La Cina lancerà la Borsa di Pechino per guidare l’innovazione degli investimenti

[ad_1]

“Il governo cinese vuole davvero sostenere la prossima generazione di aziende tecnologiche”, ha affermato Lu Lerong, docente di diritto al King’s College di Londra. Ha detto che il piano è principalmente una riorganizzazione del National Equities Exchange and Quotations for Small and Medium Enterprises (NEEQ) di Pechino (noto anche come New Third Board).

Dall’apertura dei mercati di Shanghai e Shenzhen nel 1990, la negoziazione di azioni nella Cina continentale è stata limitata per molti anni a Shanghai e Shenzhen, tuttavia, negli ultimi dieci anni circa, le autorità di regolamentazione hanno cercato di attirare quotazioni consentendo la creazione di mercati alternativi sedi di negoziazione e hanno formulato soluzioni di regolamentazione del capitale per consentire agli stranieri di ottenere maggiori opportunità di investimento. Secondo i dati della World Federation of Exchange, nei dieci anni terminati nel 2020, il valore di mercato del mercato cinese, Hong Kong inclusa, è più che triplicato a oltre 18 trilioni di dollari e il numero di quotazioni supera i 15.000.

La notizia dalla Borsa di Pechino è arrivata con l’intensificarsi della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina dopo che Xi Jinping ha annunciato l’istituzione di un consiglio per l’innovazione scientifica e tecnologica negli ultimi tre anni per attirare le grandi aziende del settore e competere con il Nasdaq. Oggi, mercato delle stelleCome parte della Borsa di Shanghai, sta attirando società nazionali, come il produttore di chip Semiconductor Manufacturing International, che un tempo era quotato alla Borsa di New York. L’offerta da 10 miliardi di dollari del gigante dei semi e dei pesticidi Syngenta potrebbe diventare la più grande quotazione di Star fino ad oggi.

Il New Third Board è un’altra nuova sede, ma da quando è stata aperta nel 2013, ha faticato a far fronte a bassi volumi di transazioni.

Le autorità hanno cercato di concentrarsi sulle principali società NEEQ dividendo le loro quotazioni in diversi livelli.Il Comitato di vigilanza ha dichiarato che la Borsa di Pechino sarebbe stata creata dal livello più alto.

Tuttavia, la scelta della sede del governo e delle agenzie di regolamentazione cinesi come sede della nuova sede di negoziazione sembra evidenziare le contraddizioni nella strategia di Xi Jinping. L’analista ha affermato che sebbene volesse ispirare l’imprenditorialità, era anche determinato a esercitare il potere sui mercati finanziari e ad addomesticare i magnati che si sono arricchiti nel mercato aperto.

“Tutte le misure annunciate nelle ultime settimane hanno una cosa in comune: concentrazione del potere e maggiore vigilanza”, ha affermato

Alicia Garcia Herrero,

L’economista regionale della società finanziaria francese Natixis a Hong Kong.

L’anno scorso, il presidente ha annullato le principali offerte pubbliche iniziali cinesi, ha imposto regolamenti antitrust ai giganti della tecnologia cinesi e ha chiuso settori come l’istruzione online. Le sue recenti osservazioni sulla “prosperità comune” hanno sollevato preoccupazioni tra i ricchi in Cina che il Partito Comunista intenda ridistribuire la ricchezza nel perseguimento dell’uguaglianza sociale, e ha anche innescato enormi donazioni alla causa.Giovedì il miliardario

Jack Ma

Partecipazioni del gruppo Alibaba Società a responsabilità limitata

Rendere Promessa da 15,5 miliardi di dollari Ciò include il sostegno all’innovazione tecnologica, la modernizzazione agricola e il superamento del divario digitale.

Un’IPO bloccata è Ant Group di Jack Ma, che dovrebbe raccogliere più di 30 miliardi di dollari in finanziamenti e concentrarsi sul mercato stellare sostenuto da Xi Jinping.

A differenza delle società quotate nelle principali borse cinesi, la maggior parte delle oltre 8.100 società quotate nel Nuovo Terzo Consiglio non ha venduto le proprie azioni al pubblico.Le negoziazioni sul mercato sono aperte solo al pubblico, superando quelle di Shanghai, Shenzhen e Scambi di Hong Kong, somma. Conosciuti come investitori professionali.

Xi Jinping ha annunciato questo piano di scambio in un discorso sul commercio di servizi e ha promesso che la Cina sosterrà l’industria allineando sempre più le regole agli accordi internazionali di libero scambio e pilotando nuove zone di libero scambio.

Una sola frase nel suo discorso relativa al nuovo mercato: “Continueremo ad approfondire la riforma del Nuovo Terzo Consiglio e a istituire la Borsa di Pechino come principale piattaforma di servizi per supportare lo sviluppo guidato dall’innovazione delle piccole e medie imprese”. piccole e medie imprese orientate all’innovazione “, ha detto Xi Jinping tramite collegamento video.

Sebbene poche persone si aspettino che il mercato di Pechino possa competere con altri scambi, alcuni analisti affermano che alla fine potrebbe consentire singole transazioni. “Penso che la Borsa di Pechino consentirà agli investitori al dettaglio di entrare nel mercato prima o poi”, ha affermato Li Jizhong, direttore esecutivo di Guorong Securities.

Scrivere a James T. Areddy in james.ardy@wsj.com

Copyright © 2021 Dow Jones Corporation. tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *