Joyson ha trovato dati sui test delle cinture di sicurezza falsi nell’ex fabbrica Takata Reuters

[ad_1]

2/2

© Reuters. Immagine del file: il 27 giugno 2017, un dipendente di Takata, un produttore giapponese di componenti per auto, ha tenuto l’assemblea generale annuale degli azionisti della società all’ingresso della sede di Tokyo dopo che la società ha presentato istanza di protezione dalla bancarotta. Reuters/

2/2

TOKYO (Reuters) – L’unità giapponese del produttore americano di componenti per auto Joyson Safety Systems (JSS) ha dichiarato venerdì di aver trovato 1.000 dati nei test delle cinture di sicurezza in due stabilimenti acquisiti dall’ex produttore di airbag Takata.

Hisayoshi Iwamitsu, presidente di JSS Japan, ha dichiarato ai giornalisti che un’indagine avviata nell’ottobre 2020 ha rivelato che i dati di prova dei nastri delle cinture di sicurezza utilizzati per le cinture di sicurezza e i seggiolini di sicurezza per bambini sono stati manomessi negli stabilimenti di Hikone, in Giappone e nelle Filippine.

I risultati dei test per verificare la qualità della fettuccia sono stati modificati per soddisfare gli standard legali e dei clienti.

Iwamitsu ha affermato che venerdì JSS Japan ha presentato un rapporto di indagine al Ministero dei trasporti del Giappone.

Ha affermato che la società non intende richiamare perché la nuova ispezione della cinghia non ha riscontrato problemi di sicurezza e le 12 case automobilistiche fornite dalla società hanno deciso di non attuare misure come le ispezioni dei veicoli.

Ha aggiunto che come parte delle misure preventive, la società ha lanciato a marzo un sistema elettronico che può impedire la manomissione dei dati e sta lavorando per espandere le sue risorse umane per la gestione della qualità.

Il gonfiatore dell’airbag difettoso di Takata ha innescato il più grande richiamo di sicurezza nell’industria automobilistica ed è stato associato a molti decessi e feriti, principalmente negli Stati Uniti.

L’indagine ha anche rivelato che i dati dell’impianto Hikone sono stati falsificati durante i due decenni precedenti a gennaio 2020, sovrapponendosi al periodo in cui Takata è stato coinvolto nello scandalo airbag.

“Per affrontare il problema dell’airbag, il Gruppo JSS nel suo insieme ha compiuto vari sforzi, tra cui l’istituzione di un codice di condotta e la sensibilizzazione alla conformità dei dipendenti, in particolare quelli coinvolti nella gestione della qualità”, ha affermato Kohei Hamamoto, Senior Legal Officer di JSS Giappone.

“Purtroppo, gli investigatori hanno sottolineato che questo non era abbastanza”, ha aggiunto.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *