La Cina afferma che le relazioni sino-americane sono in “stallo” nei colloqui ad alto livello

[ad_1]

Aggiornamento sulle relazioni sino-americane

La Cina ha accusato gli Stati Uniti di trattarlo come un “nemico immaginario” e ha affermato che il rapporto tra i due Paesi è caduto in un pericoloso “stallo”.

Il viceministro degli Esteri Xie Feng ha dichiarato che Washington spera di “riaccendere un senso di scopo nazionale plasmando la Cina come un nemico immaginario” e la esorta a cambiare quella che chiama “politica cinese estremamente pericolosa”.

I suoi commenti sono stati fatti durante un incontro con il vicesegretario di Stato americano Wendy Sherman, il primo incontro faccia a faccia tra alti funzionari statunitensi e cinesi dopo alti funzionari dei due paesi. combattimento In Alaska a marzo. Sherman ha anche incontrato il ministro degli Esteri cinese Wang Yi.

Il ministero degli Esteri cinese ha dichiarato che “le relazioni Cina-USA sono attualmente in una fase di stallo e stanno affrontando serie difficoltà”.

Quando è stato chiesto se i due paesi sono in un periodo di “stallo”, un funzionario americano ha detto che le due parti hanno avuto uno “scambio di salute” di quattro ore a Tianjin, e Sherman a volte è stato “molto onesto”.

Xie ha anche fatto una serie di richieste a Sherman, tra cui l’allentamento dei visti e altre restrizioni su funzionari e giornalisti cinesi e l’abbandono della richiesta degli Stati Uniti di estradizione dell’alto funzionario Meng Wanzhou. Dirigenti Huawei Chi resta in Canada e aspetta l’esito del processo.

Il funzionario statunitense ha affermato che l’amministrazione Biden spera che la Cina accetti alcune delle preoccupazioni sollevate da Sherman, ma ha affermato che Washington “esaminerà alcune delle preoccupazioni sollevate nei nostri confronti”.

Dopo l’incontro, Sherman ha scritto su Twitter che anche se le due parti non sono d’accordo, la comunicazione è fondamentale e gli Stati Uniti “continueranno a sollecitare la Repubblica popolare cinese a rispettare le norme internazionali e i suoi obblighi internazionali”.

Sebbene ci siano speranze che l’elezione di Biden porti qualche speranza, i rapporti tra i due poteri sono rimasti tesi negli ultimi mesi. Portare alla ricalibrazione.

Il viaggio di Sherman a Tianjin è stato aggiunto al suo itinerario. ultimo minuto, Dopo il viaggio comprese le soste in Giappone, Corea del Sud e Mongolia.l’America è Non volendo essere d’accordo A meno che non le fosse stato permesso di incontrare Wang Qishan, la Cina inizialmente rifiutò.

I commenti di Xie sono arrivati ​​pochi giorni dopo che Pechino ha imposto sanzioni alla Cina. Sette americaniCompreso l’ex segretario al Commercio Wilbur Ross, in rappresaglia contro gli Stati Uniti per aver intrapreso azioni simili contro sette funzionari cinesi perché sospettati di avere un ruolo nella soppressione del movimento democratico di Hong Kong.

L’amministrazione Biden ha anche annunciato la scorsa settimana che ritirerà le accuse di frode sui visti contro cinque ricercatori cinesi negli Stati Uniti.

La visita di Sherman fa parte di un più ampio sforzo degli Stati Uniti Aumenta la partecipazione Ci sono stati colloqui con la Cina prima che Biden e il presidente cinese Xi Jinping potessero incontrarsi alla riunione del G20 in Italia in ottobre.

Un altro funzionario statunitense ha affermato che le due parti non hanno ancora raggiunto alcun risultato concreto a Tianjin. “Questo è un altro passo nel lungo processo di definizione dei termini della relazione, gestione responsabile della concorrenza e vedere se possiamo costruire alcune barriere per questo”.

Shi Yinhong, esperto di politica estera presso l’Università Renmin di Pechino, ha dichiarato: “Le due parti continueranno a combattere, ma dovrebbero ancora essere in grado di discutere questioni specifiche come la possibilità di tenere un vertice presidenziale”.

L’amministrazione Biden inizialmente era riluttante ad accettare una serie di incontri con alti funzionari cinesi perché si concentrava sul persuadere gli alleati europei e asiatici a confrontarsi congiuntamente con Pechino su una serie di questioni relative ai diritti umani, al commercio e alla politica estera.

Mentre altri funzionari statunitensi corteggiano i paesi della regione indo-pacifica, la campagna continuerà questa settimana.Lloyd Austin, Segretario della Difesa Cerca il fallimento Prima di visitare il Vietnam e le Filippine, martedì incontrerà i suoi omologhi cinesi a Singapore, mentre il Segretario di Stato Anthony Brinken prevede di volare in India.

Rapporto supplementare di Liu Xinning a Pechino

Seguire Tom Mitchell e Dmitry Sebastopoulo Su Twitter



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *