Inside ETF nel 2020: Advisor Insights

[ad_1]

Negli ultimi anni, gli ETF sono diventati sempre più popolari, quest’anno Riunione interna dell’ETF Ha fornito alcune informazioni sui principali trend di ETF e di consulenza nel prossimo anno.

Uno degli argomenti chiave discussi dagli esperti in materia di Vanguard, Schwab e Fidelity (e altre società) è come il passaggio a commissioni zero sta cambiando il modo in cui i consulenti finanziari guidano i clienti.

Punti chiave

  • La conferenza Inside ETF è una conferenza annuale in cui i principali analisti, investitori e proprietari di asset si riuniscono per discutere dello sviluppo del settore degli ETF.
  • Il focus della conferenza 2020 sono i pro ei contro associati all’ultima promozione di transazioni senza commissioni.
  • Il leader del prodotto Vanguard ETF ha sottolineato che con l’aumento del numero e della diversità dei prodotti ETF, gli analisti devono essere vigili nella ricerca per garantire che i clienti ottengano il miglior valore.

Il trading a zero commissioni offre nuove opportunità per i consulenti

Negli ultimi mesi, la concorrenza a commissioni zero è stata un tema importante e il trend di crescita degli ETF a basso costo è stato uno dei motivi principali alla base di ciò. Pertanto, non sorprende che gli esperti di tutto il settore prestino attenzione a come investitori e consulenti considerano gli ETF. “Penso che la commissione per considerare gli ostacoli come consulente sia stata annullata, il che è davvero notevole”, ha affermato Potere abbondante, Direttore della gestione dei prodotti dell’ETF Vanguard. Powers ritiene che questo cambiamento si rivelerà vantaggioso per i consulenti perché nessun compenso limiterà le considerazioni sui costi che devono considerare.

Tuttavia, ha avvertito che il nuovo modello – e i molteplici prodotti ETF che sono stati aggiunti di conseguenza – significa che i consulenti devono essere più diligenti nella ricerca dei prodotti. “L’idea di fare più compiti a casa da una prospettiva di due diligence è più importante che risparmiare un punto base per se stessi”, ha spiegato, sottolineando che gestire con successo gli investimenti in ETF significa comprendere i componenti di ogni nuovo prodotto ETF e come si confrontano con il mercato Altri prodotti.

Fedeltà Greg Friedman essere d’accordo. In qualità di responsabile della gestione e della strategia dell’ETF, crede che la cosa più importante che un consulente possa fare sia fornire valore ai clienti. Spiegando le sue opinioni sull’importanza del trading a zero commissioni, ha spiegato: “Ogni momento può portare valore, questo è l’approccio giusto”.

Il modello di commissione del consulente può cambiare con il modello di intermediazione

Tuttavia, mentre le commissioni zero possono fornire importanti opportunità per i consulenti, possono anche presentare alcune sfide. Questi includono la necessità di mostrare rendimenti coerenti ai clienti e la necessità di rivalutare la struttura delle commissioni consulente-cliente. Dave Nadig, Chief Investment Officer e Direttore della ricerca ETF.com, ritiene che uno dei possibili risultati sia il passaggio a un modello di consulenza a pagamento.

Nadig ritiene che uno dei motivi principali di questa situazione sia che, poiché non ci sono commissioni, i clienti possono rivedere più facilmente altri costi associati ai servizi di consulenza. “Penso che si concentrerà sul modello di reddito principale dell’attività di consulenza”, ha spiegato, sottolineando che ciò potrebbe cambiare il modo in cui i consulenti valutano i loro servizi e il valore che possono fornire. “Penso che il modello di commissione e fidelizzazione sia il modo in cui il business si sviluppa, non domani, non sei mesi dopo, ma nei prossimi anni, penso che lo vedremo”.

Linea di fondo

Sebbene ci siano opinioni diverse sulle principali tendenze degli ETF, gli esperti che abbiamo intervistato concordano tutti sull’importanza dell’esperienza del cliente. “Nella gestione patrimoniale, il modo in cui lo affrontiamo è: ‘Come creiamo risultati per i nostri clienti, consentendo loro di ottenere l’esperienza che stanno cercando, invece di limitarsi a mettere loro davanti un mucchio di gadget?'” Charles Schwab ha detto Shanna Weber, vicepresidente della strategia di gestione patrimoniale. Ciò è particolarmente importante perché Schwab ha guidato la corsa a rake zero, ma il 30% delle sue entrate proviene ancora dalla consulenza finanziaria e da altri servizi ai clienti.

Weber ritiene che fornire un’esperienza complessiva che tenga conto delle esigenze e degli obiettivi individuali del cliente sia la chiave per mantenere con successo la relazione tra il consulente e il cliente. “Credo che possiamo monetizzarlo perché le persone sono disposte a pagare per semplicità, guida, fiducia, sicurezza e capacità di raggiungere i risultati desiderati”.

Sebbene possano esserci ulteriori cambiamenti nei servizi di consulenza nei prossimi anni, l’esperienza del cliente è ancora la priorità assoluta e la pietra angolare di una pratica di successo.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *