La banca centrale cinese richiede alle società di pagamento non bancarie di segnalare le IPO all’estero

[ad_1]

Immagine del file: la sede della Banca popolare cinese (PBOC) scattata il 28 settembre 2018 a Pechino, in Cina. REUTERS/Jason Lee/Foto d’archivio

PECHINO (Reuters)-La People’s Bank of China ha dichiarato venerdì che le società di pagamento non bancarie devono segnalare i piani per le offerte pubbliche iniziali all’estero e altri eventi importanti.Questa è l’ultima mossa delle società tecnologiche cinesi che sono generalmente sottoposte a pressioni normative.

Alla fine dello scorso anno, Ant Group, sussidiaria di Alibaba per la tecnologia finanziaria, aveva pianificato di condurre un piano di quotazione di 37 miliardi di dollari e all’inizio di questo mese si è esteso al gigante delle corse Didi Global, che è stato quotato alla Borsa di New York. , le modifiche normative sono state dapprima annullate.

La People’s Bank of China (PBOC) ha dichiarato in una dichiarazione che le società di pagamento non bancarie dovrebbero segnalare i piani di quotazione nazionali ed esteri.

Questo requisito si applica alle società di pagamento con una struttura di entità a interesse variabile (VIE) che è stata ampiamente adottata dalle società Internet e consente loro di aggirare le lunghe procedure di quotazione nazionali e raccogliere fondi all’estero.

Se si cerca una quotazione all’estero, la società di pagamento dovrebbe anche spiegare la “disposizione dettagliata” della sua struttura VIE.

Inoltre, dovrebbero essere segnalate anche le violazioni dei dati che coinvolgono più di 500 clienti o 5.000 set di dati dei clienti o investimenti superiori al 5% del loro patrimonio netto totale.

Il governo cinese ha dichiarato il 6 luglio che rafforzerà la supervisione di tutte le società cinesi quotate all’estero e aumenterà la repressione sulle “economie piattaforma” su larga scala.

Subito dopo, il regolatore del cyberspazio cinese ha dichiarato più tardi nella stessa settimana che qualsiasi azienda con più di 1 milione di dati utente deve condurre una revisione della sicurezza prima di essere quotata all’estero.

L’ecosistema dei pagamenti online in Cina è dominato da Alipay di Ant e WeChat Pay di Tencent Holdings.

Reportage di Cheng Leng, Stella Qiu e Ryan Woo; montaggio di David Goodman e Kirsten Donovan

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *