Khan e Sturgeon hanno rifiutato Johnson e hanno insistito per indossare maschere per il trasporto

[ad_1]

Il sindaco di Londra e altri leader britannici hanno rotto con il governo di Boris Johnson e hanno insistito per indossare maschere sui trasporti pubblici alla fine della maggior parte delle restrizioni Covid-19 nel Regno Unito dal 19 luglio.

Johnson sta rimuovendo l’obbligo legale di indossare maschere nei luoghi pubblici, rendendolo invece una questione di scelta personale.

Ma il primo ministro scozzese, Nicholas Sturgeon, martedì ha implicitamente criticato la pratica, affermando che il suo governo “è molto probabile che continui a richiedere maschere per qualche tempo a venire”. Il governo gallese continuerà inoltre a rendere obbligatorio l’uso delle mascherine sui mezzi pubblici.

Gli scienziati hanno avvertito che le azioni di Johnson potrebbero indebolire la protezione del pubblico contro il nuovo virus corona.Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha affermato che dopo il 19 luglio le mascherine continueranno ad essere obbligatorie su metropolitane, autobus e treni di Londra.

Khan ha dichiarato: “Ho ripetutamente affermato che l’opzione più semplice e sicura è che il governo mantenga i requisiti nazionali per l’uso di mascherine sui mezzi pubblici”.

“Ma i ministri non sono disposti a fare la cosa giusta. Non starò a guardare e metterò a rischio la ripresa dei londinesi e della nostra città”.

Dal 19 luglio, l’obbligo di indossare la mascherina continuerà ad essere una “condizione di trasporto” per tutti i servizi di Transport for London, che è un obbligo contrattuale tra l’operatore e il passeggero.

Si prevede che il personale di TfL effettuerà azioni delle forze dell’ordine e negherà l’ingresso alle persone che non indossano maschere e che non sono esentate. Possono anche chiedere alle persone di lasciare il servizio per non conformità.

Il fatto che il sindaco del Partito Laburista di Londra e il Primo Ministro dello Scottish National Party of Scotland abbiano adottato un approccio più cauto aumenta il rischio politico che Johnson deve affrontare quando il numero di casi aumenta.

Johnson potrebbe anche essere sollevato dal fatto che Khan abbia tenuto le mascherine sui trasporti pubblici, sebbene la legge non sia completamente efficace, perché ciò potrebbe aiutare a frenare i casi di Covid-19, che i ministri temono raggiungeranno presto i 100.000 casi giornalieri.

Il segretario ai trasporti Grant Shapps (Grant Shapps) ha dichiarato la scorsa settimana che gli operatori dei trasporti potrebbero voler continuare a indossare maschere come condizione di trasporto durante le ore di punta.

Martedì, Graham Medley, presidente del Covid Model Advisory Group SPI-M, ha dichiarato alla BBC che indossare una maschera può rallentare la diffusione della malattia, ma “la premessa è che lo facciano tutti”, non solo il 70% circa.

Ha detto di aver capito perché Johnson ha dovuto abbandonare il metodo obbligatorio, ma ha detto: “D’altra parte, se non è obbligatorio, potrebbe non servire a nulla”. chiuso il trasporto pubblico Continuare a indossare maschere nello spazio.

Sturgeon ha detto della sua decisione di mantenere le coperture per il viso per un po’ di tempo a venire e ha detto: “Penso che se il governo crede in una tale misura, e questo governo ci crede, dovremmo dirlo”.

Allo stesso tempo, una volta revocata l’ultima tornata di restrizioni, le compagnie ferroviarie e degli autobus non intendono insistere nel richiedere ai passeggeri di indossare mascherine. Si preoccupano di far rispettare le regole senza il supporto legale del governo centrale.

Il Railway Delivery Group, l’agenzia commerciale dell’operatore ferroviario, ha dichiarato: “I passeggeri dovrebbero seguire la guida del governo. Per rispetto degli altri, si prega di indossare una maschera se l’ambiente interno è occupato”.

Anche la maggior parte dei sistemi di trasporto in altre grandi città, come la metropolitana nel nord-est dell’Inghilterra e il Supertram a Sheffield, non impone l’uso di maschere.

Il sindaco di Manchester Andy Burnham ha dichiarato di avere il diritto di costringere le persone a indossarli sui tram invece che sugli autobus, il che creerebbe solo confusione.

Ha affermato che il governo dovrebbe riconsiderare e imporre l’uso di maschere per proteggere i 3,8 milioni di persone più vulnerabili al nuovo virus della corona nel Regno Unito.

“Il Giorno della Libertà per un altro è il Giorno della Paura per un altro”, ha detto a BBC Radio 4’s Al giorno d’oggi programma. “Mi aspetto… che riceveremo lamentele lunedì che le persone si sentono incapaci di completare i compiti di base e non sanno cosa fare”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *