mutuatari che hanno lavorato nell’azienda attuale per meno di due anni.

Verifica dei lavoratori autonomi

Molte persone che chiedono un mutuo sono lavoratori autonomi. In questo caso, il creditore di solito ha bisogno dell’Internal Revenue Service (IRS) Modulo 4506-TQuesto modulo è una richiesta di “dichiarazione dei redditi” che consente al prestatore di ricevere una copia della dichiarazione dei redditi del mutuatario direttamente dall’IRS. Nel caso di lavoratori autonomi, il prestatore può anche richiedere dimostrare Da un dottore commercialista abilitato (CPA) Per confermare le entrate.

Rispondere al rifiuto di verificare l’occupazione

È frustrante per i datori di lavoro non verificare la situazione occupazionale, ma in alcuni casi è facile risolvere questa situazione. La prima cosa da fare è informare le risorse umane del tuo datore di lavoro (Risorse umane) Il dipartimento che devi verificare.

Alcune aziende non forniranno informazioni relative all’occupazione senza la tua autorizzazione. Questa politica è progettata per impedire che informazioni sensibili come il tuo stipendio cadano nelle mani di criminali.

Se il datore di lavoro non verifica il tuo lavoro, ti preghiamo di non arrenderti o arrabbiarti. Di solito ci sono alcuni modi per affrontare o risolvere questo problema.

Potrebbero inoltre esistere leggi statali o norme aziendali che vietano la condivisione di informazioni specifiche relative all’occupazione. Parla con il tuo datore di lavoro per determinare se ci sono alcune regole generali che impediscono loro di condividere. In tal caso, chiedi loro di spiegarlo al tuo potenziale creditore ipotecario. Se alcuni istituti di credito comprendono che altre leggi statali vietano loro di verificare determinate informazioni, potrebbero essere disposti a elaborare la domanda.

È inoltre possibile trovare diversi istituti di credito ipotecario. Altri istituti di credito potrebbero avere maggiore familiarità con le leggi del tuo stato o essere disposti a rispettare le politiche del tuo datore di lavoro.

Infine, in alcuni casi, i datori di lavoro non verificheranno l’occupazione per altri motivi. A questo punto, potrebbe essere il momento di prendere in considerazione la possibilità di trovare un nuovo lavoro. Perché il datore di lavoro non verifica il tuo lavoro? Faranno cose illegali? Il tuo datore di lavoro è insoddisfatto di te?

A lungo termine, potrebbe essere meglio sbarazzarsi di queste brutte situazioni il prima possibile.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *