Indice di ripresa della città di New York: 14 giugno

[ad_1]

Nota dell’editore: di seguito troverai la versione della settimana 44 del New York City Recovery Index, che è stata originariamente pubblicata il 15 giugno 2021. Si prega di visitare la home page del New York City Recovery Index per i dati più recenti.

A partire dal 5 giugno, la ripresa economica di New York City è leggermente arretrata, scendendo leggermente con un punteggio di 74 punti. Tuttavia, la maggior parte degli elementi dell’indice, ad eccezione degli acquisti di case e delle prenotazioni di ristoranti, sono aumentati e, nonostante le battute d’arresto, mostrano ancora un trend positivo: è la quarta settimana consecutiva che l’indice supera 70 e la settima settimana consecutiva.60 . Gli acquisti di case nelle aree urbane stagnanti sono la causa del calo, ma vale la pena notare che il tasso di acquisto di case è ancora superiore ai livelli pre-pandemia.La maggior parte delle altre misure, tra cui il ricovero in ospedale per COVID-19, i sussidi di disoccupazione e l’uso della metropolitana, si sono stabilizzate progresso.

Alla fine, superando il 70% dell’obiettivo di vaccinazione COVID-19 del paese, il 15 giugno il governatore Andrew Cuomo ha annunciato che lo stato avrebbe allentato le restanti restrizioni relative al COVID-19. Le aziende non hanno più bisogno di imporre il distanziamento sociale, indossare maschere o limitare il numero di persone che condividono spazi interni, sebbene la maggior parte dei newyorkesi debba ancora indossare maschere in molte strutture pubbliche come scuole e ospedali.


Secondo il New York City Recovery Index (un progetto congiunto di Investopedia e Investopedia), il recupero di New York City è al 74 posto su un totale di 100 punti. New York 1L’indice è aumentato di tre punti rispetto alla settimana precedente. Più di un anno dopo la pandemia, la ripresa economica di New York City è ora circa i due terzi del suo livello all’inizio di marzo 2020.


Cala il tasso di ospedalizzazione per COVID-19

Il numero di ricoveri COVID-19 a New York City è diminuito per la decima settimana consecutiva, con una media di 24 ricoveri ogni 100.000 in 7 giorni, un calo di 7 rispetto alla media della settimana precedente. Dal settembre dello scorso anno, la media di 7 giorni della città non è mai stata inferiore. Al 15 giugno, New York aveva registrato 952.729 casi e 33.359 decessi.

Lo Stato di New York è salito nella classifica nazionale degli sforzi nazionali di vaccinazione del paese per promuovere la vaccinazione, dal 18° della scorsa settimana al 15° in 59 stati, regioni e territori. molto salutareA partire dal 15 giugno, tutte le persone di età pari o superiore a 12 anni possono essere vaccinate e lo Stato di New York ha vaccinato circa il 50,84% della popolazione e il 59% della popolazione attualmente ammissibile.

Domanda lenta per l’indennità di disoccupazione

Il tasso stimato di richieste di risarcimento dell’interfaccia utente a New York City è migliorato questa settimana ed è ora superiore del 75% rispetto al 2019, rispetto al 91% della scorsa settimana. Questo è uno dei migliori tassi di crescita biennale su base annua della città dall’inizio della pandemia nel marzo 2020 e il numero di richieste di indennizzo per la disoccupazione per la quarta settimana consecutiva è sceso al di sotto del 100% del livello del 2019.

Poiché la domanda dei consumatori in tutto il paese aumenta e l’economia si riprende, si prevede che le richieste di risarcimento continueranno a diminuire durante l’estate e il tasso di richieste estive è generalmente basso.

Le vendite domestiche sono stagnanti

A partire dal 5 giugno, le vendite di case in vendita sono leggermente diminuite, il calo settimanale più evidente da aprile, poiché gli acquirenti prendono fiato dal mercato immobiliare, che è ancora considerato una commissione, ed è al di sopra dei livelli del 63%. Dall’agosto dello scorso anno, la crescita annua del mercato dell’acquisto di case di New York City è stata superiore al normale.

Dopo un’attenta ispezione, il volume delle vendite settimanali della casa è diminuito di 75 unità, da 752 unità a 677 unità, ma è aumentato di 2 unità rispetto allo stesso periodo del 2019. Sebbene i prezzi delle case siano stati il ​​principale motore del calo dell’indice questa settimana, l’unica misura che non solo si è completamente ripresa, ma ha anche superato le cifre pre-pandemia.

Il tasso di sfitto nei contratti di locazione è leggermente aumentato

Il mercato degli affitti a New York City ha visto un aumento dei tassi di sfitto, con 669 case sul mercato. Sebbene il tasso di sfitto sia aumentato, l’aumento è ancora inferiore al tipico livello estivo, quando il tasso di rotazione degli affitti è solitamente elevato, determinando un punteggio dell’indice di locazione positivo.

Con otto settimane consecutive di miglioramento e l’entrata in un minimo stagionale, i cambiamenti nell’indice degli affitti continuano a riflettere una forte domanda di alloggi, affittuari e acquirenti.

Crescita dei passeggeri della metropolitana

A partire dal 5 giugno, il traffico passeggeri della metropolitana è aumentato perché la media mobile di 7 giorni ha raggiunto un livello che ora è inferiore solo del 55% rispetto allo stesso periodo del 2019. La Metropolitan Transportation Authority (MTA) stima che il numero medio di passeggeri sui mezzi pubblici in sette giorni superi 1,91 milioni, spingendo di 3 punti l’indice del numero di passeggeri della metropolitana.

Sulla base delle tendenze attuali, il flusso di passeggeri della metropolitana sembra essere inferiore del 50% rispetto ai livelli pre-pandemia, con un flusso medio settimanale di passeggeri di 2 milioni, entrambi importanti traguardi sulla strada della ripresa.

Prenotazioni ristorante invariate

Al 5 giugno, le prenotazioni dei ristoranti non sono cambiate e OpenTable stima che il livello medio di commensali a New York per 7 giorni consecutivi sia ancora inferiore di oltre il 58% rispetto allo stesso periodo del 2019. Questa è la seconda settimana del settore della ristorazione e non ha visto guadagni significativi per quasi due mesi.

Nonostante le scarse prestazioni rispetto ai livelli pre-pandemia, poiché la città di New York e lo Stato di New York revocano le restrizioni relative al COVID-19, le prenotazioni dovrebbero recuperare nei prossimi mesi.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *