Indagine esclusiva sui media in fuga dalla Russia per sfuggire alla repressione, afferma l’editore Reuters

[ad_1]

© Reuters. Il 27 luglio 2021, Roman Badanin, caporedattore del media investigativo “Proekt”, ha tenuto un discorso in un’intervista con Reuters a New York, negli Stati Uniti. La foto è stata scattata il 27 luglio 2021. REUTERS/Maria Tsvetkova

Maria Cvetkova

New York (Reuters)-Il caporedattore del media investigativo Proekt, Roman Badanin, ha detto a Reuters che dopo che Proekt è stato bandito dalla repressione dei media, aveva lasciato la Russia senza alcuna intenzione di tornare e lo stava evacuando Dipendenti per evitare possibile accusa.

Proekt ha pubblicato una serie di studi approfonditi e sondaggi poco lusinghieri sull’élite al potere in Russia. Le autorità russe hanno dichiarato l’organizzazione un’organizzazione “impopolare” il 15 luglio citando la sicurezza nazionale, vietandola di fatto.

La mossa fa parte di un giro di vite allargato in vista delle elezioni parlamentari di settembre, che prende di mira i media ritenuti ostili dalle autorità e sostenuti da paesi stranieri.

In un’intervista a New York, Badanen ha affermato che non ha intenzione di tornare presto in Russia a causa della possibilità di un procedimento penale. Secondo una legge del 2015, i membri di gruppi “impopolari” possono essere multati o incarcerati fino a 6 anni per aver ignorato il divieto.

Il Cremlino ha negato che i media siano stati presi di mira per ragioni politiche e ha affermato che qualsiasi azione intrapresa contro i media oi suoi dipendenti era basata su circostanze specifiche e sulla necessità di far rispettare la legge.

Badanen ha detto che non sapeva dove si sarebbe stabilito, era solo temporaneamente a New York. Quando Proctor è stato etichettato come “non benvenuto”, era in vacanza all’estero con moglie e figli e ha deciso di non tornare in Russia sul posto.

Ha detto che il personale di Proekt è stato anche esposto a causa di indagini penali per presunta diffamazione dei media e promozione da parte delle autorità di etichettare alcuni giornalisti (tra cui diversi giornalisti che lavorano a Proekt) come “agenti stranieri”.

Il termine ha connotazioni negative dell’era sovietica e rende coloro che sono designati per ulteriori controlli governativi e requisiti di etichettatura. Il mese scorso la polizia ha fatto irruzione nella casa di Badanen, del suo vice Mikhail Rubin e Proekt in un caso di diffamazione. Rubin è stato brevemente detenuto.

Badanen ha detto: “Stiamo cercando di evacuare il personale… in uno dei paesi vicini”.

Badanen ha detto che anche Rubin è a New York e non ha intenzione di tornare a Mosca. Entrambi sono stati etichettati come “agenti stranieri”.

Badanen ha affermato che Proekt continuerà a funzionare in qualche forma, ma come funzionerà in pratica non è ancora chiaro. “La differenza principale è che gran parte della squadra lascerà la Russia per evitare la possibilità di azioni legali ed extragiudiziali contro di loro”, ha affermato.

Diversi altri media non statali si sono lamentati della crescente pressione del governo, ma nessuno di loro è stato etichettato come “sgradito”.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *