La caduta del mercato nell’autunno del 2008

[ad_1]

La crisi dei mutui. crisi del creditoLa banca fallisce.governo SalvarePer tutto l’autunno del 2008, frasi del genere sono apparse frequentemente nei titoli dei giornali, durante i quali il valore dei principali mercati finanziari si è ridotto di oltre il 30%. Questo periodo è anche uno dei più terrificanti nella storia dei mercati finanziari americani. Coloro che hanno vissuto questi eventi potrebbero non dimenticare mai questo tumulto.

Allora cosa è successo e perché?Continua a leggere per capire com’è la crescita esplosiva dell’economia subprime Il mercato dei mutui iniziato nel 1999 ha posto una base importante per questo tumulto, e questo tumulto crollerà sia nel mercato azionario che nel mercato immobiliare nove anni dopo.

Punti chiave

  • Il crollo del mercato azionario e immobiliare nel 2008 è derivato dalla crescita senza precedenti del mercato dei mutui subprime iniziata nel 1999.
  • I prestatori di mutui ipotecari sponsorizzati dal governo degli Stati Uniti Fannie Mae e Freddie Mac forniscono mutui per la casa a mutuatari con punteggi di credito bassi e un rischio più elevato di insolvenza del prestito.
  • Questi mutuatari sono chiamati “mutuatari subprime” e sono autorizzati ad acquistare mutui a tasso variabile che iniziano con un pagamento mensile inferiore e cresceranno più grandi in pochi anni.
  • Le società finanziarie vendono questi prestiti subprime a grandi investitori commerciali sotto forma di un pool di prestiti ipotecari, chiamati titoli garantiti da ipoteca (MBS).
  • Entro l’autunno del 2008, i mutuatari sono andati in default sui mutui subprime, portando a turbolenze sui mercati finanziari, crolli del mercato azionario e la successiva recessione globale.

Crescita senza precedenti e debito dei consumatori

Mutuo subprime È un mutuo per mutuatari con scarso credito e risparmi insufficienti.L’aumento dei mutui subprime è iniziato nel 1999 Associazione nazionale federale dei mutui (Ampiamente noto come Fannie Mae) ha iniziato a lavorare insieme per rendere più facile per le persone il cui credito e risparmi sono inferiori a quelli normalmente richiesti dai finanziatori.

L’idea è quella di aiutare tutti a realizzare il sogno americano di possedere una casa.Poiché questi mutuatari sono considerati ad alto rischio, i loro mutui hanno termini non convenzionali che riflettono questo rischio, come ad esempio Tassi di interesse più elevati e pagamenti variabiliAnche se molte persone pensano che la prosperità sia Mercato secondario Cominciò a esplodere e altre persone iniziarono a vedere bandiere rosse e potenziali pericoli economici.

Robert R. Prechter Jr., fondatore di Elliott Wave International, ha sempre creduto che il mercato ipotecario fuori controllo rappresenti una minaccia per l’economia statunitense perché l’intero settore dipende dall’aumento dei valori immobiliari.A partire dal 2002, l’istituto di credito ipotecario sponsorizzato dal governo Fannie Mae e Freddie Sono stati concessi prestiti ipotecari per oltre 3 trilioni di dollari USA.Nel suo libro del 2002 Conquista il crollo, Prechter ha detto: “La fiducia è l’unico fattore che supporta questo enorme castello di carte”.

Il ruolo di Fannie Mae e Freddie Mac è quello di riacquistare prestiti ipotecari da istituti di credito che emettono prestiti ipotecari e guadagnano quando pagano le bollette del mutuo.Pertanto, il mutuo in continua crescita Tasso predefinito Di conseguenza, le entrate di queste due società sono diminuite drasticamente.

Mutuo a tasso variabile

Tra i mutui concessi ai mutuatari subprime, il più probabile fatale è Interessi solo ARM e Opzioni di pagamento ARM, Tutti e due Mutuo a tasso variabile (braccia). Rispetto ai mutui a tasso fisso, l’acconto del mutuatario per questi due tipi di mutui è molto più basso. Dopo un periodo di tempo, di solito solo due o tre anni, questi ARM verranno ripristinati. Il pagamento quindi fluttua ogni mese, spesso diventando molto più grande del pagamento iniziale.

Nel mercato in crescita che esisteva dal 1999 al 2005, questi mutui erano praticamente privi di rischio.I mutuatari possono finire con risultati positivi giusto Anche se le rate del mutuo sono molto basse, perché la loro casa si è apprezzata di valore dalla data di acquisto. Se non possono permettersi un pagamento più elevato dopo l’azzeramento del tasso di interesse ipotecario, possono vendere la casa per realizzare un profitto. Tuttavia, molte persone credono che questi mutui creativi siano un disastro in attesa di accadere nella recessione del mercato immobiliare, che metterà nei guai i proprietari. Equità negativa Situazione e rendono impossibile vendere.

Aumento del debito dei consumatori

Al fine di aumentare il potenziale rischio ipotecario, total Debito al consumoIn generale, continua a crescere a un ritmo allarmante. Nel 2004, il debito dei consumatori ha raggiunto per la prima volta i 2 trilioni di dollari.

L’aumento dei prodotti di investimento legati ai mutui

Nel processo di aumento dei prezzi delle case, Titoli garantiti da ipoteca (MBS) Il mercato ha cominciato ad essere accolto favorevolmente dagli investitori commerciali. MBS è un pool di mutui ipotecari combinati in un unico titolo.Gli investitori beneficiano di Premium Pagamenti di interessi sui mutui personali inclusi nei titoli.

Finché i prezzi delle case continueranno ad aumentare ei proprietari di case continueranno a pagare i mutui, questo mercato sarà altamente redditizio. Tuttavia, quando i prezzi delle case hanno iniziato a crollare e i proprietari di case hanno iniziato a non pagare i mutui a frotte, il rischio è diventato molto reale.All’epoca, poche persone erano consapevoli della volatilità e della complessità di questa materia Mercato secondario dei mutui È diventato.

Un altro strumento di investimento popolare durante questo periodo è Derivati ​​creditizi, Chiamata Credit default swap (CD). Il CDS è inteso come un metodo di copertura della reputazione di un’azienda, simile all’assicurazione. Ma a differenza del mercato assicurativo, il mercato dei CDS non è regolamentato, il che significa che l’emittente del contratto CDS non è tenuto a mantenere fondi sufficienti nelle sue riserve per pagare nel peggiore dei casi (come una recessione). Questo è esattamente quello che è successo all’American International Group (AIG) all’inizio del 2008, quando ha annunciato che il suo portafoglio di contratti CDS di sottoscrizione aveva un’enorme perdita e non poteva essere pagato.

150 miliardi di dollari USA

Molti Fondi di sgravio ricevuti da AIG Dal governo federale degli Stati Uniti nel 2008, La società ha rimborsato con gli interessi nel 2013.

Il mercato inizia a scendere

Entro marzo 2007, con Il fallimento di Bear Stearns Poiché la sottoscrizione di molti strumenti di investimento relativi al mercato dei mutui subprime ha causato enormi perdite, è chiaro che l’intero mercato dei mutui subprime è in difficoltà. Il tasso di insolvenza del proprietario di casa è alto, perché tutte le varianti creative dei mutui subprime si stanno reimpostando su rimborsi più elevati man mano che i prezzi delle case scendono.

I proprietari di abitazione sono sottosopra – devono più mutui del valore della loro casa – se non possono effettuare un nuovo pagamento più elevato, non possono uscire di casa. Invece, hanno perso le loro case a causa di un pignoramento e spesso hanno presentato istanza di fallimento nel processo.Questo Crisi dei mutui subprime Inizia ad avere un impatto sui proprietari di abitazione e sul mercato immobiliare.

Nonostante questo apparente caos, il mercato finanziario ha continuato a crescere fino all’ottobre 2007, con Dow Jones Industrial Average (DJIA) ha raggiunto un massimo di 14.164 il 9 ottobre 2007. Il tumulto finalmente raggiunse, e nel dicembre 2007, gli Stati Uniti erano caduti in recessione economicaAll’inizio di luglio 2008, il Dow Jones Industrial Average scenderà al di sotto di 11.000 per la prima volta in più di due anni. Non sarà la fine della recessione.

Lehman Brothers crolla

Il 6 settembre 2008, il mercato finanziario è sceso di quasi il 20% dal picco dell’ottobre 2007. Il governo ha annunciato Acquisiti Fannie Mae e Freddie Mac Perdite causate dalla grave esposizione al crollo del mercato dei mutui subprime. Una settimana dopo, il 14 settembre, grandi società di investimento Lehman Brothers Ha ceduto alla sua sovraesposizione al mercato dei mutui subprime e ha annunciato la più grande dichiarazione di fallimento nella storia degli Stati Uniti in quel momento. Il giorno successivo, il mercato è sceso bruscamente e il Dow ha chiuso in ribasso di 499 punti a 10.917.

Il crollo di Lehman Brothers ha provocato valore del patrimonio netto Il 16 settembre 2008, il capitale del Reserve Junior Fund è sceso al di sotto di $ 1 per azione. Successivamente è stato detto agli investitori che per ogni dollaro investito, avrebbero ricevuto solo 97 centesimi. La perdita è dovuta alla detenzione di carta commerciale emessa da Lehman Brothers, per la seconda volta nella storia dei fondi del mercato monetario.rotto.”

Seguì il panico mercato valutario L’industria dei fondi ha portato a un gran numero di richieste di rimborso.Lo stesso giorno, Bank of America (BAC) ha annunciato Sta acquisendo Merrill Lynch, La più grande società di brokeraggio del paese.Inoltre, il rating creditizio di American International Group (AIG), una delle principali società finanziarie degli Stati Uniti, è stato declassato a causa della sottoscrizione di maggiori crediti derivato Il contratto ha superato la sua capacità di pagare.

Il governo ha iniziato a salvarsi

Il 18 settembre 2008 sono iniziate le voci sul salvataggio del governo e l’indice Dow Jones è aumentato di 410 punti. Il giorno dopo, il ministro delle Finanze Henry Paulson Suggeriscine uno Programma di soccorso in caso di problemi (TARP) È possibile utilizzare fino a $ 1 trilione per l’acquisto Debito tossico Per evitare un completo collasso finanziario.

Anche in questo giorno, Securities and Exchange Commission (SEC) ha avviato un’ingiunzione temporanea Vendita allo scoperto Titoli di società finanziarie, credo che questo stabilizzerà il mercato. Spinto da questa notizia, il Dow è salito di 456 punti a un massimo intraday di 11.483, e infine ha chiuso di 361 punti a 11.388. Poiché il mercato finanziario sta per vivere tre settimane di completa turbolenza, questi massimi si riveleranno di importanza storica.

Escalation delle turbolenze finanziarie

Il Dow crollerà di 3.600 punti dal massimo intraday di 11.483 del 19 settembre 2008 al minimo intraday di 7.882 punti del 10 ottobre 2008. Quella che segue è una rassegna dei principali eventi negli Stati Uniti durante questo storico periodo di tre settimane.

21 settembre 2008

Goldman Sachs (GS) e Morgan Stanley (MS), le ultime due principali investimento bancario Ancora in piedi, passaggio da banca d’affari a banca holding Al fine di ottenere una maggiore flessibilità per ottenere fondi di aiuto.

25 settembre 2008

10 giorni dopo Corsa agli sportelli, Questo Società federale di assicurazione dei depositi (FDIC) ha acquisito la Washington Mutual Bank, la più grande istituzione di risparmio e prestito negli Stati Uniti all’epoca, e la banca era pesantemente esposta al debito dei mutui subprime. Le sue attività vengono trasferite a JPMorgan Chase (JPM).

28 settembre 2008

Il piano di salvataggio TARP è stato bloccato al Congresso.

29 settembre 2008

Il Dow è sceso di 774 punti (6,98%), il più grande calo della storia. Inoltre, Citigroup (C) ha acquisito Wachovia, all’epoca la quarta banca più grande negli Stati Uniti.

3 ottobre 2008

Il nuovo piano TARP da 700 miliardi di dollari è stato rinominato Legge di stabilità economica di emergenza del 2008, Passato un voto bipartisan al Congresso.

6 ottobre 2008

Il Dow ha chiuso sotto i 10.000 per la prima volta dal 2004.

22 ottobre 2008

Il presidente Bush ha annunciato che ospiterà una riunione dei leader finanziari internazionali il 15 novembre 2008.

Linea di fondo

Sebbene le buone intenzioni possano essere il catalizzatore che ha portato alla decisione di espandere il mercato dei mutui subprime nel 1999, ha avuto molti effetti e ha avuto un impatto negativo sull’economia nel 2008.

Quando si considera La crescita del mercato dei mutui subprime Insieme agli strumenti di investimento creati in modo creativo, insieme all’aumento del debito dei consumatori, è difficile dire le turbolenze finanziarie del 2008 e il conseguente La grande recessione Se fosse stata attuata prima una politica più responsabile dal punto di vista finanziario, ciò avrebbe potuto essere minimizzato o evitato.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *