Indagine sull’incidente della metropolitana di Città del Messico imputabile a cedimenti strutturali Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: immagine della scena di un incidente mortale sul cavalcavia della metropolitana avvenuto a Città del Messico, in Messico, il 14 giugno 2021. L’incidente si è verificato il mese scorso e ha causato 26 morti. REUTERS/Luis Cortes

Città del Messico (Reuters)-Un alto funzionario della città ha dichiarato mercoledì che i risultati preliminari di un’indagine indipendente sul crollo mortale della linea ferroviaria della metropolitana di Città del Messico il mese scorso hanno mostrato che l’incidente è stato causato da un cedimento strutturale.

Jesus Esteva, capo del dipartimento dei lavori pubblici di Città del Messico, ha affermato che l’indagine della società norvegese DNV ha riscontrato difetti nei materiali da costruzione utilizzati, inclusa la deformazione dei bulloni e dei supporti strutturali sulla linea crollata.

La relazione preliminare del revisore esterno DNV ha rilevato che “sei gravi difetti nel processo di costruzione” hanno causato l’incidente.

Esteva ha dichiarato alla conferenza stampa: “La situazione di cui sopra ci consente di provare inizialmente che l’incidente è stato causato da un cedimento strutturale”.

Il sindaco di Città del Messico, Claudia Sheinbaum, ha affermato che nei prossimi mesi ci saranno ulteriori rapporti sull’incidente.

La città ha affermato che i difetti individuati includono la saldatura dei bulloni e il suo collegamento alle travi, bulloni mancanti su alcune travi, diversi tipi di calcestruzzo utilizzati e saldature non finite o non finite.

L’incidente è stato il più grande incidente ferroviario del Messico in molti anni, uccidendo 26 persone. Era uno stretto alleato del presidente Andrés Manuel López Obrador e del miliardario messicano Carlos, l’uomo più ricco dell’America Latina. Slim ha esercitato pressioni.

L’incidente ha portato sotto i riflettori l’impresa edile Grupo Carso, coinvolta nella costruzione della parte crollata della linea 12 della metropolitana.

Grupo Carso ha dichiarato in una dichiarazione che non commenterà fino a quando non verrà rilasciato il rapporto finale dell’incidente.

Sheinbaum sta affrontando problemi legati alla manutenzione della linea, e le critiche sono rivolte anche al ministro degli Esteri Marcelo Ebrard, che è stato promotore della costruzione della Linea 12 quando era sindaco della capitale dal 2006 al 2012.

Entrambi sono stretti alleati di Lopez Obrador e sono visti come possibili successori alla fine del suo mandato nel 2024.

In risposta ai risultati dell’indagine preliminare, Ebrard ha rilasciato una dichiarazione di due pagine difendendo come il suo governo ha costruito la linea e ha affermato che oltre alla relazione tecnica finale, dovrebbe essere condotta un’indagine più ampia per rivedere “L’intero processo decisionale di progettazione e layout, supervisione e lavori di manutenzione”, e varie ricerche su di esso negli ultimi anni.

La metropolitana è stata costruita da un consorzio di ICA messicani, Grupo Carso e produttori di treni francesi Alstom (PA:) SA.

Alstom ha dichiarato il mese scorso che il suo ruolo è limitato ai sistemi di alimentazione, segnalazione, monitoraggio e controllo e ad alcune attrezzature di magazzino, oltre a testare alcuni sistemi.

Un portavoce ha affermato che la società esaminerà i risultati preliminari e non ha rilasciato ulteriori commenti.

L’ACI non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

A maggio, l’ICA ha condiviso un documento con una foto che mostrava di aver costruito parte della linea 12, che copre 15 stazioni e 5 stazioni del Carso. La parte del Carso comprende il luogo in cui cadde la pista.

Sheinbaum ha affermato che DNV supervisionerà l’analisi dei principali guasti e si terrà in contatto con le aziende coinvolte nella linea di produzione più tardi nella giornata di oggi.

Dalla sua apertura nel 2012, la Linea 12 è stata esaminata dai funzionari e dichiarata sicura molte volte, ma il problema ha causato la chiusura di parte di essa per manutenzione dal 2014 al 2015.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *