Israele demolisce la casa di un sospetto aggressore palestinese Reuters

[ad_1]

© Reuters. Una donna fa gesti vicino alla casa dell’aggressore palestinese condannato Muntasir Al Shalabi, dopo che è stata fatta saltare in aria dall’esercito israeliano, a Turmus Aya, vicino a Ramallah, nella Cisgiordania occupata da Israele 8 luglio 2021 Reuters/ Muhammad Torokman

TURMUS AYYA, Cisgiordania (Reuters)-Israele ha distrutto giovedì la casa di un palestinese americano accusato di aver partecipato alla morte di un israeliano nella Cisgiordania occupata. critiche dagli Stati Uniti.

Muntasir Shalabi è stato perseguito dal tribunale militare israeliano per un attacco vicino alla città di Nablus a maggio in cui Yehuda Guetta, uno studente, è stato ucciso da colpi di arma da fuoco.

I militari hanno dichiarato che dopo che la famiglia di Chalabi ha presentato un ricorso fallito contro la demolizione in un tribunale israeliano, le ville di Turmus Ayya, un villaggio dove vivono molti palestinesi americani, sono state rase al suolo in un’esplosione controllata.

Israele afferma che tali operazioni di demolizione possono scoraggiare potenziali aggressori palestinesi. Palestinesi e gruppi per i diritti umani hanno condannato la politica come punizione collettiva.

In una dichiarazione dopo la distruzione della casa, l’ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme ha invitato “tutte le parti a non adottare misure unilaterali che aumentino le tensioni e indeboliscano l’avanzamento di un accordo negoziato tra i due paesi” per risolvere il conflitto israelo-palestinese.

“Questo ovviamente include la demolizione punitiva delle case palestinesi”, ha detto un portavoce. “Come abbiamo detto molte volte, l’intera casa della famiglia non dovrebbe essere demolita a causa del comportamento di una persona”.

Durante la presidenza di Donald Trump, le critiche degli Stati Uniti alle politiche di Israele nei confronti dei palestinesi erano rare e ha accettato gli insediamenti israeliani in Cisgiordania, considerati illegali da molti paesi. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden cerca di ricostruire le relazioni con i palestinesi.

L’ufficio del primo ministro israeliano ha rifiutato di commentare la dichiarazione dell’ambasciata.

La moglie di Shalabi, Sanaa, vive con i loro tre figli a casa di Turmus Ayya e ha detto di aver parlato al telefono con suo marito giovedì. Lo ha descritto come un “resistore” e ha promesso di ricostruire la casa.

“Vogliono demoralizzarci, ma noi siamo fermi. Questa è la situazione dell’intero popolo palestinese”, ha detto.

Nella guerra del 1967, Israele occupò la Cisgiordania, Gaza e Gerusalemme est. I palestinesi cercano territorio per il futuro Paese.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *