Investimenti a basso rischio e ad alto rischio: qual è la differenza?

[ad_1]

Investimenti a basso e alto rischio: una panoramica

Il rischio è assolutamente la base dell’investimento; se non si menzionano almeno i rischi coinvolti, nessuna discussione sui rendimenti o sulle prestazioni è significativa. Tuttavia, il problema per i nuovi investitori è capire quali sono realmente i rischi e la differenza tra rischio basso e alto rischio.

In considerazione del rischio fondamentale dell’investimento, molti nuovi investitori ritengono che questa sia un’idea ben definita e quantificabile. Sfortunatamente, questo non è il caso. Anche se sembra strano, non c’è ancora un vero consenso su cosa significhi “rischio” o su come dovrebbe essere misurato.

Il mondo accademico spesso cerca di utilizzare la volatilità come proxy per il rischio. In un certo senso, questo ha perfettamente senso. La volatilità è una misura di quanto un dato numero cambia nel tempo. Più ampia è la gamma di possibilità, maggiore è la probabilità di alcune di queste possibilità. Ancora meglio, la volatilità è relativamente facile da misurare.

Sfortunatamente, volatilità Come misura del rischio, è imperfetto. Sebbene azioni o obbligazioni più volatili espongano i proprietari a una gamma più ampia di possibili risultati, ciò non influisce necessariamente sulla probabilità di questi risultati. Per molti versi, la volatilità è più simile alla turbolenza vissuta dai passeggeri su un aereo, forse spiacevole, ma ha poco a che fare con la probabilità di un incidente.

Considerare il rischio come la possibilità o la probabilità di una perdita permanente di valore di un’attività o di una performance inferiore al previsto è un modo migliore per visualizzare il rischio. Se un investitore acquista un’attività con un tasso di rendimento atteso del 10%, la possibilità che il tasso di rendimento sia inferiore al 10% rappresenta il rischio dell’investimento.Questo significa anche Scarse prestazioni Rispetto a un indice, non è necessariamente un rischio. Se gli investitori si aspettano un rendimento del 7% e dell’8% quando acquistano attività, il fatto che l’indice S&P 500 restituisca il 10% è in gran parte irrilevante.

Punti chiave

  • Non esiste una definizione perfetta del rischio o uno standard di misurazione.
  • Gli investitori inesperti sono i migliori per considerare il rischio in base alla probabilità che un dato investimento (o portafoglio) non raggiunga il rendimento atteso e l’entità della possibilità che l’obiettivo non possa essere raggiunto.
  • Comprendendo meglio cos’è il rischio e da dove proviene, gli investitori possono lavorare sodo per costruire un portafoglio che non solo abbia una probabilità di perdita inferiore, ma anche una perdita potenziale massima inferiore.

Investimento ad alto rischio

L’investimento ad alto rischio si riferisce a un investimento che ha una grande percentuale di perdite di capitale o prestazioni inferiori, o una probabilità relativamente alta di perdite devastanti.La prima è intuitiva, se soggettiva: se ti dicono che il tuo investimento ha una probabilità del 50/50 di ottenere il tuo reddito profitti attesi, Potresti trovarlo molto pericoloso. Se qualcuno ti dice che c’è una probabilità del 95% che l’investimento non ottenga il rendimento atteso, allora quasi tutti saranno d’accordo che è rischioso.

Tuttavia, la seconda metà dell’anno è stata ignorata da molti investitori. Per illustrare questo punto, prendiamo come esempi gli incidenti stradali e gli incidenti aerei. Un’analisi del Consiglio di sicurezza nazionale nel 2019 ci dice che la probabilità che la vita di una persona muoia per un incidente è aumentata da una su 30 nel 2004 a una su 25.Tuttavia, la possibilità di morire in un incidente stradale è solo una su 102, mentre la possibilità di morire in un incidente aereo è molto bassa: una su 205.552.

Per gli investitori, ciò significa che devono considerare sia la probabilità che la gravità di risultati indesiderati.

Investimento a basso rischio

In sostanza, gli investimenti a basso rischio sono meno rischiosi, sia che si tratti dell’importo dell’investimento o dell’importanza dell’investimento per il portafoglio. Ci sono anche meno benefici, sia in termini di potenziali ritorni che maggiori benefici potenziali.

Investire a basso rischio non significa solo prevenire qualsiasi possibilità di perdita, ma significa anche garantire che qualsiasi potenziale perdita non sia devastante.

Se gli investitori accettano il concetto che il rischio di investimento è definito dalla perdita di capitale e/o dalla scarsa performance rispetto alle aspettative, allora diventa più facile definire gli investimenti a basso e ad alto rischio.

esempio

Consideriamo alcuni esempi per illustrare ulteriormente la differenza tra investimenti ad alto rischio ea basso rischio.

Biotecnologia Il rischio delle azioni è noto. L’85-90% di tutte le nuove terapie sperimentali fallirà e, non a caso, la maggior parte dei titoli biotecnologici alla fine fallirà. Pertanto, esiste un’alta probabilità di sottoperformance (la maggior parte fallirà) e un gran numero di potenziali sottoperformance (quando le azioni biotecnologiche falliscono, di solito perdono il 95% o più del loro valore).

Al contrario, i titoli del Tesoro USA offrono un’esperienza molto diversa Profilo di rischioGli investitori che detengono buoni del tesoro sono quasi impossibili da ricevere gli interessi ei pagamenti del capitale richiesti. Anche se il pagamento viene ritardato (estremamente raro nella storia degli Stati Uniti), gli investitori possono recuperare la maggior parte del loro investimento.

Gli investitori devono guardare al rischio da più angolazioni, considerando fattori come la diversificazione, l’intervallo di tempo, i rendimenti attesi e gli obiettivi a breve e lungo termine.

articoli di attenzione speciale

È anche importante considerare l’impatto della diversificazione sul rischio di portafoglio. In generale, i titoli di Fortune 100 che pagano dividendi sono relativamente sicuri e ci si aspetta che gli investitori ottengano rendimenti a una cifra medio-alti per un periodo di anni.

In altre parole, le singole aziende sono sempre a rischio di fallimento. Aziende come Eastman Kodak e Woolworths sono esempi ben noti di successo ma alla fine fallimentare. Inoltre, la volatilità del mercato è sempre possibile. La CNBC ha sottolineato che sebbene il 2017 sia stato uno dei mercati meno volatili della storia, la volatilità nel 2018 è stata addirittura inferiore alla metà.

Se gli investitori detengono tutti i loro fondi in un’unica azione, la probabilità di eventi negativi potrebbe essere ancora relativamente bassa, ma la gravità potenziale è piuttosto elevata. Tuttavia, detenere un portafoglio di 10 di tali titoli non solo ridurrà il rischio di una scarsa performance del portafoglio, ma anche la potenziale dimensione complessiva del portafoglio.

Gli investitori devono essere disposti a considerare il rischio in modo completo e flessibile. Ad esempio, la diversificazione è una parte importante del rischio. Può essere molto pericoloso detenere un portafoglio con tutti i rischi inferiori ma gli stessi rischi. Tornando all’esempio dell’aereo, economista La probabilità che un singolo aereo si schianti è di una su 5,4 milioni, ma nonostante ciò, molte grandi compagnie aeree hanno (o avranno) subito incidenti.Tenere un portafoglio di titoli del Tesoro a basso rischio sembra essere un investimento a rischio molto basso, ma hanno tutti lo stesso rischio; il verificarsi di eventi con probabilità molto bassa (come un default del governo degli Stati Uniti) sarà devastante.

Gli investitori devono includere anche i seguenti fattori limite di tempo, Rendimenti attesi e conoscenza quando si considerano i rischi. In generale, più a lungo l’investitore aspetta, più è probabile che ottenga il rendimento atteso. Ci deve essere una certa correlazione tra rischio e rendimento e gli investitori che si aspettano enormi rendimenti devono accettare maggiori rischi di sottoperformance. Anche la conoscenza è importante: non solo può identificare gli investimenti che hanno maggiori probabilità di ottenere il rendimento atteso (o migliore), ma può anche identificare erroneamente la probabilità e la gravità di possibili errori.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *