Indice di ripresa della città di New York: 21 giugno

[ad_1]

Nota dell’editore: di seguito troverai la versione della settimana 45 del New York City Recovery Index, che è stata originariamente pubblicata il 21 giugno 2021. Si prega di visitare la home page del New York City Recovery Index per i dati più recenti.

A partire dal 12 giugno, la ripresa economica di New York City ha registrato buoni risultati in una settimana, aumentando di 3 punti e segnando infine 77 punti, che è il punteggio totale più alto della città dalla pandemia. Questa è la quinta settimana in cui l’indice ha superato 70 e l’ottava settimana consecutiva in cui ha superato 60. Il rimbalzo del mercato delle vendite di case di New York e delle prenotazioni dei ristoranti è alla base della spinta al rialzo e altri indicatori come l’utilizzo della metropolitana sono aumentati costantemente.

Questa è la prima settimana in cui il numero di ricoveri COVID-19 non è migliorato, con un leggero aumento dal 12 giugno. I dati di base per l’indice a partire dal 19 giugno saranno disponibili la prossima settimana, quando prevediamo che inizieranno a riflettere l’impatto, in particolare l’impatto sulle prenotazioni dei ristoranti e sull’uso della metropolitana, lo stato ha deciso di revocare le restrizioni il 15 giugno. Dopo aver raggiunto 70% dell’obiettivo di vaccinazione COVID-19 del paese (almeno una volta).


Secondo il New York City Recovery Index (un progetto congiunto di Investopedia e Investopedia), il recupero di New York City è classificato 77 su un totale di 100 punti. New York 1L’indice è aumentato di tre punti rispetto alla settimana precedente. Più di un anno dopo la pandemia, la ripresa economica di New York City è ora circa i due terzi del suo livello all’inizio di marzo 2020.


Periodo di picco di ospedalizzazione COVID-19

Il numero dei ricoveri per Covid-19 è rimasto pressoché invariato, o addirittura leggermente aumentato, con una media di 25 ricoveri ogni 100.000 in 7 giorni, rispetto ai 24 della settimana precedente. Dal settembre dello scorso anno, la media di 7 giorni della città non è mai stata inferiore. Al 21 giugno, New York City ha registrato un totale di 953.862 casi e 33.378 decessi.

Al 20 giugno, lo Stato di New York ha vaccinato completamente circa il 52,28% della popolazione più ampia e il 60,6% della popolazione attualmente ammissibile (tutti i 12 anni di età e oltre). Secondo una classifica nazionale degli sforzi di vaccinazione statale, lo Stato di New York è al 18° posto su 59 stati, territori e territori. molto salutare.

Aumento delle indennità di disoccupazione

Il tasso stimato di richiesta di assicurazione contro la disoccupazione a New York City è aumentato questa settimana ed è ora superiore dell’80% rispetto al 2019, rispetto al 75% della scorsa settimana. Nonostante le battute d’arresto, questa settimana è ancora una delle migliori settimane dall’inizio della pandemia nel marzo 2020, con il numero di richieste di sussidio di disoccupazione che rimane al di sotto del 100% al di sotto del livello del 2019 per la quinta settimana consecutiva.

Se le tendenze in altre aree dell’indice continuano, come l’aumento dell’utilizzo della metropolitana e delle prenotazioni di ristoranti, i tassi di richiesta di UI dovrebbero rimanere al di sotto dei massimi post-pandemia, anche se non sono ancora tornati ai livelli pre-pandemia.

Boomerang delle vendite di case

Le vendite di case in vendita sono rimbalzate dalla temporanea recessione del 12 giugno, poiché gli acquirenti hanno fatto di tutto per spingere il mercato del 77% in più rispetto ai livelli del 2019. Dall’agosto dello scorso anno, il mercato dell’acquisto di case a New York City è stato al di sopra della norma.

Le vendite di case sono aumentate di 53 unità a settimana, da 677 unità a 730 unità. Finora, le vendite di case sono l’unico indicatore delle prestazioni oltre la pre-pandemia. Le vendite di alloggi a Manhattan e nel Queens hanno superato Brooklyn, aumentando rispettivamente dell’85% e del 47%, mentre Brooklyn è aumentata del 45% rispetto ai livelli del 2019. Il Queens ha avuto l’aumento maggiore, con un aumento su base annua del 13%, seguito da Brooklyn con un aumento del 10% e Manhattan con un aumento del 4%.

Diminuzione dei posti vacanti negli affitti

Anche il mercato degli affitti a New York City è stato molto caldo questa settimana, poiché gli affittuari si sono affrettati ad acquistare alloggi disponibili, con una differenza settimanale di 374 unità.

Tuttavia, alcuni dei cambiamenti possono essere attribuiti al turnover stagionale, perché l’estate è spesso una stagione calda per il turnover degli affitti e c’è un afflusso di residenti temporanei che lavorano stagionalmente.

Crescita costante del traffico in metropolitana

A partire dal 12 giugno, il traffico passeggeri della metropolitana è aumentato e la media mobile di 7 giorni è aumentata di un punto percentuale. Il volume dei passeggeri è ora inferiore solo del 54% rispetto allo stesso periodo del 2019. La Metropolitan Transportation Authority (MTA) stima che il numero medio di passeggeri sui mezzi pubblici in sette giorni superi i 2,13 milioni, facendo salire l’indice della metropolitana di quasi un punto percentuale.

La soglia di oltre 2 milioni di passeggeri segna un importante traguardo sulla strada della ripresa e l’utenza della metropolitana si sta muovendo verso una direzione inferiore del 50% rispetto ai livelli pre-pandemia.

Prenotazione del ristorante in salita

Dal 5 giugno la direzione delle prenotazioni dei ristoranti ha subito un gradito cambiamento: secondo le stime di OpenTable, il numero medio di commensali che si sono seduti per 7 giorni consecutivi a New York City è inferiore di oltre il 52% rispetto allo stesso periodo del 2019 , rispetto al 58% della scorsa settimana. Questa è la prima settimana di importanti miglioramenti nel settore della ristorazione in poche settimane.

Con la revoca delle restrizioni relative al COVID-19 a New York e nello Stato di New York, le prenotazioni dovrebbero continuare a crescere nei prossimi mesi e riprendersi gradualmente.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *