La Cina è uno dei principali partecipanti ai crimini legati alle criptovalute: rapporto Chainalysis

[ad_1]

Il fornitore di dati blockchain Chainalysis ha rivelato che in circa due anni i conti di criptovaluta cinesi hanno inviato risorse digitali per un valore di oltre 2,2 miliardi di dollari a indirizzi relativi ad attività criminali come frodi e transazioni nel dark web. Tuttavia, gli schemi Ponzi su larga scala non sono così popolari in Cina come in altri paesi.

Le criptovalute alimentano operazioni illegali in Cina

Secondo a Ricerca Un sondaggio condotto dalla piattaforma di dati blockchain Chainalysis ha rivelato che tra aprile 2019 e giugno 2021, i portafogli crittografici cinesi hanno trasferito risorse virtuali per un valore di oltre 2,2 miliardi di dollari USA su conti relativi al riciclaggio di denaro, al traffico di droga e ad altre attività illegali. Questi indirizzi hanno anche ricevuto altri 2 miliardi di dollari in criptovaluta da fonti criminali.

Sebbene questi numeri sembrino alti, sono diminuiti drasticamente in due anni rispetto ad altri paesi. Chainalysis ha spiegato che la ragione principale alla base di ciò è che gli schemi Ponzi su larga scala non sono più comuni nel paese più popoloso del mondo.

Tuttavia, ha sottolineato che la Cina è il centro del commercio globale di fentanil e ha sottolineato che molti produttori farmaceutici utilizzano risorse digitali per eseguire transazioni.

Anche i criminali cinesi coinvolti in attività di riciclaggio di denaro utilizzano valute virtuali e scambi di criptovalute nei loro affari. Ancora più importante, alcuni di loro hanno persino stabilito le loro società illegali in queste sedi di negoziazione.

pubblicizzare

Secondo Chainalysis, i paesi asiatici hanno adottato misure per combattere questi cattivi attori e hanno citato come esempio Zhao Dong, fondatore di diverse società cinesi over-the-counter (OTC). Si è dichiarato colpevole di riciclaggio di denaro a maggio dopo essere stato arrestato dalle autorità per aver collaborato in precedenza ad attività illegali su Internet.

I membri cinesi della truffa delle criptovalute sono stati incarcerati per 11 anni

Sebbene le frodi sulle criptovalute e l’uso di risorse digitali per le frodi siano comuni in Cina, le autorità del paese hanno imposto sanzioni severe a coloro che sono coinvolti in tali attività criminali.

Come Patata Criptata Rapporto Entro la fine del 2020, i principali partecipanti allo schema PlusToken Ponzi saranno in carcere per i prossimi 11 anni. La truffa ha frodato con successo gli investitori in valute virtuali per un valore di 2,25 miliardi di dollari.

I funzionari hanno sottolineato che questa operazione è stata una grande vittoria perché è stato uno dei più grandi schemi Ponzi nella storia della Cina. Oltre alla reclusione, le autorità hanno anche imposto multe ai due membri chiave di PlusToken rispettivamente di 18.000 e 913.000 dollari statunitensi.

Offerta speciale (sponsorizzazione)

Binance Futures 50 USDT buono gratuito: Usa questo link Registrati e ottieni una commissione del 10% e 50 USDT (sconto limitato) quando fai trading di 500 USDT.

Offerta speciale PrimeXBT: Usa questo link Registrati e inserisci il codice POTATO50 per ottenere un bonus gratuito del 50% per qualsiasi deposito fino a 1 BTC.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *